Il riassunto di Week 1 NFL

Sedici partite e mille emozioni nella prima settimana di football NFL, che con le sue conferme e le sue sorprese, i suoi uomini più attesi e gli inaspettati stravolgimenti, ha tenuto gli appassionati con il fiato sospeso a partire dal Thursday Night. Una partita che non ha di certo sorriso ai Chiefs, campioni in carica, sconfitti dai Lions in rampa di lancio. Ci si attende una fenomenale stagione da lui e Amon-Ra St. Brown l’ha aperta con il touchdown che stappa la regular season, su lancio di un saggio Jared Goff (22/35 per 253 yard e 1 TD pass). Pur privo dell’alfiere Travis Kelce, Patrick Mahomes (21/39 per 226 yard con 2 TD pass e 1 INT) riesce a ribaltare il punteggio nel secondo quarto, lanciando in touchdown Rashee Rice prima e Blake Bell poi. Dopo l’intervallo, però, ci pensano il fenomenale intercetto riportato per 50 yard fino alla end zone avversaria dal rookie Brian Branch e la corsa vincente del nuovo arrivato David Montgomery a regalare il successo a Detroit. Ben undici receiver diversi ricevono almeno un lancio da Mahomes, ma nessuno di loro supera quota 50 yard e Kansas City deve arrendersi. La sfida più scoppiettante di Week 1 è quella vinta dai Dolphins sul campo dei Chargers. Un’altalena di emozioni travolge le due squadre, con il duo composto da un super Tua Tagovailoa (28/45 per 466 yard con 3 TD pass e 1 INT) e da un dominante Tyreek Hill (11 ricezioni per 215 yard e 2 TD) a lottare senza sosta contro un buon Justin Herbert (23/33 per 228 yard e 1 TD pass) e il fedele aiutante Austin Ekeler (16 portate per 117 yard e 1 TD). Jevon Holland (14), DeShon Elliott (13) e Jaelan Phillips (11) superano tutti quota 10 tackle, Jason Sanders centra i pali da 23, 41 e 45 yard, ma a regalare il successo a Miami sono Tagovailoa e Hill, che varca la end zone per 4 yard e fissa il punteggio finale sul 36-34 a un paio di minuti dalla fine.

Succede di tutto nel Monday Night tra Jets e Bills. New York vince la partita in overtime, ma perde l’attesissimo Aaron Rodgers per un infortunio al tendine d’Achille, che potrebbe costargli l’intera stagione. Il sostituto Zach Wilson (14/21 per 140 yard con 1 TD pass e 1 INT) fa il possibile, supportato da un funambolico Garrett Wilson, a segno con il touchdown della settimana per 3 yard, e dal fantastico Breece Hall (10 portate per 127 yard). Chi tiene davvero i Jets in partita, però, è un insensato Jordan Whitehead (2 tackle, 3 pass deflected, 3 INT), che devasta un deludente Josh Allen (29/41 per 236 yard con 1 TD pass e 3 INT) con ben tre intercetti. Tyler Bass, comunque sigla la parità con il field goal allo scadere da 50 yard, ma il supplementare premia la squadra di casa, con Xavier Gipson strepitoso nel riportare un punt per 65 yard fino alla end zone avversaria. Che tonfo per i Bengals contro i Browns! La pioggia cade senza sosta e travolge Joe Burrow (14/31 per 82 yard), che gioca una delle peggiori partite in carriera e sbatte continuamente contro la fenomenale difesa di Cleveland. Nel frattempo, Deshaun Watson (16/29 per 154 yard con 1 TD pass e 1 INT) varca la end zone con la corsa da 13 yard prima e con il touchdown pass per Harrison Bryant poi, mentre il solito Nick Chubb (18 portate per 106 yard) macina yard e Dustin Hopkins centra i pali da 42, 34 e 43 yard. La difesa di Cincinnati, guidata da Germaine Pratt (11 tackle, 1 sack, 2 tackle for loss), fa il possibile, ma i soli punti prodotti dall’attacco sono frutto di un field goal da 42 yard di Evan McPherson e per i Bengals non c’è nulla da fare.

Al contrario, partono fortissimo i Ravens, che piegano i Texans grazie a una difesa di ferro. Roquan Smith (16 tackle, 1 sack, 2 tackle for loss) e Patrick Queen (11 tackle, 1 sack, 1 tackle for loss) danno spettacolo e rendono quantomai ostico l’esordio in NFL di C.J. Stroud (28/44 per 242 yard). Non un granché la prima stagionale di Lamar Jackson (17/22 per 169 yard e 1 INT), ma i tre rushing touchdown tra J.K. Dobbins e il doppio colpo di Justice Hill bastano e avanzano contro il solo tris di field goal di Ka’imi Fairbairn. A proposito di nuovi inizi, ottime prestazioni sia per Zay Flowers da una parte (9 ricezioni per 78 yard) che per Will Anderson dall’altra (6 tackle, 1 sack e 1 tackle for loss). Restando in AFC North, crollano anche gli Steelers, distrutti dai fantastici 49ers. Un grande Brock Purdy (19/29 per 220 yard e 2 TD pass) sembra essere tornato al meglio dall’infortunio, soprattutto in collaborazione con il devastante Brandon Aiyuk (8 ricezioni per 129 yard e 2 TD), che vola in touchdown per 8 e 19 yard. Non si esalta Kenny Pickett (31/46 per 232 yard con 1 TD pass e 2 INT), ma il suo lancio in end zone per Pat Freiermuth sembra poter riaprire i conti, prima che a mettere il successo in cassaforte pensi il pazzesco Christian McCaffrey (22 portate per 152 yard e 1 TD), con una clamorosa corsa vincente da 65 yard. T.J. Watt (5 tackle, 3 sack, 1 tackle for loss) mette Purdy in difficoltà, ma Drake Jackson (3 tackle, 3 sack, 2 tackle for loss) risponde presente e la difesa di San Francisco, di fatto, non trema più.

Pubblicità

Meno impressionante la vittoria degli Eagles sul campo dei Patriots, sotto gli occhi della leggenda Tom Brady. Al primo quarto da sogno di Philadelphia, con un enorme Darius Slay che riporta un intercetto in touchdown per 70 yard e un modesto Jalen Hurts (22/33 per 170 yard e 1 TD pass) che esalta DeVonta Smith, risponde l’ottimo Mac Jones (35/54 per 316 yard con 3 TD pass e 1 INT), abile a lanciare in end zone Hunter Henry prima e Kendrick Bourne poi, prima dell’intervallo. New England crede alla rimonta, con il rookie Christian Gonzalez sugli scudi (7 tackle, 1 sack, 1 tackle for loss), ma i tre field goal di Jake Elliott da 56, 48 e 51 yard rendono vano lo sforzo avversario nel finale. Il secondo touchdown di giornata di Bourne e un fumble forzato da Jabrill Peppers regalano il sogno di una rimonta che, però, si infrange su un quarto down fallito in red zone. Devastante, invece, è l’affermazione dei Cowboys contro la peggior versione dei Giants di Brian Daboll. Il 40-0 finale, per altro senza che Dak Prescott (13/24 per 143) metta mano al punteggio, rende l’idea di una partita con mille errori per New York, a partire dal field goal bloccato a Graham Gano e riportato per 58 yard fino alla end zone avversaria da Noah Igbinoghene. DaRon Bland aggiunge una pick-six da 22 yard, poi si scatena Tony Pollard, che varca la end zone da 2 e 1 yard. Osa Odighizuwa (4 tackle, 2 sack, 2 tackle for loss) e Dorance Armstrong (3 tackle, 2 sack, 3 tackle for loss) banchettano con un pessimo Daniel Jones (15/28 per 104 yard e 2 INT) e Dallas ha vita facile per vincere.

A completare il quadro delle squadre vincenti in AFC ci sono Jaguars e Raiders. Anthony Richardson (24/37 per 223 yard con 1 TD pass e 1 INT) gioca un’ottima partita d’esordio, in cui aggiunge anche un rushing touchdown da 2 yard, ma Trevor Lawrence (24/32 per 241 yard con 2 TD pass e 1 INT) giova del ritorno dello spettacolare Calvin Ridley (8 ricezioni per 101 yard e 1 TD) e l’attacco vola. L’incredibile prestazione di Josh Allen (10 tackle, 3 sack, 3 tackle for loss) è pareggiata dal fantastico DeForest Buckner (7 tackle, 1 sack, 1 tackle for loss), che riporta un fumble per 26 yard in touchdown e regala l’unico vantaggio di giornata a Indianapolis. Nel quarto periodo, però, ci pensano le corse vincenti di Tank Bigsby prima e di Travis Etienne poi a sancire la vittoria di Jacksonville. Las Vegas, invece, non si fa sfuggire una vittoria in volata contro i Broncos. Le buone prestazioni di Jimmy Garoppolo (20/26 per 200 yard con 2 TD pass e 1 INT) e Russell Wilson (27/34 per 177 yard e 2 TD pass) quasi si equivalgono, ma Will Lutz fallisce un extra point ed è proprio quell’errore a costare il pareggio a Denver. Il touchdown della vittoria è opera di un decisivo Jakobi Meyers, che sigla il bis di giornata prima che la difesa dei Raiders fermi Wilson nel drive del potenziale sorpasso.

Spettacolare prima partita stagionale per i Packers, che fanno a pezzi i Bears. Il merito è di un eccezionale Jordan Love (15/27 per 245 yard e 3 TD pass), aiutato da un incisivo Romeo Doubs, in touchdown per 8 e 4 yard, e da un Aaron Jones tuttofare, autore di 127 yard from scrimmage e di due touchdown, uno su corsa e uno su ricezione. Cairo Santos tiene Chicago in partita nel primo tempo, prima dell’unica perla di giornata di Justin Fields (24/37 per 216 yard con 1 TD pass e 1 INT). Il bis di Doubs e l’intercetto riportato in touchdown per 37 yard da Quay Walker, però, scrivono la parola fine sulla partita nel quarto periodo e Green Bay può festeggiare. Tanti esordienti protagonisti nel netto successo dei Falcons sui Panthers. Al primo touchdown di Bijan Robinson, su ricezione per 11 yard dalle mani di un essenziale Desmond Ridder (15/18 per 115 yard e 1 TD pass), risponde il primo touchdown pass di Bryce Young (20/38 per 146 yard con 1 TD pass e 2 INT). Nel quarto periodo, però, Atlanta mette la freccia con Tyler Allgeier, che vola in touchdown due volte con le corse da 3 yard, mentre un clamoroso Jessie Bates (10 tackle, 2 INT) fa vedere i primi fantasmi in carriera a Young. Nulla da fare, dunque, per Carolina, che non mette altro fieno in cascina ed esce sconfitta.

A proposito di NFC South, i Saints stendono i Titans e conquistano la prima vittoria in stagione. La battaglia di field goal tra un paranormale Nick Folk, a segno da 50, 27, 31, 45 e 29 yard, e un eccezionale Blake Grupe, che risponde da 26, 33 e 52 yard, viene interrotta soltanto dal decisivo touchdown pass di Derek Carr (23/33 per 305 yard con 1 TD pass e 1 INT) per Rashid Shaheed, a cui un delirante Ryan Tannehill (16/34 per 198 yard e 3 INT) non riesce a trovare risposta. Le ricezioni di Chris Olave (8 per 112 yard) e le tante fantastiche giocate difensive regalano il successo a New Orleans, abile a gestire il cronometro fino a esaurirlo nell’ultimo drive. Inaspettata l’affermazione dei Buccaneers sui Vikings. Al timone c’è un onesto Baker Mayfield (21/34 per 173 yard e 2 TD pass), abile a rispondere colpo su colpo a Kirk Cousins (33/44 per 344 yard con 2 TD pass e 1 INT) e a rovinare la bella giornata di Justin Jefferson (9 ricezioni per 150 yard) e del rookie Jordan Addison, che varca la end zone per la prima volta in carriera, per 39 yard. I punti decisivi, però, non li sigla nessuno tra i giocatori citati, bensì Chase McLaughlin, inatteso protagonista sul palcoscenico con un field goal da 57 yard. Il three&out finale condanna Cousins e compagni, i quali non tornano più in campo dopo un ultimo drive gestito alla perfezione da Mayfield, che regala il successo ai suoi.

Roboante colpaccio dei Rams in casa dei Seahawks. Nel primo tempo a prendere la scena sono Geno Smith (16/26 per 112 yard e 1 TD pass) e l’attacco di Seattle, ma dopo l’intervallo c’è una sola squadra in campo, che segna 23 punti senza subirne neanche uno. La guida un produttivo Matthew Stafford (24/38 per 334 yard), anche se i rushing touchdown sono opera di Kyren Williams, a segno da 1 e 7 yard, e di Cam Akers, da 1 yard, mentre Brett Maher centra i pali da 38, 54 e 45 yard. In assenza di Cooper Kupp, ci pensano gli splendidi Tutu Atwell (6 ricezioni per 119 yard) e Puka Nacua (10 ricezioni per 119 yard) ad esaltare Stafford, mentre Ernest Jones (9 tackle, 3 tackle for loss) e compagni mettono la museruola a Smith fino al fischio finale. L’ultima vittoria di giornata è dei Commanders contro i Cardinals. Buon inizio per Sam Howell (19/31 per 202 yard con 1 TD pass e 1 INT), che lancia Brian Robinson in end zone per 7 yard e poi si regala la corsa vincente da 6 yard del sorpasso nel quarto periodo. In casa Arizona, Joshua Dobbs (21/30 per 132 yard) non lascia il segno, Matt Prater sì con i field goal da 28, 54 e 37 yard, cui si aggiunge il fumble riportato in touchdown per 2 yard da Cameron Thomas. Joey Slye, però, nel finale mette la ciliegina sulla torta e Washington, che in difesa ha un fantastico Montez Sweat (5 tackle, 1.5 sack, 2 tackle for loss), si aggiudica la contesa.

I RISULTATI

Detroit LIONS (1-0) @ Kansas City CHIEFS (0-1) 21-20
Carolina PANTHERS (0-1) @ Atlanta FALCONS (1-0) 10-24
Cincinnati BENGALS (0-1) @ Cleveland BROWNS (1-0) 3-24
Jacksonville JAGUARS (1-0) @ Indianapolis COLTS (0-1) 31-21
Tampa Bay BUCCANEERS (1-0) @ Minnesota VIKINGS (0-1) 20-17
Tennessee TITANS (0-1) @ New Orleans SAINTS (1-0) 15-16
San Francisco 49ERS (1-0) @ Pittsburgh STEELERS (0-1) 30-7
Arizona CARDINALS (0-1) @ Washington COMMANDERS (1-0) 16-20
Houston TEXANS (0-1) @ Baltimore RAVENS (1-0) 9-25
Green Bay PACKERS (1-0) @ Chicago BEARS (0-1) 38-20
Las Vegas RAIDERS (1-0) @ Denver BRONCOS (0-1) 17-16
Philadelphia EAGLES (1-0) @ New England PATRIOTS (0-1) 25-20
Miami DOLPHINS (1-0) @ Los Angeles CHARGERS (0-1) 36-34
Los Angeles RAMS (1-0) @ Seattle SEAHAWKS (0-1) 30-13
Dallas COWBOYS (1-0) @ New York GIANTS (0-1) 40-0
Buffalo BILLS (0-1) @ New York JETS (1-0) 16-22 OT

5 anni di NFL - Il nostro nuovo libro
5 anni NFL

Alessio Salerio

Scopre il football nella notte dell'upset di Phoenix del 2008, se ne innamora quattro anni dopo grazie ai medesimi protagonisti. Ideatore della rubrica "Colori, episodi, emozioni", negli anni cambiata di nome, non nella sostanza.

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio