Il riassunto di Week 11 NFL

Dopo week 11 NFL c’è un nuovo padrone in vetta alla AFC, i Ravens, che sfruttano il passo falso dei Chiefs nel big match contro gli Eagles, sempre in assoluto controllo della NFC, per prendersi lo scettro. L’attesissimo Monday Night tra Kansas City e Philadelphia è meno esaltante del previsto, ma la sua conclusione è comunque da thriller. Patrick Mahomes (24/43 per 177 yard con 2 TD pass e 1 INT) guida i padroni di casa a un vantaggio in doppia cifra all’intervallo grazie ai touchdown pass per Justin Watson e Travis Kelce, mentre Jalen Hurts (14/22 per 150 yard e 1 INT) viene frenato dall’impeto di Chris Jones (5 tackle, 2 sack, 4 tackle for loss) e Trent McDuffie (4 tackle, 2 sack, 2 tackle for loss). Il quarterback, però, trova il modo di sfuggire alla difesa avversaria con le sue gambe e, a cavallo tra i due quarti finali, mette a segno un paio di decisivi rushing touchdown, da 10 e 1 yard. Nell’ultimo drive a disposizione, Mahomes trova il modo di spedire Marquez Valdes-Scantling in end zone per i punti del definitivo sorpasso, ma il wide receiver si lascia incredibilmente sfuggire il pallone di mano e gli Eagles sono corsari. Ottime notizie per i Ravens, che si aggiudicano un Thursday Night da incubo per i Bengals, sconfitti e privati di Joe Burrow (11/17 per 101 yard e 1 TD pass) per il resto della stagione. È lo stesso quarterback a regalare a Cincinnati l’unico vantaggio di serata, lanciando Joe Mixon in end zone, poi a scatenarsi è Lamar Jackson (16/26 per 264 yard e 2 TD pass): al suo fianco c’è l’alfiere Odell Beckham (4 ricezioni per 116 yard), ma anche Nelson Agholor e Rashod Bateman, che volano in touchdown per 37 e 10 yard. Dopo l’intervallo a mettere la partita in cassaforte pensano i field goal di Justin Tucker e la seconda corsa vincente di Gus Edwards e a nulla serve il touchdown pass di Jake Browning (8/14 per 68 yard e 1 TD pass) nel finale.

Vittoria al cardiopalma per i Browns, in volata contro gli Steelers. Cleveland, senza Deshaun Watson per il resto della regular season, prende margine nel primo tempo guidata da Dorian Thompson-Robinson (24/43 per 165 yard e 1 INT) e dalla corsa vincente di Jerome Ford da 1 yard. Pittsburgh, malamente timonata da Kenny Pickett (15/28 per 106 yard), si affida a uno straripante Jaylen Warren (9 portate per 129 yard e 1 TD) per mettere punti a tabellone e la risposta è un pazzesco rushing touchdown da 74 yard. Le giocate migliori, però, le mostrano le rispettive difese, con Myles Garrett (2 tackle, 2 sack, 2 tackle for loss) e Ogbo Okoronkwo (5 tackle, 1 sack, 4 tackle for loss) da una parte e T.J. Watt (6 tackle, 1 sack, 2 tackle for loss) dall’altra. Chris Boswell sigla il 10-10 da 28 yard, ma Thompson-Robinson ha un ultimo asso nella manica e lo sfodera nel drive finale, concluso dal decisivo field goal di Dustin Hopkins da 34 yard allo scadere. I Dolphins lottano e hanno ragione dei combattivi Raiders. Un acerbo Aidan O’Connell (24/41 per 271 yard con 1 TD pass e 3 INT) apre al meglio la sua partita, con un bel touchdown pass per 46 yard per Davante Adams, poi cade preda della fenomenale difesa di Miami, guidata dagli eccezionali Jaelan Phillips (6 tackle, 2 sack, 2 tackle for loss, 1 INT) e Jalen Ramsey (1 tackle, 2 INT). Un buon Tua Tagovailoa (28/39 per 325 yard con 2 TD pass e 1 INT) risponde presente con l’aiuto del dominante Tyreek Hill (10 ricezioni per 146 yard e 1 TD) prima e di Salvon Ahmed poi, mentre nel quarto periodo è Jason Sanders ad allargare la forbice con i field goal da 41 e 51 yard. Gli ospiti avrebbero ancora la possibilità di pareggiare i conti nel loro ultimo drive, ma il secondo intercetto di Ramsey mette fine alla contesa.

