La storia del football americano

1984

Il 22 gennaio i Los Angeles Raiders battono i Washington Redskins per 38-9 nel Super Bowl XVIII giocato al Tampa Stadium. La partita raggiunge il 46.4 di rating e il 71.0 di share.
Il 20 marzo un gruppo di 11 investitori, con a capo H.R. Bright compra i Dallas Cowboys da Clint Murchison Jr., ed il presidente del club Tex Schramm viene nominato general manager.
Sempre il 20 marzo Wellington Mara viene nominato presidente della NFC.

Il 21 marzo Patrick Bowlen compra la maggioranza della proprietà dei Denver Broncos da Edgar Kaiser, Jr.
Il 28 marzo i Colts, con una mossa a sorpresa nel bel mezzo della notte, si trasferiscono da Baltimore a Indianapolis, ed il loro nuovo stadio sarà lo Hoosier Dome.
Nel meeting del 23-25 maggio i proprietari NFL assegnano due nuovi Super Bowl: il Super Bowl XXI sarà giocato il 25 gennaio 1987 al Rose Bowl di Pasadena, mentre il Super Bowl XXII, sarà giocato il 31 gennaio 1988 al Jack Murphy Stadium di San Diego.
I New York Jets spostano le loro partite casalinghe al Giants Stadium di East Rutherford, New Jersey, facendo del Giants Stadium l’unico caso in cui uno stadio ospita entrambe le squadre NFL della città.
Il 28 agosto Alex G. Spanos acquista la maggioranza della proprietà dei San Diego Chargers da Eugene V. Klein.
Il 2 dicembre gli Houston Oilers battono i Pittsburgh Steelers per 23-20 nella 100° gara finita ai supplementari in regular-season da quando è stata introdotta la regola nel 1974.
In stagione vengono segnati diversi record: Dan Marino QB di Miami realizza ben 5.084 yard su passaggio segnando anche 48 touchdowns, ci vorranno 30 anni ed una completa trasformazione della filosofia offensiva della NFL, per arrivare a superare questo record.

Sul terreno invece è Eric Dickerson, RB dei Los Angeles Rams a battere tutti i record, realizzando ben 2.105 yard guadagnate su corsa nell’intera stagione. Il record è ancora valido tuttora e sarà molto difficile che venga mai superato.

Il WR dei Washington Redskins, Art Monk riceve 106 passaggi in stagione, ed è destinato a stabilire in seguito il record per il maggior numero di ricezioni effettuate in carriera, prima di essere, giustamente, superato da Jerry Rice e da tanti altri, approfittando anche dell’evoluzione in passing league della NFL attuale.

Al tempo stesso Walter Payton, leggendario RB dei Chicago Bears batte il record di Jim Brown per yard corse in carriera arrivando a 13.309.

Per la quinta regular season consecutiva il numero di spettatori risulta in aumento: per la precisione 13.398.112 paganti con una media di 59.813 a partita. Le squadre segnano una media di 42.4 punti a partita, la seconda più alta dalla fusione del 1970.

1985

Il 20 gennaio allo Stanford Stadium di Stanford, California i San Francisco 49ers battono i Miami Dolphins per 38-16 nel Super Bowl XIX con in campo due grandi QB che hanno poi fatto la storia di questo sport: Joe Montana e Dan Marino. La partita è l’evento televisivo in diretta più visto nella storia americana ed il Presidente Ronald Reagan, che riceve il suo secondo mandato proprio prima del lancio della monetina, è uno dei 115.936.000 spettatori. La partita raggiunge il 46.4 di rating e il 63.0% di share A questi vanno aggiunti 6 milioni di spettatori nel Regno Unito e un numero simile anche in Italia. Il Super Bowl XIX ha avuto un impatto diretto di 113.5 milioni di dollari solo nella San Francisco Bay area.
Il 6 marzo NBC Radio e NFL firmano un accordo biennale che garantisce alla radio i diritti di 37 partite a stagione (27 di regular season e 10 di playoffs).
Nel loro meeting annuale dal 10 al 15 marzo i proprietari NFL assegnano due Super Bowl: il Super Bowl XXIII, che sarà giocato il 22 gennaio 1989 al Dolphins Stadium di Miami ed il super Bowl XXIV, che sarà giocato il 28 gennaio 1990 al Louisiana Superdome di New Orleans.

Il 29 aprile Norman Braman, in partnership con Edward Leibowitz, compra i Philadelphia Eagles da Leonard Tose.
Il 30 aprile Bruce Smith, defensive lineman di Virginia Tech selezionato da Buffalo, è la prima scelta assoluta al draft del 1985, la sua sarà una grande carriera.

Il 3 giugno un gruppo capeggiato da Tom Benson Jr. acquista la proprietà dei New Orleans Saints da John W. Mecom Jr.
Il 23 maggio l’assemblea dei proprietari NFL stabilisce che verranno disputate una serie di partite di preseason oltreoceano a partire dal 1986, con una partita giocata in Inghilterra/Europa e/o una in Giappone ogni anno. La partita sarà la quinta di preseason per le squadre coinvolte e la selezione delle squadre impegnate in questo incontro sarà sotto il controllo diretto del Commissioner.
Viene approvata la conversione di tutti i filmati in formato videotape per permettere le analisi tattiche da parte dello staff degli allenatori delle squadre.
Il 15 ottobre il Commissioner Rozelle viene autorizzato a prolungare l’assegnazione ad Honolulu dell’ AFC-NFC Pro Bowl per gli anni 1988, 1989 e 1990.
Nel weekend del 27-28 ottobre la NFL segna il record di spettatori paganti con 902.657 biglietti venduti.

Il 2 dicembre il Monday Night Football viene giocato a Miami, tra i Dolphins ed i Chicago Bears che in quel momento stanno dominando la NFL, hanno infatti un record di 12-0 e si avviano a ripetere l’impresa dei Dolphins del 1972 nel realizzare la perfect season, ma quella sera le cose andranno diversamente. Un Dan Marino stellare, trascina i Dolphins in una vittoria epica, che infatti ancora oggi viene ricordata come una delle più grandi partite di sempre mai viste su un campo NFL. Anche i freddi numeri lo confermano, infatti questa partita ha il più alto rating, 29.6 con uno share di 46.0 di ogni partita trasmessa in prima serata. La partita viene vista in più di 25 milioni di abitazioni.
La NFL incrementa i suoi rating di ascolto con tutti e tre i networks guadagnando il 4% con la NBC, il 10% con CBS, e il 16% con ABC.

bears dolphins 1985

1986

Il 26 gennaio i Chicago Bears battono i New England Patriots per 46-10 nel Super Bowl XX giocato al Louisiana Superdome, in una delle vittorie più dominanti e scontate della storia.

I Patriots hanno guadagnato il diritto ad affrontare i Bears diventando la prima squadra proveniente da wild card a vincere tre partite consecutive fuori casa durante la postseason.

La partita, trasmessa dalla NBC, diventa il programma più visto nella storia della televisione, superando l’ultima puntata di M*A*S*H, con un’audience di 127 milioni di telespettatori.

In aggiunta ad un rating del 48.3 e ad un share del 70% negli Stati Uniti, il Super Bowl XX viene trasmesso anche in 59 paesi. Circa 300 milioni di cinesi vedono la partita registrata nel mese di marzo. NBC Radio dichiara 10 milioni di ascoltatori.
L’11 marzo i proprietari deliberano la limitazione nell’uso dell’instant replay come aiuto agli arbitri, proibiscono ai giocatori di indossare qualsiasi cosa porti nomi legati ad organizzazioni commerciali o messaggi personali.

Il 29 luglio dopo 11 settimane di processo la Corte Distrettuale di New York concede alla United States Football League la cifra simbolica di 1 dollaro di risarcimento nella causa antitrust (da 1.7 miliardi di $) intentata contro la NFL. La giuria ha respinto ogni reclamo USFL relativo alle televisioni.

La USFL dichiara cosi fallimento.

Il 3 agosto i Chicago Bears battono i Dallas Cowboys per 17-6 al Wembley Stadium di Londra nel primo American Bowl disputato in Europa. La partita viene vista da ben 82.699 spettatori e la trasmissione in UK raggiunge il 12.4 di rating e il 36% di share.
Il Monday Night Football, trasmesso dalla ABC per la diciassettesima stagione consecutiva, diventa il programma di prima serata dalla permanenza più lunga, nella storia della televisione americana.

1987

I New York Giants battono i Denver Broncos 39-20 nel Super Bowl XXI e vincono il loro primo titolo NFL dal 1956. La partita, giocata al Rose Bowl di Pasadena, registra un tutto esaurito da 101.063 spettatori. Secondo la A.C. Nielsen la trasmissione della CBS viene vista da 122.64 milioni di spettatori, seconda nel libro dei record dietro il Super Bowl XX. La partita viene vista in diretta o in registrata in 55 nazioni straniere e la trasmissione radio della NBC viene ascoltata da 10.1 milioni di persone.
Il 15 marzo a Maui si tiene il meeting annuale della NFL e viene prolungato di tre anni il contratto con ABC, CBS e NBC, dal 1987-89. Il Commissioner Pete Rozelle ed Art Modell (Presidente del Comitato TV) annunciano anche un contratto triennale con la ESPN per trasmettere 13 partite in prime-time a stagione. Il contratto con la ESPN è il primo contratto che la NFL stipulata con una tv via cavo.

La ESPN potrà trasmettere la partita nella città della squadra ospite e della squadra di casa solo se c’è il tutto esaurito con 72 ore di anticipo.
Uno speciale programma di sostegno viene adottato per circa 1.000 ex giocatori NFL che hanno giocato prima dell’adozione del Bert Bell NFL Pension Plan. I giocatori che hanno giocato almeno cinque anni nella lega prima del 1959 riceveranno $60 al mese per ogni anno di gioco per il resto della loro vita. Saranno oltre 400 i giocatori ad usufruire di questa tutela.
Il 7 aprile la NFL e la CBS Radio firmano un accordo che garantisce alla CBS i diritti di 40 partite a stagione dal 1987 al 1989.
Il 20 maggio dall’assemblea dei proprietari NFL viene designata Tampa Bay come città ospitante il Super Bowl XXV, che verrà giocato il 27 gennaio 1991.
Il debutto della NFL sulla ESPN produce subito record per i programmi sportivi trasmessi via cavo. La partita giocata il 16 agosto tra Chicago e Miami raggiunge l’8.9 di rating in 3.81 milioni di case. Questo record viene battuto già solo dopo due settimane per la partita dei Los Angeles Raiders a Dallas che raggiunge il 10.2 di rating in 4.36 milioni di case.

La stagione 1987 viene ridotta di una giornata a causa dello sciopero di 24 giorni dei giocatori. Lo sciopero viene indetto dalla NFLPA il 22 settembre dopo il Monday Night Football tra New England Patriots e New York Jets. Le partite previste per il terzo weekend vengono cancellate e le partite delle giornate 4, 5 e 6 vengono giocate con i cosiddetti replacements players, ovvero giocatori non iscritti alla NFLPA e che vengono messi sotto contratto appositamente durante uno sciopero. Da noi li chiamerebbero “crumiri”.

I giocatori in sciopero ritornano effettivamente in campo alla settima giornata, il 25 ottobre.
Il 31 ottobre una trade a tre squadre coinvolge 10 tra giocatori e scelte al draft: i Los Angeles Rams cedono il running back Eric Dickerson agli Indianapolis Colts in cambio di sei scelte al draft e due giocatori. I Buffalo Bills ottengono i diritti per il linebacker Cornelius Bennett da Indianapolis, in cambio di Greg Bell e 3 scelte al draft.

I Colts aggiungono Owen Gill tre ulteriori scelte al draft per completare l’accordo con i Rams.
Il 6 dicembre la partita tra Chicago Bears e Minnesota Vikings diventa l’evento più visto nella storia della tv via cavo con un rating di 14.4 e 6.5 milioni di case raggiunte.

strike 1987 nfl

1988

I Washington Redskins battono i Denver Broncos per 42-10 nel Super Bowl XXII conquistando il loro secondo Lombardi Trophy della decade. La partita viene giocata al Jack Murphy Stadium di San Diego davanti ad uno stadio tutto esaurito con 73.302 persone.

Secondo la A.C. Nielsen, la partita trasmessa dalla ABC viene vista da 115.000.000 di persone. La partita viene inoltre vista in altri 60 paesi inclusa la Cina. La partita trasmessa via radio dalla CBS Radio, viene ascoltata da 13.7 milioni di persone.
Il 10 marzo con una decisione unanime per 3-0, la seconda Corte di Appello di New York ribalta il verdetto del 1986 che prevedeva che la NFL desse 1 dollaro alla USFL nella causa antitrust fatta dalla seconda lega. In 91 pagine di sentenza il giudice Judge Ralph K. Winter stabilisce che la USFL ha cercato attraverso vie legali di ottenere il successo che non aveva trovato negli appassionati di football.

Dal 14 al 18 marzo, nel meeting annuale, i proprietari NFL votano a maggioranza (23-5) di continuare ad utilizzare l’instant replay per la terza stagione consecutiva, mentre il tempo per iniziare l’azione, ovvero quello che viene mostrato sul play clock dello stadio, passa da 30 a 45 secondi.
I proprietari NFL inoltre approvano il trasferimento dei Cardinals da St. Louis a Phoenix, approvano anche due giri di draft supplementari all’anno prima dei training camp estivi ed uno ulteriore prima dell’inizio della regular season e votano di iniziare a giocare una serie di partite in Asia/Giappone a partire dalla preseason del 1989.

Il 25 agosto Art Rooney, fondatore e proprietario degli Steelers, muore a 87 anni. Il 4 settembre Johnny Grier diventa il primo referee (Capo arbitro) afro-americano nella storia NFL.
Il 16 dicembre il Commissioner Pete Rozelle annuncia che due squadre giocheranno una partita di preseason il 6 agosto al Korakuen Tokyo Dome in Giappone.

1989

I San Francisco 49ers battono i Cincinnati Bengals per 20-16 nel Super Bowl XXIII, con un drive finale di Joe Montana che tiene incollati alla tv tutti gli appassionati fino all’ultimo secondo. La partita, giocata per la prima volta al Joe Robbie Stadium di Miami, registra un tutto esaurito da 75.129 spettatori.

La NBC riprende la partita che viene vista da circa 110.780.000 di persone, diventando il sesto programma più visto nella storia della televisione americana. La partita viene vista anche in oltre 60 paesi inclusa la Cina, al contempo la CBS Radio trasmette via etere l’evento per 11.2 milioni di ascoltatori.
Il 22 marzo durante l’annuale incontro tra i proprietari NFL, che si tiene a Palm Desert, California il Commissioner Pete Rozelle annuncia il suo ritiro e per cercare il successore vene nominato un comitato di sei persone: Lamar Hunt, Wellington Mara, Art Modell, Robert Parins, Dan Rooney e Ralph Wilson.
Sempre in quel meeting i proprietari decidono a maggioranza (24-4) di continuare ad utilizzare l’instant replay, di introdurre un maggiore controllo sugli steroidi anabolizzanti e sui prodotti che li mascherano. I club NFL decidono anche di prendere misure disciplinari contro i finti infortuni e adottano nuove regole sul personale.

Il 1 Aprile, vengono messi sotto contratto 229 unconditional free agents, dalle squadre NFL, la cui posizione verrà valutata al termine del training camp.
Il 18 aprile Jerry Jones compra la maggioranza dei Dallas Cowboys da H.R. Bright.
Lo stesso giorno Tex Schramm viene nominato Presidente della nuova World League of American Football e lavorerà insieme ad un comitato di sei persone: Dan Rooney, Norman Braman, Lamar Hunt, Victor Kiam, Mike Lynn, e Bill Walsh.
Il 24 maggio NFL e CBS Radio si accordano per la trasmissione di 40 partite via radio fino alla stagione 1994.

Il 24 maggio i proprietari NFL assegnano il Super Bowl XXVI, a Minneapolis per il 26 gennaio 1992.
Il 10 settembre, giorno di inizio del campionato, dei 229 free agents, 111 vengono effettivamente inseriti nei roster come titolari, 23 nelle reserve list, 92 sono tagliati e 3 si ritirano al gioco.
Il 3 ottobre Art Shell viene nominato capo allenatore dei Los Angeles Raiders diventando cosi il primo head coach di colore nella storia NFL da quando Fritz Pollard allenò gli Akron Pros nel 1921.
Il 19 ottobre viene annunciato lo spostamento dal Candlestick Park allo Stanford Stadium della partita tra 49ers e Patriots a causa del terremoto che ha colpito la baia il 17 ottobre.

Il 26 ottobre Paul Tagliabue diventa il settimo Commissioner della NFL succedendo cosi a Pete Rozelle, dopo sei votazioni.
Il 5 novembre a mezzanotte e un minuto avviene il trasferimento dei poteri da Rozelle a Tagliabue.
Il 6 novembre la NFL Charities dona 1 milione di dollari alle vittime del terremoto della Bay Area.
Le partite NFL vengono viste da 17.399.538 spettatori, un nuovo record assoluto della lega. La media di presenze a partita in regular season è di 60.829 ed è ovviamente un altro nuovo record NFL.

1990

Il 28 gennaio i San Francisco 49ers battono i Denver Broncos per 55-10 nel Super Bowl XXIV disputato al Louisiana Superdome. San Francisco raggiunge cosi Pittsburgh come unica squadra ad aver vinto quattro Super Bowls, e lo ottiene tutti in un’unica decade con Joe Montana alla guida dell’attacco.
Il 16 febbraio la NFL annuncia modifiche alle regole di eleggibilità nel draft. I giocatori junior, ovvero quelli al terzo anno possono diventare eleggibili, a patto che annuncino esplicitamente di rinunciare al loro ultimo anno (senior year) e di essere disponibili per il draft NFL.

Il 27 febbraio il Commissioner Paul Tagliabue annuncia che le squadre giocheranno 16 partite in 17 giornate nel 1990 e nel 1991 e sedici partite in 18 giornate nel 1992 e 1993.
La NFL rivede ancora una volta il formato dei playoff ed include ulteriori due wild card team (per ogni conference) che porta il totale a 6 wild card team.

Il Commissioner Tagliabue e il capo del comitato addetto alle trasmissioni tv, Art Modell, annunciano la stipula di un contratto con la Turner Broadcasting per la trasmissione di 9 partite della domenica sera.
Il 12 marzo, nel corso dell’incontro annuale tenuto ad Orlando, un nuovo contratto di quattro anni (1990-93) viene ratificato con ABC, CBS, NBC, ESPN, e TNT. In questo modo la NFL avrà entrate ulteriori per un totale di 3.6 miliardi di dollari, il più grande accordo stipulato nella storia dei diritti televisivi.

La NFL annuncia la possibilità di aumentare il numero degli American Bowl di preseason, in aggiunta a Londra e Tokyo vengono previste partite a Berlino e Montreal.
Sempre nel corso del meeting, per il quinto anno consecutivo, i proprietari NFL votano a favore (21-7) do un uso limitato dell’instant replay: a partire dal 1990, gli arbitri addetti al replay avranno due minuti di tempo per prendere una decisione. Questo si è reso necessario perchè si ritiene che la lunghezza delle partite NFL fosse eccessiva, viste anche le continue ed illimitate possibilità di visione del replay che hanno gli arbitri.

Il Commissioner Tagliabue annuncia la creazione di un comitato per analizzare le possibili espansioni ed un riallineamento delle conference e divisions della NFL, è la base del lavoro che porterà poi all’attuale NFL di 32 squadre. Inoltre, a 12 ex giocatori viene dato l’incarico di consulenti.
Il 25 aprile il Dr. John Lombardo viene incaricato dalla NFL per controllare l’uso degli steroidi anabolizzanti, mentre il Dr. Lawrence Brown viene incaricato di supervisionare l’eventuale abuso di altre sostanze illecite.

Il 23 maggio i proprietari NFL assegnano il Super Bowl XXVIII del 1994 al Georgia Dome di Atlanta.
Il 12 luglio il Commissioner Paul Tagliabue nomina il capo arbitro Jerry Seeman, che si ritira al contempo dall’attività come coordinatore degli arbitri NFL al posto di Art McNally dimissionario dopo 31 anni di attività.
Dal 4 all’11 agosto si svolge l’NFL International Week con quattro partite di preseason disputate a Tokyo, Londra, Berlino e Montreal. Più di 200.000 spettatori in tre diversi continenti seguono le quattro partite.
Il 20 settembre il Commissioner Paul Tagliabue presenta il programma NFL Teacher of the Month in cui la lega fornisce aiuti a quegli insegnanti delle scuole elementari e medie che riescono ad avere una influenza positiva sui ragazzi grazie alla NFL.

Il primo ottobre, per la prima volta dal 1957, tutti i club NFL hanno almeno una partita vinta nelle prime quattro partire di regular season giocate.
L’8 ottobre il trofeo per giocatore che viene eletto MVP del Super Bowl viene rinominato Trofeo Pete Rozelle.
Il totale di spettatori paganti nel 1990 è di 17.665.671, ancora una volta la più alta nella storia. La media di spettatori per singola partita nella regular season è di 62.321 e sorpassa quella record della stagione 1989.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Huddle Magazine è pubblicato con una licenza