Il riassunto di Week 6 NFL

Vittorie a sorpresa, difese straordinarie e nessuna squadra ancora imbattuta: nella ricetta di Week 6 NFL c’è tutto per lasciare gli appassionati senza fiato. Con Packers e Steelers a riposo, ci sono 15 partite da non perdere a calendario.

Si parte dai 49ers, sconfitti in volata dai Browns. La partita di uno spento Brock Purdy (12/27 per 125 yard con 1 TD pass e 1 INT) inizia come meglio non potrebbe, con un touchdown pass per Christian McCaffrey, che pareggia il record NFL di Lenny Moore, John Riggins, O.J. Simpson ed Emmitt Smith a quota 15 partite di fila con almeno un touchdown. Poi, però, inizia la partita da incubo di San Francisco, che perde lo stesso McCaffrey e Deebo Samuel per infortunio e finisce in balia della devastante difesa di Cleveland, guidata da Jeremiah Owusu-Koramoah (5 tackle, 1 sack, 3 tackle for loss). I rushing touchdown di Kareem Hunt e Jordan Mason si pareggiano, ma Dustin Hopkins centra i pali ben quattro volte, da 42, 46, 50 e 29 yard. Sul -2, a meno di due minuti dal termine, Purdy fa il possibile, ma il rookie Jake Moody fallisce il field goal da 41 yard della vittoria e per i Niners arriva la prima sconfitta in stagione. Molto simile lo scenario per gli Eagles, che cadono in casa dei Jets. Come Cleveland, anche New York si tiene in partita grazie ai field goal del suo kicker, Greg Zuerlein, a segno da 43, 42, 35 e 38 yard, e a una difesa sugli scudi, in particolare con Quincy Williams (12 tackle, 1 tackle for loss, 1 FR) e Tony Adams (7 tackle, 1 tackle for loss, 1 INT). Un deludente Jalen Hurts (28/45 per 280 yard con 1 TD pass e 3 INT) va a segno sia su corsa che al lancio, ma, nonostante l’aiuto di uno strepitoso A.J. Brown (7 ricezioni per 131 yard), commette troppi errori e non riesce a lanciare la fuga decisiva. Haason Reddick (5 tackle, 2.5 sack, 2 tackle for loss) mette la museruola a Zach Wilson (19/33 per 186 yard), ma è Breece Hall a varcare la end zone e a decidere la partita.

A raggiungere il duo in vetta alla NFC sono i Lions, vincenti senza troppe difficoltà sui Buccaneers. L’attacco di un impreciso Baker Mayfield (19/37 per 206 yard e 1 INT) è ridotto ai minimi termini dalla superba difesa di Detroit, mentre l’ottimo Jared Goff (30/44 per 353 yard e 2 TD pass) fa sognare in accoppiata con il fenomenale Amon-Ra St. Brown (12 ricezioni per 124 yard e 1 TD). Chase McLaughlin sigla gli unici punti della partita dei padroni di casa con un paio di field goal, ma, quando Jameson Williams riceve in end zone per 45 yard, la partita è di fatto già chiusa. Inseguono i Cowboys, che vincono un bel Monday Night contro i Chargers. L’equilibrio regna sovrano per tre quarti abbondanti, in cui Justin Herbert (22/37 per 227 yard con 2 TD pass e 1 INT) si esalta in compagnia del solito Keenan Allen e di Gerald Everett e Dak Prescott (21/30 per 272 yard e 1 TD pass) vola in end zone con la corsa da 18 yard prima di lanciare Brandin Cooks verso la gloria. A decidere la sfida nel finale è il field goal da 39 yard di Brandon Aubrey, prima dell’intercetto finale di Stephon Gilmore.

Pubblicità

Davanti a tutti in AFC sono Chiefs e Dolphins. Kansas City non brilla, ma vince l’importante scontro di AFC West contro i Broncos. I primi tre quarti sono tutti in favore dei padroni di casa e Patrick Mahomes (30/40 per 306 yard con 1 TD pass e 1 INT) si esalta con un touchdown pass per Kadarius Toney, oltre che in collaborazione con Travis Kelce (9 ricezioni per 124 yard). Harrison Butker aggiunge i field goal da 35, 60 e 25 yard, ma, quando un Russell Wilson (13/22 per 95 yard con 1 TD pass e 2 INT) arido di soddisfazioni lancia Courtland Sutton in end zone, la partita è riaperta. Butker, però, è ancora una volta fenomenale da 52 yard e Denver si arrende alla sconfitta. Inizia nel peggiore dei modi la partita di Miami contro i Panthers, ma la successiva rimonta è pazzesca. Carolina chiude il primo quarto sul 14-0, sospinta da Bryce Young (23/38 per 217 yard e 1 TD pass) e dal solito Adam Thielen (11 ricezioni per 115 yard e 1 TD). Prima dell’intervallo, però, si scatena Tua Tagovailoa (21/31 per 262 yard e 3 TD pass), che lancia in touchdown nell’ordine Raheem Mostert, Jaylen Waddle e un dominante Tyreek Hill (6 ricezioni per 163 yard e 1 TD). Il cavallo pazzo Mostert (17 portate per 115 yard e 2 TD) non ha finito di divertirsi e con due rushing touchdown di fila mette Young e compagni al tappeto, ancora senza vittorie in stagione.

I Giants lottano fino all’ultima giocata contro i Bills, poi escono sconfitti. Non si esalta Tyrod Taylor (24/36 per 200 yard), ma i tre field goal di Graham Gano uniti a una superba difesa, timonata da Micah McFadden (7 tackle, 1 FR, 1 INT), bastano per mantenere il vantaggio fino a quattro minuti dalla fine. Il bis di serata di Josh Allen (19/30 per 169 yard con 2 TD pass e 1 INT), che esalta Quintin Morris per 15 yard, sembra poter dare la vittoria a Buffalo, ma il successivo field goal sbagliato da Tyler Bass e un drive da campione di Taylor portano New York a 1 yard dal touchdown. Tuttavia, il lancio della vittoria per Darren Waller finisce incompleto e per gli ospiti arriva un’altra sconfitta. Tutto facile, invece, per i Jaguars contro i Colts. Dominanti i primi tre quarti di Jacksonville, che chiude sul 31-6 grazie a due rushing touchdown di Travis Etienne e a due touchdown pass del buon Trevor Lawrence (20/30 per 181 yard con 2 TD pass e 1 INT). L’incubo di Gardner Minshew (33/55 per 329 yard con 1 TD pass e 3 INT), intercettato da Andre Cisco, Rayshawn Jenkins e Darious Williams, si interrompe con il lancio in end zone per Josh Downs, ma un paio di field goal di Brandon McManus mettono presto fine ai sogni ospiti di rimonta.

A quota 4-2 ci sono anche i Ravens, che a Londra superano i Titans. Altra partita, altra raffica di field goal: per Baltimore c’è un clamoroso Justin Tucker al comando delle operazioni, a segno per ben sei volte da 41, 28, 23, 29, 20 e 36 yard, mentre Nick Folk replica da 26, 27 e 38 yard. E i touchdown? Giusto un paio, ma significativi: Zay Flowers festeggia la prima volta in NFL, esaltando Lamar Jackson (21/30 per 223 yard con 1 TD pass e 1 INT), mentre Ryan Tannehill (8/16 per 76 yard e 1 INT) è disastroso e conclude la sua partita con un infortunio. Derrick Henry (12 portate per 97 yard e 1 TD) non può bastare da solo e Tennessee alza bandiera bianca. Provano a crederci i Texans, che portano il record in parità grazie al successo sui Saints. Il merito è, soprattutto, di C.J. Stroud (13/27 per 199 yard con 2 TD pass e 1 INT): il quarterback trova il primo intercetto nella sua carriera NFL, poi si rianima e lancia in touchdown nell’ordine Dalton Schultz e Robert Woods, così da indirizzare la partita. Derek Carr (32/50 per 353 yard con 1 TD pass e 1 INT) una prima volta risponde presente, poi finisce preda di Blake Cashman (15 tackle, 2 tackle for loss) e della difesa di Houston. Il quarterback tenta la disperata rimonta, ma lancia un intercetto tra le mani di Steven Nelson nell’ultimo drive disponibile e la sconfitta arriva.

Attenzione alla rimonta dei Bengals, abili nel conquistare una vittoria fondamentale contro i Seahawks. Seattle parte fortissimo, con la consueta corsa vincente di Kenneth Walker, ma, con un Geno Smith (27/41 per 323 yard e 2 INT) in ombra, vessato da Logan Wilson (11 tackle, 1 sack, 2 tackle for loss) e compagni, la fuga non è vincente. Joe Burrow (24/35 per 185 yard con 2 TD pass e 1 INT) migliora le proprie statistiche stagionali con i touchdown pass per Tyler Boyd e Andrei Iosivas e il field goal di Evan McPherson da 52 yard allarga la forbice ulteriormente. Gli ospiti tentano il sorpasso, ma gli ultimi due drive si chiudono con un quarto down non convertito e Cincinnati può festeggiare. È la peggior stagione in carriera per Bill Belichick e per i Patriots arriva l’ennesima sconfitta, questa volta contro i Raiders. Jimmy Garoppolo (14/22 per 162 yard con 1 TD pass e 1 INT) non è di certo eccezionale, ma il suo touchdown pass per il grande ex Jakobi Meyers, unito a qualche field goal di Daniel Carlson, basta a mantenere un solido vantaggio fino al quarto periodo inoltrato. I rushing touchdown di Ezekiel Elliott e di Rhamondre Stevenson portano gli ospiti sul -2, ma la safety finale subita da Mac Jones (24/33 per 200 yard e 1 INT) consente a Las Vegas di azzerare il cronometro e di vincere la partita.

Tante occasioni sprecate per i Falcons e i Commanders possono così tornare alla vittoria. Un cinico Sam Howell (14/23 per 151 yard e 3 TD pass) fa tris di touchdown pass, per Antonio Gibson, Curtis Samuel e Brian Robinson, mentre Desmond Ridder (28/47 per 307 yard con 2 TD pass e 3 INT) si mantiene a contatto in collaborazione con le ricezioni di Drake London (9 per 125 yard) e i touchdown di Kyle Pitts e Jonnu Smith. La difesa di Washington, però, non ha intenzione di lasciarsi superare e Kendall Fuller, Benjamin St-Juste e Jamis Davis nell’ordine intercettano Ridder, non consentendogli di ultimare la rimonta. Avete già sentito parlare di field goal in questa Week 6? Ne servono parecchi anche per commentare la vittoria dei Rams sui Cardinals. Tre quelli di Matt Prater, da 55, 32 e 27 yard, ben quattro invece per Brett Maher, che centra i pali da 29, 35, 25 e 43 yard. Aaron Donald (5 tackle, 3 tackle for loss) e la difesa di Los Angeles tengono a zero l’attacco di Joshua Dobbs (21/41 per 235 yard e 1 INT), mentre Matthew Stafford (15/24 per 226 yard e 1 TD pass) può contare sul supporto degli incredibili Kyren Williams (20 portate per 158 yard e 1 TD) e Cooper Kupp (7 ricezioni per 148 yard e 1 TD) e i padroni di casa prendono ben presto il largo. Il derby di NFC North tra Bears e Vikings lo vincono gli ospiti, con Chicago sconfitta nuovamente e con Justin Fields infortunato. Né lui (6/10 per 58 yard e 1 INT) né il suo sostituto, Tyson Bagent (10/14 per 83 yard e 1 INT), danno spettacolo, ma se non altro il rookie varca la end zone su corsa da 1 yard e rianima la partita. La difesa di Minnesota, però, tiene a bada i padroni di casa e può contare su un meraviglioso Jordan Hicks (10 tackle, 1 FR, 1 INT), che riporta un fumble per 42 yard fino alla end zone avversaria. Al resto pensa Kirk Cousins (21/31 per 181 yard e 1 TD pass), in accoppiata con Jordan Addison, abile nel non far rimpiangere l’assenza di Justin Jefferson.

I RISULTATI

Denver BRONCOS (1-5) @ Kansas City CHIEFS (5-1) 8-19
Baltimore RAVENS (4-2) @ Tennessee TITANS (2-4) 24-16
Washington COMMANDERS (3-3) @ Atlanta FALCONS (3-3) 24-16
Minnesota VIKINGS (2-4) @ Chicago BEARS (1-5) 19-13
Seattle SEAHAWKS (3-2) @ Cincinnati BENGALS (3-3) 13-17
San Francisco 49ERS (5-1) @ Cleveland BROWNS (3-2) 17-19
Carolina PANTHERS (0-6) @ Miami DOLPHINS (5-1) 21-42
Indianapolis COLTS (3-3) @ Jacksonville JAGUARS (4-2) 20-37
New Orleans SAINTS (3-3) @ Houston TEXANS (3-3) 13-20
New England PATRIOTS (1-5) @ Las Vegas RAIDERS (3-3) 17-21
Arizona CARDINALS (1-5) @ Los Angeles RAMS (3-3) 9-26
Philadelphia EAGLES (5-1) @ New York JETS (3-3) 14-20
Detroit LIONS (5-1) @ Tampa Bay BUCCANEERS (3-2) 20-6
New York GIANTS (1-5) @ Buffalo BILLS (4-2) 9-14
Dallas COWBOYS (4-2) @ Los Angeles CHARGERS (2-3) 20-17

BYE WEEK

Green Bay PACKERS (2-3)
Pittsburgh STEELERS (3-2)

Alessio Salerio

Scopre il football nella notte dell'upset di Phoenix del 2008, se ne innamora quattro anni dopo grazie ai medesimi protagonisti. Ideatore della rubrica "Colori, episodi, emozioni", negli anni cambiata di nome, non nella sostanza.

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio