TNF a basso punteggio (Denver Broncos vs Kansas City Chiefs 8-19)

Sotto gli occhi della nuova regina della NFL Taylor Swift, spettatrice per la terza volta in stagione dei Chiefs, e del suo presunto nuovo fidanzato Travis Kelce, Kansas City trova la quinta vittoria stagionale, vincendo senza troppa fatica il TNF di week 6 contro i derelitti Denver Broncos, che si trovano così con un record di 1 W e 5 L,  completamente opposto rispetto ai Chiefs; non uno dei TNF più belli degli ultimi tempi, con meno di trenta punti complessivi segnati dalle squadre, più INT lanciati dai due QB che TD pass, e non pochi errori da parte di entrambi i coaching staff.

A rimetterci ancora una volta sono stati i Denver Broncos, con Russell Wilson che, dopo aver fatto vedere segnali incoraggianti nelle ultime partite, trova una pessima prestazione contro KC, lanciando due INT e non riuscendo a trovare una soluzione ai blitz e alla pressione della difesa avversaria, anche a causa di un reparto d’attacco che non lo aiuta particolarmente, fra WR spesso incapaci di sfuggire alle marcature avversarie, ed una OL che sembra fare acqua da tutte le parti; non la migliore partita nemmeno per KC, che però riesce ad ottenere una importante vittoria che vale la momentanea vetta della AFC in attesa della partita dei Dolphins.

Il primo drive offensivo di DEN era stato di “monito” per i tifosi dei Broncos, con Wilson ed il suo attacco che sono arrivati a giocarsi un 4th&3 dalle 36 yard difensive dei Chiefs, salvo poi subire un deleterio sack che ha concluso così il primo drive degli ospiti in un turnover on down; i Chiefs rispondono con il FG, il primo della serata di Butker per il momentaneo 3-0, mentre i successivi due drive sono vinti dalle difese, con le secondarie che trovano un INT a testa per concludere il primo quarto.

Pubblicità

Il secondo quarto è dominato, almeno sul punteggio, da Mahomes e soci, che vanno negli spogliatoi avanti 13-0 grazie al secondo field goal di Butker, ed al TD pass di Mahomes per Toney, che arriva dopo un ottimo drive della squadra allenata da Andy Reid, con un Kelce in formato superstar e che chiuderà la propria partita con nove ricezioni per 124 yard, suo season high, sotto gli occhi della sua nuova fidanzata Taylor Swift. Il terzo quarto è prettamente di controllo del risultato da parte di KC che trova il FG del 16-0 appena tornati dall’intervallo, con i tifosi delle due squadre che devono aspettare fino al 4° quarto inoltrato per vedere un’altra segnatura, con Wilson e soci che trovano l’unico TD della loro partita quando mancano poco più di 6′ alla fine della partita grazie all’assurda catch di Sutton, mentre il 4° FG di giornata per Butker segna il definitivo 19-8, ed il big play della difesa di KC che trova il fumble ai danni di Perine chiude definitivamente i giochi, con la vittoria dei Chiefs che apre così week 6 della NFL.

https://twitter.com/NFL/status/1712664127037186425?s=20

Passo indietro dei Broncos e soprattutto di Russell Wilson che incappa nella sua peggior prestazione stagionale, chiudendo con meno di 100 yard lanciate su 13 passaggi completati (95 ndr), un solo TD pass e due INT, che condannano così Denver alla quinta sconfitta in campionato; se nelle ultime partite Wilson poteva esimersi dalle colpe, questa volta gran parte delle colpe vanno a lui, con l’attacco di DEN che almeno inizialmente, sembrava funzionare, come in occasione del primo drive poi conclusosi in un sack ai danni del QB ex Seahawks.
Non viene sicuramente aiutato dalla sua OL, e nemmeno dal suo coaching staff, con almeno un paio di decisioni rivedibli da parte di Sean Payton e dei suoi assistenti, che hanno anzitempo abbandonato un gioco di corse che sembrava funzionare, non facendo vedere play action e giochi sul profondo come invece fatto vedere nelle ultime settimane; guardando al risultato finale non gioca una brutta partita la difesa dei Broncos, che limita a soli 19 punti l’attacco di KC, e tiene in partita il proprio attacco fino alla fine, pur non ricevendo risposte da Wilson e soci.

La trade deadline si avvicina, e non è da escludere che i Broncos “svendano” qualche prezzo pregiato, per accaparrarsi scelte in vista di un rebuilding che sembra sempre più vicino, con Denver che al momento ha una delle prime due scelte al prossimo draft NFL, e dovrà presto decidere se puntare ad un nuovo QB, o continuare con un Russell Wilson contornato da luci e ombre.

Vittoria senza fatica e senza patemi per i Chiefs, che non si sforzano più di tanto per battere i Denver Broncos; qualche dubbio ancora sull’attacco guidato da Pat Mahomes, che vince ma non convince nonostante i numeri (389 yard totali per l’attacco – 306 yard pass per Mahomes ndr) siano dalla loro parte.
Se l’attacco non brilla, non si può dire lo stesso della difesa, che gioca una partita praticamente perfetta, concedendo poco e nulla all’attacco avversario, e subendo il solo TD della partita nel 4° quarto inoltrato, trovando quattro sack totali e ben tre turnover, che hanno permesso al proprio attacco di non dover strafare.
Protagonista della partita sicuramente Travis Kelce che, dopo essere uscito anzitempo domenica per un infortunio, torna in campo e chiude con il proprio season high da 9 ricezioni e 124 yard; che il forte TE di KC abbia giocato la sua miglior partita stagionale per farsi vedere da qualcuno sugli spalti?

https://twitter.com/SportsCenter/status/1712638458584240419?s=20

Merchandising Merchandising

Luca Belli

Nonostante la giovane età, tifoso "Die Hard" dei Green Bay Packers. Cresciuto nel momento d'oro di Favre e Rodgers. Abituato a vincere poco con la fede calcistica, essendo tifoso della Fiorentina, ha trovato nei Packs la sua svolta. Aspetta con ansia il secondo anello personale. Go Packs Go!

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Huddle Magazine si sostiene con gli annunci pubblicitari visualizzati sul sito. Disabilita Ad Block (o suo equivalente) per aiutarci :-)

Ovviamente non sei obbligato a farlo, chiudi pure questo messaggio e continua la lettura.