La storia del football americano

1925

Cinque nuove franchigie sono ammesse nella NFL, i New York Giants (comprati da Tim Mara e Billy Gibson per 500$), i Detroit Panthers (con Jimmy Conzelman come proprietario, allenatore e anche giocatore nel ruolo di tailback), i Providence Steam Roller, i Canton Bulldogs e i Pottsville Maroons (che diventeranno la squadra professionistica indipendente più famosa).

La NFL stabilisce il primo numero massimo di giocatori ammissibili a roster, ovvero 16.
Verso il termine della stagione, la NFL realizza il suo primo grande passo, verso il riconoscimento a livello nazionale.
Infatti, subito dopo aver finito la stagione con l’Università di Illinois, Harold (Red) Grange, già riconosciuto tra i migliori giocatori universitari a livello nazionale, firma un contratto con i Chicago Bears.
Nel giorno del ringraziamento una folla di 36.000 persone (la più alta fin’ora nella storia del football) vede Grange e i Bears pareggiare 0-0 contro i Chicago Cardinals al Wrigley Field.

All’inizio di dicembre i Bears giocano 8 partite in 12 giorni, contro St. Louis, Philadelphia, New York City, Washington, Boston, Pittsburgh, Detroit, and Chicago.
Ben 73.000 spettatori guardano la partita contro i Giants al Polo Grounds, all’epoca il tempio del baseball newyorchese. consolidando così il futuro di una squadra NFL a New York.
I Bears giocarono altre 9 partite tra Sud e Ovest, inclusa una partita a Los Angeles con 75.000 spettatori battendo i LA Tigers al LA Memorial Coliseum.

Pottsville e i Chicago Cardinals risultano essere le due migliori squadre della stagione e sono loro a contendersi il titolo, con Pottsville vincente nello scontro diretto per 21-7. Pottsville, inoltre, organizza una partita contro ex giocatori di Notre Dame allo Shibe Park di Philadelphia. La squadra di Frankford protesta contro il match per due ragioni: la partita si gioca vicino a Frankford ed in più lo stesso giorno della loro partita. Carr manda tre avvisi a Pottsville proibendo la gara, ma Pottsville il 12 dicembre gioca comunque. Carr multa il club e lo sospende da tutti i diritti e privilegi (incluso il diritto di giocare per il titolo NFL) e quindi sono cosi i Cardinals, che hanno il secondo migliore record della lega, a diventare i campioni 1925 della NFL.

1926

C.C. Pyle, manager di Grange, fa sapere ai Bears che Grange non giocherà più per loro finchè non gli verrà aumentato lo stipendio e concesso un terzo della proprietà., ma i Bears però rifiutano.
Pyle decide quindi di prendere in affitto lo Yankee Stadium di New York City e chiede di avere una nuova franchigia alla NFL, richiesta che viene rifiutata.
Dopo questo rifiuto, Pyle crea l’American Football League che durerà soltanto una stagione includendo tra i partecipanti i New York Yankees di Grange e altre otto squadre.

I Philadelphia Quakers, ovvero coloro che risultano campioni di questa AFL, giocano a dicembre una partita contro i New York Giants, settimi nella NFL, e i Giants vincono per 31-0.
Alla termine della stagione la AFL si sciolse, ma ne sentiremo ancora parlare di questa sigla, negli anni futuri.

Nel frattempo Halas disobbedisce alla regola che proibiva di mettere sotto contratto un giocatore dei college ancora non laureato, creando malumore all’interno della NFL.
La NFL però nel frattempo cresce fino a 22 squadre, includendo i Duluth Eskimos, che misero sotto contratto il fullback All-America Ernie Nevers dell’università di Stanford.
I 15 giocatori degli Eskimos, giocarono 29 partite di esibizione, 28 delle quali fuori casa e Nevers giocò in tutte tranne per 29 minuti dell’ultima partita.
Frankford batterono i Bears per il titolo, nonostante che Halas fosse riuscito a mettere sotto contratto anche John (Paddy) Driscoll dai Cardinals.

Il 4 dicembre gli Yellow Jackets segnarono negli ultimi due minuti per battere 7-6 i Bears e sorpassarli in classifica.

1927

Al meeting di Cleveland, del 23 Aprile, Carr decide di rendere più sicuro il futuro economico della NFL eliminando i club finanziariamente deboli e ridistribuendo i giocatori in un minore numero di squadre, elevandone cosi la qualità media. La nuova NFL viene cosi ridotta a 12 squadre, e il baricentro della lega non è più il Midwest, dove si è sviluppato il gioco, ma comincia ad essere le grandi città dell’est. Una delle nuove squadre sono i New York Yankees di Grange, ma Grange si infortuna al ginocchio e gli Yankees finiscono a metà classifica.

L’NFL championship viene vinto dai rivali cittadini, ovvero New York Giants, che realizzano 10 vittorie senza subire punti, in 13 partite.

1927-New-York-Giants

1928

Grange e Nevers si ritirano entrambi dal mondo del football, e inoltre la squadra di Duluth viene sciolta, ed in questo modo la NFL viene ridotta a solo 10 teams. I Providence Steam Roller di Jimmy Conzelman e Pearce Johnson vincono il titolo, giocando al Cycledrome, un impianto ovale di 10.000 posti costruito per il ciclismo.

1929

Chris ÒBrien vende i Chicago Cardinals a David Jones, il 27 luglio.
La NFL aggiunge un quarto arbitro in campo, il field judge, il 28 luglio.
Grange e Nevers ritornano nella NFL dopo solo un anno fuori dal campo.

Nevers segna sei touchdowns su corsa e quattro extra points permettendo ai Cardinals di battere i Bears di Grange col punteggio di 40-6, il 28 novembre.

I 40 punti segnati, da un unico giocatore, in una singola partita, rappresenta il record più vecchio della NFL, ancora oggi imbattuto.
Providence diventa la prima squadra NFL ad ospitare una partita in notturna contro i Cardinals il 3 novembre.
I Packers aggiungono il Johnny Blood (McNally), Cal Hubbard, e Mike Michalske al loro roster, vincendo cosi il loro primo NFL championship, battendo i Giants che schieravano Benny Friedman come quarterback.

1930

Dayton, l’ultima delle franchigie originarie della NFL, viene comprata da William B. Dwyer e John C. Depler, spostata a Brooklyn e rinominata Dodgers, come la locale squadra di baseball.

I Portsmouth Spartans dallo stato dell’Ohio entrano nella NFL.
I Packers battono ancora i Giants nella partita decisiva per il titolo, ma la squadra con il maggior miglioramento sono i Bears. Halas si ritira come giocatore, e rimpiazza se stesso come coach dei Bears con Ralph Jones, che raffina la T-formation introducendo due grandi novità tecniche come i wide ends e l’halfback in motion.
Jones inoltre mette sotto contratto l’All-America fullback-tackle Bronko Nagurski.

Il 14 dicembre i Giants sconfiggono una squadra formata da ex giocatori di Notre Dame allenati da Knute Rockne per 22-0 davanti a 55.000 spettatori al Polo Grounds. I ricavi del match vanno al New York Unemployment Fund per aiutare chi soffre a causa della Grande Depressione, e la facile vittoria aiuta l’NFL a guadagnare credito presso la gente comune e la stampa.

1931

La NFL diminuisce il numero di squadre a 10, e intorno a metà stagione anche la franchigia della città di Frankford chiude i battenti. Carr multa Bears, Packers, e Portsmouth di 1.000$ per aver usato giocatori di college non ancora laureati.
I Packers sono la prima squadra nella storia a vincere tre volte consecutive il titolo nazionale battendo gli Spartans che erano guidati dai rookie Earl (Dutch) Clark e Glenn Presnell.

1932

George Preston Marshall, Vincent Bendix, Jay ÒBrien, e M. Dorland Doyle vengono autorizzati a creare una nuova franchigia a Boston il 9 di luglio. Nonostante la presenza di due esordienti come l’halfback Cliff Battles e il tackle Glen (Turk) Edwards, la nuova squadra, chiamata i Boston Braves, entrano rapidamente in cattive acque dal punto di vista finanziario molti soldi e Marshall viene lasciato solo come unico proprietario della squadra.

Visto il periodo direttamente successivo alla Grande Depressione, le squadre che compongono la NFL in questa stagione scendono ad otto, questo sarà il numero più basso di squadre mai raggiunto dalla NFL.

Per la prima volta in NFL vengono tenute statistiche ufficiali. I Bears e gli Spartans finiscono la stagione in parità, e quindi per la prima volta, la lega decide allora di giocare un’ulteriore partita di regular season. A causa del freddo e della neve la partita si gioca indoor al Chicago Stadium, in un campo lungo solamente 80 yard con un muro tutto intorno. I goal post vengono spostati dalla side line alla goal line e, per sicurezza, le hashmarks, ovvero le linee che indicano dove va posizionata la palla ad inizio del gioco, vengono spostate 10 yard più interne al campo per toglierle da troppo vicino al muro.
È il 18 dicembre ed i Bears vincono 9 a 0, il touchdown vincente è segnato con un pass di due yard da Nagurski a Grange. Gli Spartans sostennnero che il pass di Nagurski fu lanciato da una distanza inferiore alle 5 yard dalla linea di scrimmage cosa che era vietata all’epoca, ma il gioco fu convalidato.

1933

La NFL, che fino ad ora aveva sempre seguito il regolamento del college football, fa una serie di significanti cambiamenti al regolamento e comincia a sviluppare regole valide solo all’interno della lega stessa.

Questa circostanza va sottolineata, infatti, da quest’anno in avanti, si può dire che la NFL assumerà una vita propria in via definitiva, infatti ancora oggi, le regole della NFL, sono uniche, le altre leghe, dai college al resto del mondo, non le adottano al 100%.
La modifica più importante è quella che legalizza il passaggio in avanti da qualunque posizione dietro la linea di scrimmage.

Grazie all’incontro supplementare dell’anno prima, vengono modificate le posizioni degli hasmarks, e dei goal post, oltre alle posizioni della goal line.

In parole povere, nel 1933 si entra nel primo vero anno di maturità della lega, le basi del gioco che conosciamo oggi, vengono poste proprio in questa stagione.
Un primo esempio concreto è la proposta di Marshall e Halas che fa dividere la lega in due division, in modo tal che le due squadre campioni si andranno ad affrontare nel Championship game, un sistema che, con le dovute modifiche, è in vigore ancora adesso.
Inoltre, un buon segno di crescita è l’ingresso di tre nuove franchigie, i Pittsburgh Pirates di Art Rooney, i Philadelphia Eagles di Bert Bell e Lud Wray e i Cincinnati Reds.

Contemporaneamente gli Staten Island Stapleton si sospendono dalla lega per un anno, ma in realtà non torneranno mai più.
Halas rileva la parte di Sternaman e diventa l’unico proprietario dei Bears e si auto nomina capo allenatore.

Contemporaneamente Marshall cambia il nome dei Boston Braves in Boston Redskins e David Jones vende i Chicago Cardinals a Charles W. Bidwill.
Il 17 Dicembre allo storico stadio di baseball Wrigley Field di Chicago, si disputa il primo NFL Championship Game della storia, Chicago i Bears, campioni della Western Division, battono i New York Giants, campioni della Eastern division per 23 a 21.

La NFL diventa finalmente una lega professionistica a tutti gli effetti, e sebbene sia sata fondata nel 1920, a nostro avviso è dal 1933 che muove i primi veri passi. Ci vorranno ancora oltre 30 anni per diventare la lega sportiva più popolare della nazione, ma le premesse erano già ottime.

1934

Il 1934 si inaugura con l’acquisto dei Portsmouth Spartans, da parte di G.A. Richards l’immediato spostamento a Detroit, dove vengono rinominati Lions. Un altro pilastro della NFL moderna è nato.

Il football professionistico guadagna nuovo prestigio quando il 31 agosto, i Bears giocarono contro i migliori giocatori di college nel primo Chicago College All-Star Game. La partita finisce 0-0 davanti a 79,432 al Soldier Field.
In questa stagione i Cincinnati Reds perdono le prime otto partite e sono anche sospesi dalla lega per mancanze nei pagamenti.

I St. Louis Gunners, una squadra fino ad allora indipendente, entrano nella lega comprando la franchigia di Cincinnati e riescono vincere almeno una partita nelle ultime tre giornate di campionato.
Il Rookie Beattie Feathers dei Bears diventa il primo runningback che riesce a guadagnare oltre le 1000 yard in stagione, con un total yardage di 1004 in 101 portate.

La partita del Thanksgiving Day tra Chicago Bears e Detroit Lions viene trasmessa per la prima volta alla radio con speaker Graham McNamee per la Nbc, ed anche qua, ci piace fare notare come questa tradizione di giocare in quel giorno, con in campo i Lions vive ancora adesso.

Nel NFL Championship game del 1934, giocato il 9 dicembre in una giornata freddissima al Polo Grounds di New York, i Giants sono sotto 13-3 contro i Bears nel terzo quarto quando decidono di cambiare le scarpe,indossando scarpe da basket per una migliore presa sul terreno e vinceranno 30-13 in quello che viene ricordato come lo Sneaker Game.
Al termine della stagione, viene per la prima volta introdotta una waiver rule sui giocatori.

1935

Un altro passo vero la lega che conosciamo oggi, viene fatto nel 1935, infatti in questo anno la NFL adotta la proposta di Bert Bell per tenere un draft annuale dei giocatori di college a partire dal 1936 con le squadre che selezionano i giocatori in ordine inverso rispetto alla classifica del campionato. Le hashmarks vengono nuovamente spostate verso il centro del campo, a 15 yard dalla sideline.
L’All-America Don Hutson di Alabama viene messo sotto contratto da Green Bay.

Ad aggiudicarsi il titolo saranno i Lions che sconfiggono i Giants col punteggio di 26-7 nel Championship Game del 15 Dicembre.

1936

Un ennesimo passo in avanti verso la modernita , avviene nel 1936, infatti per la prima volta non ci sono cambiamenti tra le franchigie dalla formazione della NFL e tutte le squadre giocano lo stesso numero di partite.
L’8 febbraio gli Eagles fanno diventare l’halfback dell’Universita di Chicago e vincitore dell’Heisman Trophy Jay Berwanger il primo giocatore draftato nella storia della NFL. Gli Eagles cedettero i loro diritti sulla scelta ai Bears ma Berwanger non giocò mai nella NFL.

Il primo giocatore selezionato che firmò un contratto fu la scelta numero due, Riley Smith di Alabama, selezionato da Boston.
Contemporaneamente peroò, viene formata una lega rivale che divenne la seconda a chiamarsi American Football League. Saranno i Boston Shamrocks a vincere quella lega.
A causa dello scarso numero di spettatori Marshall (proprietario del team ospitante) decide di spostare Championship Game da Boston al Polo Grounds di New York. Il 13 dicembre sono i Packers a vincere il titolo sconfiggendo i Redskins per 21-6.

1937

Il 12 febbraio Homer Marshman ottiene una franchigia a Cleveland che chiamerà i Rams. Allo stesso tempo Marshall sposta i Redskins a Washington, D.C. il 13 febbraio e ingaggia Sammy Baugh da TCU, che trascina la squadra alla vittoria 28-21 contro i Bears nell’NFL Championship Game del 12 dicembre.
I Los Angeles Bulldogs vincono 8 partite su 8 e conquistano il titolo nella AFL, ma subito dopo la lega fallisce, dopo solo due anni di vita.

Ma non sarà l’ultima volta che sentiremo parlare di AFL.

1938

Hugh Ray diventa il technical advisor sulle regole e sugli arbitri della NFL, su suggerimento di Halas.
Inoltre, viene introdotta la prima regola che protegge il quarterback, ovvero una la penalità di 15-yard per violenza sul QB (roughing the passer)
Il rookie Byron White dei Pittsburgh Pirates risulta essere il migliore corridore della lega per numero di yard guadagnate.

L’11 dicembre i Giants battono i Packers 23-17 per il titolo della NFL.
Grazie all’idea di tre persone influenti nel settore e nella stampa, viene fondato il Pro Bowl game tra la squadra campione NFL e una squadra di all-stars.

1939

I New York Giants battono le Pro All-Stars per 13-10 nel primo Pro Bowl, disputato al Wrigley Field di Los Angeles il 15 gennaio.
Carr, presidente NFL dal 1921, muore a Columbus il 20 maggio e viene sostituito da Carl Storck che viene nominato nuovo presidente il 25 maggio.

Una partita NFL viene tele-trasmessa la prima volta quando la NBC riprende l’incontro tra Brooklyn Dodgers e Philadelphia Eagles dall’Ebbets Field, casa dei più famosi Dodgers della MLB, e mostrata in circa 1000 cine-teatri nella città di New York.
Il 10 dicembre Green Bay batte New York 27-0 nel Championship Game disputato a Milwaukee. Il numero di spettatori totali della stagione supera per la prima volta la quota di un milione raggiungendo 1.071.200.

1940

Si forma una ennesima lega rivale formata da sei squadre, la terza della storia a chiamarsi American Football League, e i Colombus Bullies ne vincono il campionato.
I Bears di Halas con l’aiuto di un secondo coach come Clark Shaughnessy da Stanford, battono i Redskins 73-0 nel Championship Game disputato l’8 dicembre. La partita, che rimane ancora oggi la vittoria con piu ampio margine nella storia della NFL, rende i Bears molto popolari in tutta la nazione.
I Bears giocano con delle innovazioni tecniche come una T-formation e l’uso del man-in-motion.

Griffith Stadium 1940

Questa partita inoltre fu il primo Championship trasmesso su un network di radio, il Mutual Broadcasting System che trasmise il segnale a 120 stazioni e pagò 2500$ per i diritti di trasmissione.
Art Rooney vende la franchigia di Pittsburgh ad Alexis Thompson il 9 dicembre, e compra una parte dei Philadelphia Eagles.

Successivamente, Bell e Rooney, si scambiano la proprietà degli Eagles con quella dei Pirates di Thompson, ed infine rinominano la loro squadra Steelers.

1941

L’1 marzo Elmer Layden viene nominato primo Commissioner della NFL mentre Storck, si dimette come presidente il 5 aprile. Il quartier generale della NFL viene spostato a Chicago.
Homer Marshman vende i Rams a Daniel F. Reeves e Fred Levy, Jr.

Le regole della lega vengono modificate per permettere la disputa dei playoff in caso di parità nella corsa al titolo di division e vengono introdotti per la prima volta gli overtime con sudden-death (ovvero chi primo segna vince) nel caso una partita di playoff sia in parità. Per la prima volta viene pubblicato un NFL Manual Record.
Columbus rivince il titolo nella AFL, ma anche questa lega fallisce dopo soli due anni di esistenza, come la precedente.

I Bears ed i Packers finiscono in testa a pari merito nella Western Division, dando vita al primo playoff divisionale nella storia della lega. I Bears vincono 33-14, e batteranno poi i Giants 37-9 per l’NFL championship il 21 dicembre.

1942

L’alto numero di giocatori in partenza per la Seconda Guerra Mondiale svuota i roster delle squadre NFL. Halas lascia i Bears a metà stagione per entrare in marina lasciando il ruolo di allenatore a Luke Johnson e Heartley Anderson che riescono a portare la squadra ad un record di 11-0 nella stagione regolare. Il 13 dicembre i Redskins battono i Bears 14-6 nel NFL Championship Game.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Huddle Magazine è pubblicato con una licenza