A quota 7-3 ci sono anche i Jaguars e si impongono nettamente sui Titans. Più che convincente la prestazione di un super Trevor Lawrence (24/32 per 262 yard e 2 TD pass), che al bis di touchdown pass per il compagno di giochi Calvin Ridley (7 ricezioni per 103 yard e 2 TD) aggiunge anche un paio di corse vincenti, da 9 e 5 yard. Tennessee impiega tre quarti prima di mettere punti a tabellone e, quando un essenziale Will Levis (13/17 per 158 yard e 2 TD pass) si sblocca, è troppo tardi per poter sperare nella rimonta. Nel finale, c’è gloria anche per Jeffery Simmons, di professione defensive tackle, che riceve un insolito touchdown pass per 2 yard in end zone. Inseguono da vicino i Texans, abili nel mettere al tappeto i Cardinals e nel guadagnarsi momentaneamente un posto ai playoff. Un ritrovato Kyler Murray (20/30 per 214 yard con 1 TD pass e 1 INT) spaventa Houston con un doppio touchdown, al lancio e su corsa, ma tra l’uno e l’altro C.J. Stroud (27/37 per 336 yard con 2 TD pass e 3 INT) ha già costruito la rimonta vincente. Nonostante qualche errore di troppo, forzato soprattutto da un sontuoso Jalen Thompson (8 tackle, 1 sack, 1 tackle for loss, 1 INT), Stroud trova alleati preziosi in Dalton Schultz e nello straripante Tank Dell (8 ricezioni per 149 yard e 1 TD). Arizona ha più di una occasione per siglare il sorpasso, ma un triplo turnover on downs consecutivo negli ultimi drive della partita costa loro la vittoria.

Pubblicità

Alle spalle degli Eagles in NFC ci sono gli incontenibili Lions, che mettono al tappeto i Bears con una strepitosa rimonta. Detroit chiude avanti il primo tempo, grazie agli ormai consueti touchdown di Jahmyr Gibbs su corsa e di Amon-Ra St. Brown su ricezione, ma Jared Goff (23/35 per 236 yard con 2 TD pass e 3 INT) sbatte più volte contro la fantastica difesa di Chicago e lascia spazio all’assalto avversario. A siglarlo sono le yard macinate da Justin Fields (16/23 per 169 yard e 1 TD pass), anche su corsa (18 portate per 104 yard), il poker di field goal dell’infallibile Cairo Santos, da 31, 53, 40 e 39 yard, e la magia di DJ Moore (7 ricezioni per 96 yard e 1 TD). Gli ospiti sono avanti 26-14 a quattro minuti dalla fine, ma la partita non è finita: Goff dapprima si rianima lanciando Jameson Williams in end zone per 32 yard e poi apparecchia il rushing touchdown da 1 yard di David Montgomery. Il sorpasso è servito e la safety finale a carico di Fields sancisce un grande successo per i padroni di casa. I Cowboys si prendono tre quarti di riflessione, poi mettono il turbo e lasciano i Panthers ancora sconfitti. Il doppio touchdown pass di Dak Prescott (25/38 per 189 yard e 2 TD pass) per Luke Schoonamker e CeeDee Lamb porta Dallas a un rassicurante vantaggio all’intervallo, ma Bryce Young (16/29 per 123 yard con 1 TD pass e 1 INT) gioca le sue carte migliori nel terzo periodo e rimette Carolina a contatto. A chiudere la sfida in cassaforte, nel giro di dieci secondi di gioco, pensano la corsa vincente da 21 yard di Tony Pollard e la pick-six per 30 yard di un magnifico DaRon Bland, che pareggia il record assoluto nella storia NFL a quota quattro in una sola regular season. Il punto esclamativo è di Brandon Aubrey da 27 yard, mentre il solito Micah Parsons (6 tackle, 2.5 sack, 2 tackle for loss) si diverte ancora un po’ con Young, e per Dallas è vittoria.

Sembrano rinati i 49ers, vincenti senza pietà contro i Buccaneers. Un magistrale Brock Purdy (21/25 per 333 yard e 3 TD pass) ha ritrovato le proprie certezze e a giovarne sono, nell’ordine, Christian McCaffrey, un assurdo Brandon Aiyuk (5 ricezioni per 156 yard e 1 TD) e George Kittle. Baker Mayfield (29/45 per 246 yard con 1 TD pass e 1 INT) fa il possibile per tenere Tampa Bay in partita contro la fenomenale difesa di San Francisco, ma, quando Purdy sfugge alla morsa di Yaya Diaby (4 tackle, 2 sack, 3 tackle for loss) e inizia a dominare la scena, per gli ospiti non c’è più partita. Grossa occasione persa, invece, dai Seahawks, sconfitti dai Rams. Geno Smith (22/34 per 233 yard e 1 TD pass) stappa il punteggio con il touchdown pass per DK Metcalf e Seattle si mantiene in controllo del match grazie ai field goal di Jason Myers da 54, 43 e 52 yard. I padroni di casa, però, restano aggrappati agli avversari grazie all’unica perla di giornata di Matthew Stafford (17/31 per 190 yard con 1 TD pass e 1 INT) e successivamente alla corsa vincente di Darrell Henderson. Nel finale, sono i kicker a decidere la sfida: Lucas Havrisik centra i pali da 22 yard, a Myers non riesce un nuovo miracolo da 55 yard e Los Angeles vince la contesa.

Fondamentale successo per i Broncos nel Sunday Night contro i Vikings, tra due squadre che ancora credono nel sogno playoff. Joshua Dobbs (20/32 per 221 yard con 1 TD pass e 1 INT) per tre quarti è superiore a Russell Wilson (27/39 per 259 yard e 1 TD pass) e Minnesota ne giova con il touchdown pass per Josh Oliver e con il viaggio in end zone palla alla mano da 10 yard. Gli ospiti, però, falliscono lo scatto vincente e Denver si fa avanti un field goal di Will Lutz dopo l’altro, con il fenomenale kicker a segno da 31, 31, 52, 37 e 28 yard. Per il colpo di coda finale, però, serve tutta la qualità di Wilson, che lancia Courtland Sutton in touchdown per 15 yard e decide la partita. Nella corsa ai playoff di AFC non sono da dimenticare i Bills, che maltrattano i Jets. Nuovamente negativa la prestazione di Zach Wilson (7/15 per 81 yard con 1 TD pass e 1 INT), mentre Josh Allen (20/32 per 275 yard con 3 TD pass e 1 INT) si regala un tris di touchdown pass in collaborazione con James Cook, Ty Johnson e con lo scatenato Khalil Shakir (3 ricezioni per 115 yard e 1 TD). Leonard Floyd (4 tackle, 2.5 sack, 2 tackle for loss) banchetta con Wilson, Tyler Bass centra i pali da 48, 30, 33 e 50 yard e per Buffalo la giornata di gloria è completa.

Si allontana, invece, l’obiettivo dei Chargers, delusi e sconfitti dai Packers. La sfida tra Justin Herbert (21/36 per 260 yard e 2 TD pass), che aggiunge anche 73 rushing yard, e Jordan Love (27/40 per 322 yard e 2 TD pass) è esaltante e si conclude con una sostanziale parità, ma Green Bay aggiunge un terzo touchdown al totale, frutto della corsa vincente da 32 yard di Jayden Reed. Lo straordinario Keenan Allen (10 ricezioni per 116 yard e 1 TD) rilancia Los Angeles nel quarto periodo, Romeo Doubs risponde presente con il touchdown successivo e gli ospiti falliscono il definitivo sorpasso nei due drive finali. Fragoroso tonfo per i Commanders, di fronte all’inaspettata rinascita dei Giants. Merito, in primis, dell’inatteso Tommy DeVito (18/26 per 246 yard e 3 TD pass), che si esalta lanciando due volte in touchdown Saquon Barkley e una Darius Slayton. Abilissima, però, è anche la difesa, che forza addirittura sei turnover dalle mani di Washington: tre gli intercetti di un deludente Sam Howell (31/45 per 255 yard con 1 TD pass e 3 INT) e tre i fumble, di Byron Pringle, Chris Rodriguez e Logan Thomas. Sugli scudi ci sono Xavier McKinney (12 tackle, 1 tackle for loss, 1 fumble recuperato), il sempre più decisivo Kayvon Thibodeaux (5 tackle, 2 sack, 2 tackle for loss) e Isaiah Simmons, che riporta per 54 yard il terzo intercetto di Howell fino alla end zone avversaria e sbatte la porta in faccia agli ultimi tentativi di rimonta dei padroni di casa.

I RISULTATI

Cincinnati BENGALS (5-5) @ Baltimore RAVENS (8-3) 20-34
Pittsburgh STEELERS (6-4) @ Cleveland BROWNS (7-3) 10-13
Chicago BEARS (3-8) @ Detroit LIONS (8-2) 26-31
Los Angeles CHARGERS (4-6) @ Green Bay PACKERS (4-6) 20-23
Las Vegas RAIDERS (5-6) @ Miami DOLPHINS (7-3) 13-20
New York GIANTS (3-8) @ Washington COMMANDERS (4-7) 31-19
Dallas COWBOYS (7-3) @ Carolina PANTHERS (1-9) 33-10
Tennessee TITANS (3-7) @ Jacksonville JAGUARS (7-3) 14-34
Arizona CARDINALS (2-9) @ Houston TEXANS (6-4) 16-21
Tampa Bay BUCCANEERS (4-6) @ San Francisco 49ERS (7-3) 14-27
New York JETS (4-6) @ Buffalo BILLS (6-5) 6-32
Seattle SEAHAWKS (6-4) @ Los Angeles RAMS (4-6) 16-17
Minnesota VIKINGS (6-5) @ Denver BRONCOS (5-5) 20-21
Philadelphia EAGLES (9-1) @ Kansas City CHIEFS (7-3) 21-17

BYE WEEK

Indianapolis COLTS (5-5)
Atlanta FALCONS (4-6)
New England PATRIOTS (2-8)
New Orleans SAINTS (5-5)

Alessio Salerio

Scopre il football nella notte dell'upset di Phoenix del 2008, se ne innamora quattro anni dopo grazie ai medesimi protagonisti. Ideatore della rubrica "Colori, episodi, emozioni", negli anni cambiata di nome, non nella sostanza.

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio