Dominio (Tennessee Titans vs Jacksonville Jaguars 14-34)

La definizione migliore per “to bounce back” è ritornare alla normalità dopo una situazione od un evento difficile; da questa settimana fra le molteplici definizioni ci sarà anche “Trevor Lawrence ed i Jacksonville Jaguars contro i Titans in week11”.

Si perché dopo la brutta prestazione della scorsa settimana contro i 49ers, i Jaguars si riprendono nel migliore dei modi, dominando in lungo ed in largo i Tennessee Titans, e ritornando così alla vittoria, la settimana in stagione, che vale il momentaneo seed #3 della AFC e la testa della AFC South, con Colts e Texans che spingono dalle retrovie; nell’ultimo posto in AFC South troviamo invece i Titans, che continuano a faticare, e incappano così nella settima sconfitta in campionato, la terza consecutiva, con Levis che fa il possibile in un attacco praticamente senza running game, e con una OL che lo porta spesso a dover sfuggire dalla pressione avversaria.

I Jaguars hanno iniziato a dominare praticamente dall’inizio della partita, con la difesa autrice del primo big play di giornata quando ha provocato il fumble ai danni di Levis, che ha permesso a Lawrence e soci di portarsi sul 7-0 grazie al TD pass del QB ex Clemson per Ridley; grazie a due field goal di McManus i Jaguars sono arrivati all’intervallo avanti 13-0, con la difesa che ha concesso poco e nulla nei primi due quarti all’attacco avversario.

Pubblicità

Tornati dall’intervallo non è cambiato il leitmotiv della partita, con JAX che con due TD consecutivi, segnati da Lawrence con una corsa, e da Ridley con la seconda ricezione da TD, si porta sul 27-0, chiudendo praticamente la pratica nel terzo quarto; Levis ed il suo attacco riescono a segnare il primo TD della partita sullo scadere del 3° quarto con la spettacola ricezione di DeAndre Hopkins con il risultato che è ormai però ampiamente nelle mani dei Jaguars.
Il 4° quarto vede Lawrence entrare nuovamente in endzone per il 34-7, con Levis che trova poi il secondo TD pass personale quando pesca Simmons in endzone, per il TD che chiude definitivamente la partita sul 34-14, portando così i Jags ad un record di 7-3, ed i Titans all’esatto opposto, con un record di 3-7.

Terza sconfitta consecutiva per i Titans, che continuano a mostrare gli stessi problemi delle ultime settimane, con un Levis costretto a caricarsi sulle spalle il peso dell’attacco; sul banco degli imputati finisce anche una volta la OLine di Tennessee, incapace di proteggere a dovere il proprio QB, e soprattutto di mettere in piedi un running game convincente, con Henry tenuto a dieci portate per 38 yard, con appena 92 yard totali su corsa per Tennessee, sicuramente non la migliore situazione possibile in cui lasciare un rookie QB come Levis, che nonostante ciò gioca una buona partita, con il solo fumble a inizio partita che pesa sulla sua prestazione. Le difficoltà della OLine di TEN sono state ampiamente sfruttate da JAX, che ha mandato in blitz i propri giocatori per più del 50% dei dropback di Levis, che chiude con 2 sack subiti.
Non ha ormai senso ritornare a schierare Tannehill per provare a vincere qualche partita, piuttosto giusto continuare con Levis che potrà così acquisire esperienza, con la dirigenza di Tennessee che sarà chiamata a prendere decisioni importanti.

Pubblicità

Tornano alla vittoria i Jaguars, con una prestazione convincente che scaccia via i dubbi arrivati dopo la brutta sconfitta di settimana scorsa contro SF; assoluto protagonista dell’incontro è Trevor Lawrence, con il QB dei Jaguars che chiude con 4 TD totali, due su passaggio e due su corsa, e oltre 260 yard lanciate.
Lawrence gioca una partita da vero leader, prendendosi responsabilità importanti e sopperendo ad un running game non convincente, con il solo Travis Etienne oltre le 50 yard su corsa; la vera aggiunta all’attacco di quest’anno dei JAX è Calvin Ridley, con il WR ex Falcons che chiude con 7 ricezioni, due TD e 103 yard ricevute, rivelandosi sempre più come il bersaglio preferito di Lawrence, che l’anno scorso sentiva la mancanza di un WR come lui, con il solo Kirk a rappresentare una minaccia per le difese avversarie.
Buona prestazione anche della difesa, che mette costantemente sotto pressione l’attacco avversario, con i tifosi dei Jags che, visti anche i molteplici infortuni in giro per la lega, sono autorizzati a sognare in grande, soprattutto quando l’attacco gioca ad un ritmo come quello messo in campo contro i Titans.

Pubblicità

Luca Belli

Nonostante la giovane età, tifoso "Die Hard" dei Green Bay Packers. Cresciuto nel momento d'oro di Favre e Rodgers. Abituato a vincere poco con la fede calcistica, essendo tifoso della Fiorentina, ha trovato nei Packs la sua svolta. Aspetta con ansia il secondo anello personale. Go Packs Go!

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio