Il riassunto di Week 9 NFL

Con Jaguars, Lions e Niners a riposo, cambia la fisionomia delle due Conference NFL in vetta: in AFC ci sono Chiefs e Ravens a guidare il gruppo, mentre in NFC gli Eagles mettono due vittorie di distacco tra sé e i primi inseguitori.

I Cowboys spaventano Philadelphia, ma i vice campioni in carica strappano la vittoria in volata. Le corse vincenti di Kenneth Gainwell e di un grande Jalen Hurts (17/23 per 207 yard e 2 TD pass) sono pareggiate dai primi due touchdown pass di giornata del super Dak Prescott (29/44 per 374 yard e 3 TD pass) e a decidere la sfida all’intervallo è il field goal da 51 yard di Brandon Aubrey. Hurts alza nuovamente l’asticella nel terzo periodo, lanciando DeVonta Smith e A.J. Brown in end zone, ma Prescott non demorde e, con l’aiuto di un eccezionale CeeDee Lamb (11 ricezioni per 191 yard), guida la rimonta, che si infrange allo scadere a quattro yard dal touchdown del sorpasso. Perdono terreno anche i Seahawks, demoliti dagli scatenati Ravens. Lamar Jackson (21/26 per 187 yard) non incide al lancio, ma due rushing touchdown di Gus Edwards, uno dello scatenato Keaton Mitchell (9 portate per 138 yard e 1 TD) e tre field goal di Justin Tucker mettono ampio margine di punteggio, soprattutto perché una difesa straordinaria, guidata da Kyle Van Noy (2 tackle, 2 sack, 1 tackle for loss, 1 fumble forzato), tiene Geno Smith (13/28 per 157 yard e 1 INT) ai minimi storici. In pieno garbage time c’è spazio anche per il primo touchdown a Baltimore di Odell Beckham, su lancio di Tyler Huntley.

I Ravens condividono il primo posto di Conference con i Chiefs, vincenti a Francoforte nel big match contro i Dolphins. Il primo tempo di Kansas City è da sogno, culminato dai touchdown pass di Patrick Mahomes (20/30 per 185 yard e 2 TD pass) e dalla superba giocata di Bryan Cook, che riporta per 59 yard un fumble del grande ex Tyreek Hill (8 ricezioni per 62 yard) fino alla end zone avversaria. Sono i punti che, di fatto, decidono la sfida, perché nel secondo tempo Tua Tagovailoa (21/34 per 193 yard e 1 TD pass) trova Cedrick Wilson in end zone, Raheem Mostert aggiunge una corsa vincente, ma i due drive finali non regalano a Miami il tanto sperato pareggio. Prosegue la rinascita dei Bengals, che mettono i Bills al tappeto. Josh Allen (26/38 per 258 yard con 1 TD pass e 1 INT) risponde presente al primo squillo di giornata di uno straordinario Joe Burrow (31/44 per 348 yard e 2 TD pass), dopodiché la partita ha un solo padrone. Joe Mixon e Drew Sample allargano la forbice in favore di Cincinnati, mentre Germaine Pratt (11 tackle) e Mike Hilton (10 tackle) tengono a bada l’attacco avversario. Allen prova a riaprire la questione con il touchdown pass finale per Stefon Diggs, ma i padroni di casa riescono ad azzerare il cronometro e a vincere la sfida.

Pubblicità

Ai piani alti di AFC ci sono anche gli Steelers, che piegano i Titans nel finale di un intenso Thursday Night. La partita viaggia sui binari dell’equilibrio, con Najee Harris e Derrick Henry a spartirsi un rushing touchdown e Nick Folk a centrare i pali per tre volte contro le due dell’avversario Chris Boswell. Tennessee mantiene dunque un minimo vantaggio, ma il rookie Will Levis (22/39 per 262 yard e 1 INT) non ripete lo straordinario esordio e Alex Highsmith (4 tackle, 2 sack, 2 tackle for loss) e compagni lo tengono all’asciutto nel quarto periodo. Kenny Pickett (19/30 per 160 yard e 1 TD pass), invece, ha ancora un asso nella manica e Diontae Johnson regala a Pittsburgh il successo. Assolutamente nessun problema per i Browns, che annullano i Cardinals. L’esordio di Clayton Tune (11/20 per 58 yard e 2 INT) è da dimenticare e Arizona non riesce a smuovere la casella “zero” alla voce punti segnati. Al contrario, è positivo il rientro di Deshaun Watson (19/30 per 219 yard e 2 TD pass). I touchdown pass per uno straordinario Amari Cooper (5 ricezioni per 139 yard e 1 TD pass) e per David Njoku bastano e avanzano, mentre la difesa mette a ferro e fuoco Tune con 7 sack, opera soprattutto di Dalvin Tomlinson (4 tackle, 2.5 sack, 1 tackle for loss).

Un mostruoso C.J. Stroud (30/42 per 470 yard e 5 TD pass) guida i Texans alla vittoria contro i Buccaneers con la prestazione dell’anno fin qui. La prima scelta allo scorso Draft risponde colpo su colpo ai touchdown pass del combattivo avversario Baker Mayfield (21/30 per 265 yard e 2 TD pass) e alle corse vincenti del ritrovato Rachaad White, esaltando uno a uno tutti i suoi ricevitori: da Noah Brown (6 ricezioni per 153 yard e 1 TD) a Dalton Schulz (10 ricezioni per 130 yard e 1 TD), passando per Tank Dell (6 ricezioni per 114 yard e 1 TD) e Nico Collins. Nonostante gli sforzi profusi e il field goal da 29 yard del runningback Dare Ogunbowale, che sostituisce l’infortunato Ka’imi Fairbairn, Mayfield lancia Cade Otton in end zone a 46 secondi dal termine e sembra sancire la sconfitta di Houston. Stroud, però, vuole entrare nella leggenda e si garantisce il record di passing yard nella storia della franchigia e per un rookie nella storia NFL (470) e pareggia il primato di touchdown pass (5) per un esordiente con il lancio decisivo per 15 yard per Dell. Sono gli errori di un altro attesissimo rookie, Bryce Young (24/39 per 173 yard con 1 TD pass e 3 INT), a costare la sconfitta ai Panthers contro i Colts. La gestione oculata di Gardner Minshew (17/26 per 127 yard e 1 TD pass) e i field goal di Matt Gay sono pareggiati dal touchdown di DJ Chark, unica gioia di giornata di Young, e dal bis di Eddy Pineiro. A decidere la sfida, però, è la clamorosa prestazione di Kenny Moore (8 tackle, 2 INT), che riporta entrambi gli intercetti di giornata al quarterback avversario in touchdown, rispettivamente per 49 e 66 yard.

I Vikings rimontano i Falcons e regalano a Joshua Dobbs (20/30 per 158 yard e 2 TD pass) un esordio da non dimenticare. Atlanta inizialmente prende il sopravvento, in particolare grazie ai field goal dell’eccezionale Younghoe Koo, a segno da 52, 43, 23 e 54 yard. Dobbs, però, è in partita e pareggia i conti, prima con il touchdown pass per Alexander Mattison e poi con la corsa vincente da 18 yard. Jonnu Smith (5 ricezioni per 100 yard e 1 TD) esalta Taylor Heinicke (21/38 per 268 yard con 1 TD pass e 1 INT), Tyler Allgeier varca la end zone da 5 yard e i padroni di casa sembrano aver messo le mani sulla vittoria, ma è Brandon Powell a regalare il bis al quarterback ex Cardinals e con esso la vittoria finale, a 22 secondi dal termine. A quota 5-4 in NFC anche i Saints, che piegano la resistenza dei Bears. La partita è combattuta, merito di un altalenante Tyson Bagent (18/30 per 220 yard con 2 TD pass e 3 INT) e di un più saggio Derek Carr (25/34 per 211 yard e 2 TD pass). Alla lunga, a fare la differenza è Taysom Hill: l’eclettico quarterback, dopo aver varcato la end zone su ricezione, fa il bis al lancio, trovando Juwan Johnson in touchdown. Sono i punti che decidono la sfida, perché Paulson Adebo (7 tackle, 2 INT), Demario Davis (10 tackle, 1 sack, 1 tackle for loss) e compagni non lasciano occasioni di rimonta a Bagent.

Risalgono le quotazioni dei Chargers, senza pietà nel Monday Night contro i Jets. Los Angeles impone fin da subito la propria supremazia, sfruttando un bel punt return da 87 yard dello sgusciante Derius Davis. Austin Ekeler aggiunge un paio di rushing touchdown e, nonostante una partita abbastanza anonima di Justin Herbert (16/30 per 136 yard), il tutto è sufficiente contro Zach Wilson (33/49 per 263 yard), demolito da Joey Bosa (6 tackle, 2.5 sack, 1 tackle for loss, 1 fumble recuperato), Khalil Mack (5 tackle, 2 sack, 1 tackle for loss) e Tuli Tuipulotu (5 tackle, 2 sack, 2 tackle for loss). La meravigliosa ricezione volante di Keenan Allen rende tutto più bello per gli ospiti, che vincono senza problemi. Provano a crederci i Raiders, che, nonostante il terremoto della settimana con la cacciata dell’head coach Josh McDaniels e del general manager Dave Ziegler, vincono nettamente contro i derelitti Giants. New York perde Daniel Jones per un grave infortunio, che lo terrà fuori per tutto il resto della stagione, e il sostituto, Tommy DeVito (15/20 per 175 yard con 1 TD pass e 2 INT), fatica a carburare. Al contrario, l’attacco guidato da Aidan O’Connell (16/25 per 209 yard) funziona e colpisce con i rushing touchdown di Jakobi Myers e di Josh Jacobs (26 portate per 98 yard e 2 TD), a segno da 2 e 1 yard. Daniel Carlson centra i pali da 24, 46 e 41 yard, mentre Maxx Crosby (8 tackle, 3 sack, 3 tackle for loss) e la difesa di Las Vegas schiacciano DeVito sotto il peso di 8 sack.

Ben poco su cui sperare per i Patriots, sconfitti dai Commanders. Il colpo di giornata di Mac Jones (24/44 per 220 yard con 1 TD pass e 1 INT) e la strepitosa corsa vincente da 64 yard di Rhamondre Stevenson fanno ben sperare New England, ma l’attacco ferma la sua produzione nel secondo tempo. Ja’Whaun Bentley (13 tackle, 2 sack, 2 tackle for loss) fa il possibile per tenere a bada Sam Howell (29/45 per 325 yard con 1 TD pass e 1 INT), ma il quarterback trova la via della end zone sull’asse con Jahan Dotson, prima del field goal da 30 yard di Joey Slye. Il quarto periodo è dominato dai punt e il punteggio non cambia più, dando la vittoria a Washington. Tornano a vincere i Packers, cadono ancora i Rams. Senza Matthew Stafford, l’attacco di Brett Rypien (13/28 per 130 yard e 1 INT) non emoziona e mette soltanto tre punti a tabellone in tutta la partita. Al contrario, Jordan Love (20/26 per 228 yard e 1 TD pass) gioca una partita ordinata, culminata dal touchdown pass per Luke Musgrave, che chiude definitivamente i conti a quattro minuti dal termine.

I RISULTATI

Tennessee TITANS (3-5) @ Pittsburgh STEELERS (5-3) 16-20
Miami DOLPHINS (6-3)-Kansas City CHIEFS (7-2) 14-21 a Francoforte
Minnesota VIKINGS (5-4) @ Atlanta FALCONS (4-5) 31-28
Arizona CARDINALS (1-8) @ Cleveland BROWNS (5-3) 0-27
Los Angeles RAMS (3-6) @ Green Bay PACKERS (3-5) 3-20
Washington COMMANDERS (4-5) @ New England PATRIOTS (2-7) 20-17
Chicago BEARS (2-7) @ New Orleans SAINTS (5-4) 17-24
Seattle SEAHAWKS (5-3) @ Baltimore RAVENS (7-2) 3-37
Tampa Bay BUCCANEERS (3-5) @ Houston TEXANS (4-4) 37-39
Indianapolis COLTS (4-5) @ Carolina PANTHERS (1-7) 27-13
New York GIANTS (2-7) @ Las Vegas RAIDERS (4-5) 6-30
Dallas COWBOYS (5-3) @ Philadelphia EAGLES (8-1) 23-28
Buffalo BILLS (5-4) @ Cincinnati BENGALS (5-3) 18-24
Los Angeles CHARGERS (4-4) @ New York JETS (4-4) 27-6

BYE WEEK

Denver BRONCOS (3-5)
Jacksonville JAGUARS (6-2)
Detroit LIONS (6-2)
San Francisco 49ERS (5-3)

Alessio Salerio

Scopre il football nella notte dell'upset di Phoenix del 2008, se ne innamora quattro anni dopo grazie ai medesimi protagonisti. Ideatore della rubrica "Colori, episodi, emozioni", negli anni cambiata di nome, non nella sostanza.

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio