Il riassunto di Week 4 NFL

Due squadre imbattute nella feroce NFC, nessuna nella rovente AFC dopo che una Week 4 NFL ancora senza squadre a riposo va in archivio. Ancora senza macchia sono gli Eagles, trascinati però in overtime dai Commanders. Washington è in vantaggio per lunghi tratti della partita, grazie al rushing touchdown di Curtis Samuel e al fumble recuperato in end zone da Terry McLaurin, e Jake Elliott tiene i suoi a contatto con i field goal da 41, 47 e 36 yard. Quando si scatena il duo formato da un ottimo Jalen Hurts (25/37 per 319 yard e 2 TD pass) e un sublime A.J. Brown (9 ricezioni per 175 yard e 2 TD) l’inerzia sembra ribaltarsi, ma la corsa vincente di Brian Robinson e la perla di giornata di Sam Howell (29/41 per 290 yard e 1 TD pass) pareggiano i conti al termine del quarto periodo. Al supplementare gli ospiti vengono fermati dalla difesa avversaria, guidata da un super Nicholas Morrow (11 tackle, 3 sack, 3 tackle for loss), mentre Elliott è implacabile e centra i pali da 54 yard, regalando il successo a Philadelphia. Un devastante Christian McCaffrey guida i 49ers al successo contro i Cardinals. Il runningback alterna 106 rushing yard, varcando la end zone con le corse da 1, 18 e 2 yard, ad altre 71 extra in 7 ricezioni e un quarto touchdown, per 6 yard. Joshua Dobbs (28/41 per 265 yard e 2 TD pass) non demerita, soprattutto in accoppiata con Michael Wilson, lanciato in touchdown per 16 e 8 yard, ma Brock Purdy (20/21 per 283 yard e 1 TD pass) gioca al limite della perfezione, aggiunge una corsa vincente da 1 yard e, con un McCaffrey così, non può che avere successo. Ultimo plauso anche per Brandon Aiyuk, che macina 148 yard in 6 ricezioni di giornata.

Tengono il passo i Lions, che vincono un bel Thursday Night contro i Packers. Detroit prende il largo con un gran primo tempo, entusiasmante soprattutto per Jared Goff (19/28 per 210 yard con 1 TD pass e 1 INT) e per lo straripante David Montgomery (32 portate per 121 yard e 3 TD), che colleziona i rushing touchdown da 3, 2 e 1 yard. Un altalenante Jordan Love (23/36 per 246 yard con 1 TD pass e 2 INT), messo sotto pressione da Aidan Hutchinson (2 tackle, 1.5 sack e 1 tackle for loss), prova a riaprire i giochi con il touchdown pass per Christian Watson prima e con un rushing touchdown da 9 yard poi, ma, quando Montgomery sigla il tris personale, non c’è davvero più partita. A contatto anche i Cowboys, che infliggono la peggior sconfitta di sempre a Bill Belichick e ai suoi Patriots. Un field goal di Chad Ryland da 29 yard vale gli unici tre punti di New England in tutto il match, mentre la fenomenale difesa di Dallas mette a ferro e fuoco un pessimo Mac Jones (12/21 per 150 yard e 2 INT) e compagni. Leighton Vander Esch riporta per 11 yard un fumble, DaRon Bland addirittura per 54 un intercetto e Dak Prescott (28/34 per 261 yard e 1 TD pass) può accontentarsi di gestire la partita con saggezza, regalando anche la gioia del primo touchdown in carriera al rookie Hunter Luepke.

Terza vittoria di fila per i Seahawks, che ammutoliscono i Giants. Geno Smith (13/20 per 110 yard e 1 TD pass) fa il suo, ma a regalare il successo a Seattle sono i tanti errori della squadra di casa, in particolare di un pessimo Daniel Jones (27/34 per 203 yard e 2 INT). Uno dei suoi intercetti viene riportato per 97 yard fino alla end zone avversaria dal clamoroso Devon Witherspoon (7 tackle, 2 sack, 2 tackle for loss, 1 INT). La difesa ospite, con anche Bobby Wagner (17 tackle, 2 sack, 2 tackle for loss) e Julian Love (10 tackle, 1 tackle for loss) a dominare la scena, lascia solo le briciole agli avversari, nettamente sconfitti. Ben poco da dire anche sui Buccaneers, sorprendentemente a quota tre vittorie dopo il netto successo contro i Saints. New Orleans è guidata da un modesto Derek Carr (23/37 per 127 yard) e colpisce soltanto con il tris di field goal di Blake Grupe, da 37, 32 e 44 yard. Al contrario, Tampa Bay può contare su un magico Baker Mayfield (25/32 per 246 yard con 3 TD pass e 1 INT), che distribuisce gioie nell’ordine a Cade Otton, Trey Palmer e Deven Thompkins. Al resto pensa la difesa, timonata da Antoine Winfield (9 tackle, 1 sack, 2 tackle for loss, 1 FR), che mette la museruola ai padroni di casa, nuovamente sconfitti.

Pubblicità

In vetta alla AFC tornano i Chiefs, vincenti sui Jets con più di un brivido. Il primo quarto, con un eccezionale Isaiah Pacheco (20 portate per 115 yard e 1 TD) protagonista assoluto, è tutto in favore del reparto di Patrick Mahomes (18/30 per 203 yard con 1 TD pass e 2 INT). Sul 17-0, però, il quarterback perde il suo slancio e finisce preda dell’assetata difesa avversaria, guidata da Quincy Williams (13 tackle, 2 tackle for loss). Kansas City va a segno soltanto con i field goal di Harrison Butker da 37 e 26 yard e un ottimo Zach Wilson (28/39 per 245 yard e 2 TD pass) lancia la rimonta. L’ultimo drive di New York, però, si infrange su un fumble perso dallo stesso Wilson e gli ospiti riescono poi ad azzerare il cronometro, prendendosi la terza vittoria consecutiva. Il big match di Conference, invece, lo vincono i Bills, che strapazzano i Dolphins, alla prima sconfitta stagionale. Alle schermaglie iniziali dello scatenato attacco di Buffalo risponde presente due volte un pazzesco De’Von Achane (8 portate per 101 yard e 2 TD), ma Josh Allen (21/25 per 320 yard e 4 TD pass) è letteralmente incontenibile e, con l’aiuto del magistrale alfiere Stefon Diggs (6 ricezioni per 120 yard e 3 TD), infila un touchdown dopo l’altro. Andrew Van Ginkel (5 tackle, 2 sack, 3 tackle for loss) fa il possibile per contenere l’ondata avversaria, Tua Tagovailoa (25/35 per 282 yard con 1 TD pass e 1 INT) aiuta a mettere qualche punto a tabellone, ma i 48 subiti sono decisamente troppi per sperare nel successo.

Senza storia anche la vittoria dei Ravens sui Browns. Bastano due protagonisti nell’attacco di Baltimore per volare altissimo: Lamar Jackson (15/19 per 186 yard e 2 TD pass), che alterna i due rushing touchdown iniziali da 10 e 2 yard ai due touchdown pass successivi per 7 e 18 yard, entrambi tra le mani del fedele Mark Andrews. Un infortunio alla spalla tiene Deshaun Watson fuori dai giochi e il rookie Dorian Thompson-Robinson (19/36 per 121 yard e 3 INT) vede i fantasmi contro Patrick Queen (5 tackle, 1 sack, 3 tackle for loss) e compagni, che tengono Cleveland ad appena tre punti segnati. Gli attesissimi rookie quarterback procedono tra alti e bassi, ma nessuno convince più di C.J. Stroud (16/30 per 306 yard e 2 TD pass), che trascina i Texans a un deciso successo contro gli Steelers. È la partita perfetta per Houston, condotta da un grande timoniere, con al fianco un superbo Nico Collins (7 ricezioni per 168 yard e 2 TD), in un roster capace di centrare i pali con continuità con Ka’imi Fairbairn, di giocate insolite come il touchdown pass di Devin Singletary per Dalton Schultz e di annullare l’attacco di Kenny Pickett (15/23 per 114 yard e 1 INT) con una difesa sugli scudi, in particolare nella persona di Jonathan Greenard (5 tackle, 2 sack, 3 tackle for loss).

Salgono a quota 2-2 anche i Titans, che complicano ulteriormente il delirante inizio di stagione dei Bengals. Cincinnati è in un tunnel, a partire dal suo quarterback Joe Burrow (20/30 per 165 yard), che sbatte continuamente contro la spietata difesa avversaria e riesce ad apparecchiare appena tre punti a tabellone, un field goal di Evan McPherson da 21 yard. Tennessee non gode di un Ryan Tannehill (18/25 per 240 yard con 1 TD pass e 1 INT) in gran forma, ma a tutto pensa il solito Derrick Henry (22 portate per 122 yard e 1 TD), prima a segno con il rushing touchdown da 29 yard e poi perfino con un touchdown pass per 2 yard per Josh Whyle. Joe Mixon (14 portate per 67 yard) e Ja’Marr Chase (7 ricezioni per 73 yard) non incidono e per gli ospiti è crisi nera. Prosegue la risalita dei Chargers, che hanno la meglio sui Raiders privi di Jimmy Garoppolo. Il rookie Aidan O’Connell (24/39 per 238 yard e 1 INT) inizia al meglio con una corsa vincente da 1 yard, ma Justin Herbert (13/24 per 167 yard con 1 TD pass e 1 INT) replica con un doppio colpo da 12 e 1 yard e, insieme a un touchdown pass per 7 yard per il solito Keenan Allen, tanto basta per volare all’intervallo con un rassicurante +17 in archivio. Maxx Crosby (8 tackle, 2 sack, 2 tackle for loss) e compagni tengono Los Angeles a zero nel secondo tempo, ma a contenere i danni in difesa è un fotonico Khalil Mack (10 tackle, 6 sack, 5 tackle for loss), che va a un passo dal record assoluto di 7 sack in una partita e, se non altro, regala ai suoi la vittoria.

Ruggiscono i Jaguars, che, nella prima partita delle International Series a Londra, mettono i Falcons al tappeto. Trevor Lawrence (23/30 per 207 yard e 1 TD pass) incanta subito con il touchdown pass per 30 yard per Calvin Ridley, poi al resto pensa Brandon McManus, con i field goal da 56, 43 e 38 yard. Desmond Ridder (19/31 per 191 yard con 1 TD pass e 2 INT) ha un solo sussulto in una deludente partita, nonostante il supporto del buon Bijan Robinson (14 portate per 105 yard). Per il resto è la difesa di Jacksonville a far sognare, con Foyesade Olokoun (9 tackle, 3 tackle for loss), Josh Allen (3 tackle, 3 sack, 2 tackle for loss) e Darious Williams, che riporta un intercetto per 61 yard fino alla end zone avversaria. In NFC si rialzano i Rams, che in overtime hanno la meglio sui combattivi Colts. Los Angeles è spaziale fino al terzo quarto inoltrato, grazie al doppio rushing touchdown dello scatenato Kyren Williams (25 portate per 103 yard e 2 TD) e ai field goal di Brett Maher da 40, 54 e 51 yard. Il kicker, però, ne sbaglia altri due e l’attacco di Indianapolis riprende a produrre, guidato dal diesel di Anthony Richardson (11/25 per 200 yard e 2 TD pass), che pareggia la partita con un tris di touchdown, compreso uno su corsa da 1 yard. Il supplementare è servito, ma a conquistarlo solo gli ospiti, grazie al colpo di coda di Matthew Stafford (27/40 per 319 yard con 1 TD pass e 1 INT). L’ex Lions può contare su un fantasmagorico Puka Nacua (9 ricezioni per 163 yard e 1 TD): oltre al touchdown della vittoria, la scelta numero 177 allo scorso Draft sale a quota 39 ricezioni nelle prime quattro partite in carriera, come nessun altro prima di lui.

C’è finalmente gloria anche per i Broncos, che rimontano i deludenti Bears dal -21. Un decisivo Russell Wilson (21/28 per 223 yard e 3 TD pass) stappa la partita, poi a scatenarsi è Justin Fields (28/35 per 335 yard con 4 TD pass e 1 INT), che in poco più di un quarto lancia in end zone nell’ordine il pazzesco DJ Moore (8 ricezioni per 131 yard e 1 TD), due volte Cole Kmet e Khalil Herbert. Partita finita? Tutt’altro, perché Wilson apparecchia la rimonta, con la collaborazione di Brandon Johnson e Courtland Sutton, prima che Fields butti all’aria quanto di ottimo costruito fin lì: un suo fumble viene riportato da Jonathon Cooper per 35 yard in touchdown, poi dall’intercetto finale nasce il field goal di Will Lutz, che da 51 yard decide la sfida. Ancora senza vittorie anche i Panthers, sconfitti dai Vikings. Il primo tempo di Carolina è convincente, con la difesa che tiene sotto scacco Kirk Cousins (12/19 per 139 yard con 2 TD pass e 2 INT) e lo sgusciante Sam Franklin che riporta un suo intercetto per 99 yard fino alla end zone avversaria. Bryce Young (25/32 per 204 yard), però, è ancora immaturo e nella seconda mezz’ora per i padroni di casa non c’è gloria, mentre il solito Justin Jefferson fa il fenomeno, ribaltando la partita con il suo secondo touchdown di giornata, regalando la prima gioia in stagione a Minnesota.

I RISULTATI

Detroit LIONS (3-1) @ Green Bay PACKERS (2-2) 34-20
Atlanta FALCONS (2-2) vs Jacksonville JAGUARS (2-2) 7-23 a Londra
Miami DOLPHINS (3-1) @ Buffalo BILLS (3-1) 20-48
Denver BRONCOS (1-3) @ Chicago BEARS (0-4) 31-28
Baltimore RAVENS (3-1) @ Cleveland BROWNS (2-2) 28-3
Cincinnati BENGALS (1-3) @ Tennessee TITANS (2-2) 3-27
Los Angeles RAMS (2-2) @ Indianapolis COLTS (2-2) 29-23
Tampa Bay BUCCANEERS (3-1) @ New Orleans SAINTS (2-2) 26-9
Washington COMMANDERS (2-2) @ Philadelphia EAGLES (4-0) 31-34
Minnesota VIKINGS (1-3) @ Carolina PANTHERS (0-4) 21-13
Pittsburgh STEELERS (2-2) @ Houston TEXANS (2-2) 6-30
Las Vegas RAIDERS (1-3) @ Los Angeles CHARGERS (2-2) 17-24
New England PATRIOTS (1-3) @ Dallas COWBOYS (3-1) 3-38
Arizona CARDINALS (1-3) @ San Francisco 49ERS (4-0) 16-35
Kansas City CHIEFS (3-1) @ New York JETS (1-3) 23-20
Seattle SEAHAWKS (3-1) @ New York GIANTS (1-3) 24-3

Alessio Salerio

Scopre il football nella notte dell'upset di Phoenix del 2008, se ne innamora quattro anni dopo grazie ai medesimi protagonisti. Ideatore della rubrica "Colori, episodi, emozioni", negli anni cambiata di nome, non nella sostanza.

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio