Il riassunto di week 16 NFL

Alcuni verdetti, tra playoff e vincitori di Division, sono arrivati, ma moltissimi altri restano ancora da definire in vista della settimana conclusiva di regular season in NFL. Una Week 16 intensa ed emozionante si è aperta con un record storico nel Thursday Night vinto con margine dai Saints sui Vikings: Alvin Kamara tocca vette inesplorate dal 1929 e colleziona addirittura sei rushing touchdown, da 40, 1, 5, 6, 7 e 3 yard, parte delle 155 yard in 22 portate complessive. Drew Brees (19/26 per 311 yard e 2 INT) si limita ad apparecchiare il banchetto, ma si toglie lo sfizio di superare per primo la storica quota di 80.000 passing yard in carriera. Di fronte ai 52 punti segnati da New Orleans c’è ben poco da fare per Minnesota, guidata con qualità da Kirk Cousins (27/41 per 291 yard e 3 TD pass), ma troppo fragile in difesa per poter competere contro Kamara e compagni.

I Saints, comunque, restano alle spalle dei Packers in NFC. Il merito è della splendida prestazione di Aaron Rodgers (21/25 per 231 yard con 4 TD pass e 1 INT), che demolisce i Titans nel Sunday Night. Al suo fianco Davante Adams è leggendario (11 ricezioni per 142 yard e 3 TD) e tocca quota 17 touchdown in regular season. Al resto pensa il sorprendente A.J. Dillon (21 portate per 124 yard e 2 TD), che chiude la partita con le corse vincenti da 30 e 7 yard. E Tennessee? Derrick Henry sfiora le ormai consuete 100 yard (98), ma non trova alcun touchdown, mentre Ryan Tannehill delude le attese (11/24 per 121 yard con 1 TD pass e 2 INT) e i playoff restano in bilico. I Seahawks conquistano la NFC West grazie alla vittoria nel “derby” contro i Rams. Dopo un primo tempo di soli field goal, chiuso sul punteggio di 6-6, un ottimo Russell Wilson (20/32 per 225 yard e 1 TD pass) decide la sfida, prima con il touchdown su corsa da 4 yard e poi con il touchdown pass per 13 yard tra le mani di Jacob Hollister. La fantastica difesa di Seattle, invece, mette in catene Jared Goff (24/43 per 234 yard e 1 INT) e lascia Los Angeles sulle spine: dovrà vincere contro i Cardinals in Week 17 per essere sicura della qualificazione in postseason.

Prestazione strabordante dei Buccaneers contro i Lions e qualificazione ai playoff già assicurata, mentre Arizona cade contro i 49ers e viene superata dai Bears nella corsa al Wild Card Game. Uno stoico Tom Brady (22/27 per 348 yard e 4 TD pass) chiude i conti già nel primo tempo con il poker di touchdown pass per Rob Gronkowski, Mike Evans, Chris Godwin e Antonio Brown, mentre Detroit si lecca le ferite per l’infortunio a Matthew Stafford. Gronk e il pazzesco Evans (10 ricezioni per 181 yard e 2 TD) fanno il bis con il subentrante Blaine Gabbert, mentre un devastante Devin White (10 tackle, 1 sack, 2 tackle for loss) tiene a bada prima Chase Daniel e poi David Blough. A proposito di backup, C.J. Beathard (13/22 per 182 yard e 3 TD pass) non fa rimpiangere Jimmy Garoppolo e conduce San Francisco a una super vittoria contro i Cardinals. Grande aiuto arriva da Jeff Wilson (22 portate per 183 yard) e da una strepitosa difesa, guidata da Fred Warner (14 tackle, 3 pass deflected, 1 FF e 1 FR). Ci prova fino alla fine Kyler Murray, che tra lanci e corse colleziona 322 delle 350 yard totali di squadra, ma sbatte contro gli scatenati Niners e vede complicarsi la vita sulla strada verso i playoff.

Pubblicità

Chicago ha il destino tra le proprie mani e distrugge i Jaguars, che però si prendono la certezza della prima scelta assoluta al Draft 2021. L’attacco guidato da un convincente Mitchell Trubisky (24/35 per 265 yard con 2 TD pass e 1 INT) è spumeggiante e colleziona touchdown a ripetizione, da quelli su corsa di David Montgomery, Artavis Pierce e dello stesso quarterback ai due su ricezione di Jimmy Grahm, per 5 e 22 yard. Nel frattempo la difesa concede pochissimo al negativo Mike Glennon (24/37 per 211 yard con 2 TD pass e 2 INT), in particolare grazie alla stellare prestazione di Roquan Smith (8 tackle, 2 pass deflected e 2 INT). Ha del clamoroso che, al momento, Washington abbia in mano un posto ai playoff nonostante la nona sconfitta in stagione, contro i Panthers. Senza Alex Smith, un pessimo Dwayne Haskins (14/28 per 154 yard con 2 INT e 1 fumble) resta preda della difesa di Carolina e produce poco o nulla. Quando al suo posto subentra Taylor Heinicke (12/19 per 137 yard e 1 TD pass) la musica cambia, ma è troppo tardi per ultimare la rimonta. Merito del fumble recuperato in end zone da Brandon Zylstra, della corsa vincente da 1 yard di Mike Davis e del touchdown pass di un incerto Teddy Bridgewater (19/28 per 197 yard con 1 TD pass, 1 INT e 2 fumble) per Robby Anderson, che regalano 20 punti nel solo primo tempo, prima del nulla cosmico dopo l’intervallo.

It’s QB time, i migliori e peggiori quarterback di week 16

Il Football Team dovrà vincere contro gli Eagles per evitare di restare fuori dalla postseason, in favore della vincente nella sfida finale tra Cowboys e Giants. Dallas è in forma straripante e chiude la stagione di Philadelphia in miseria. Andy Dalton veste i panni del chirurgo (22/30 per 377 yard con 3 TD pass e 1 INT), soprattutto sull’asse con Michael Gallup (6 ricezioni per 121 yard e 2 TD), mentre CeeDee Lamb è funambolico e aggiunge un touchdown su corsa da 19 yard e uno su ricezione per 52. Un incostante Jalen Hurts (21/39 per 342 yard con 1 TD pass, 2 INT e 2 fumble) sogna con il touchdown pass per 81 yard per il rientrante DeSean Jackson, ma la sua partita si trasforma ben presto in un incubo, sotto i colpi di Randy Gregory (6 tackle, 1.5 sack e 3 FF) e compagni. New York, al contrario, è inguardabile contro i Ravens. Daniel Jones non graffia (24/41 per 252 yard e 1 TD pass), al contrario di un grande Lamar Jackson, che aggiunge 80 yard su corsa in 13 portate alla bella prestazione al lancio (17/26 per 183 yard e 2 TD pass). J.K. Dobbins va in touchdown per la quinta settimana di fila e il gioco è fatto.

A Baltimore basta una vittoria in Week 17 per volare ai playoff, così come ai Titans, ai Dolphins e ai Browns, mentre i Colts rischiano di restare fuori dalla corsa pur con undici vittorie in stagione. Pazzesca la vittoria che avvicina Miami alla postseason ed esclude i Raiders. Con Tua Tagovailoa ai posti di comando (17/22 per 94 yard e 1 TD pass) l’attacco degli ospiti è arido di gioie e la collaborazione tra Derek Carr (21/34 per 336 yard e 1 TD pass) e lo scatenato Nelson Agholor (5 ricezioni per 155 yard e 1 TD) regala il vantaggio a Las Vegas sul 22-16. Ryan Fitzpatrick e Myles Gaskin confezionano il sorpasso per 59 yard, ma il field goal di Daniel Carlson da 22 yard sembra scrivere la parola fine sulla partita a 19 secondi dal termine. Fitzpatrick, però, estrae il coniglio dal cilindro con un inaudito lancio no look per Mack Hollins e Jason Sanders centra i pali da 44 yard per i punti del clamoroso successo. Dopo 17 lunghissimi anni ancora non arrivano i playoff per Cleveland, sconfitta dai Jets con un match-point in mano. Il Coronavirus ferma i wide receiver dei Browns e la difesa concede troppo a Sam Darnold (16/32 per 175 yard e 2 TD pass) e compagni. Baker Mayfield non demorde, ma i due fumble sono decisivi nella sconfitta dei suoi. New York festeggia così la seconda vittoria consecutiva.

Indianapolis si fa rimontare dagli Steelers, che conquistano la AFC North e, al momento, fanno fuori Philip Rivers e compagni. Jonathan Taylor (18 portate per 74 yard e 2 TD) guida i suoi sul 24-7 nel terzo quarto e sembra aver regalato il successo agli ospiti, ma a quel punto si scatena Ben Roethlisberger (34/49 per 342 yard e 3 TD pass). Il quarterback lancia la rimonta con la collaborazione di Diontae Johnson ed Eric Ebron e la conclude con il touchdown pass per 25 yard per JuJu Smith-Schuster. Un dominante T.J. Watt tocca quota 15 sack in stagione e gli assalti finali di Rivers vengono fermati. Gli Steelers possono festeggiare, ma lo scettro di AFC viene conquistato dai Chiefs, ora sicuri della qualificazione diretta al Divisional Round. I Falcons giocano una super partita contro Kansas City, guidati da Matt Ryan (27/35 per 300 yard e 2 TD pass) e supportati da una scatenata difesa, che mette alle corde Patrick Mahomes (24/44 per 278 yard con 2 TD pass e 1 INT). Il quarterback, però, trova il modo di sfuggire alla morsa e il suo touchdown pass per Demarcus Robinson per 25 yard decide la partita sul 17-14, che precede il field goal sbagliato da Younghoe Koo da 39 yard.

Il nostro nuovo libro (cartaceo e ebook)

storie di huddle ads

Nelle partite senza pretese di questa Week 16 sono Bengals e Chargers a festeggiare una vittoria su Texans e Broncos. Scoppiettante la partita che Cincinnati vince grazie a un fenomenale Brandon Allen (29/37 per 371 yard e 2 TD pass), supportato dalle ricezioni di Tee Higgins, 6 per 99 yard con un bellissimo touchdown per 20 yard, e dalle corse di Samaje Perine (13 per 95 yard e 2 TD). Houston, invece, gode di un’altra fantastica partita di Deshaun Watson (24/33 per 324 yard con 3 TD pass e 2 fumble), delle scorribande di Brandin Cooks (7 ricezioni per 141 yard e 1 TD) e di un ritrovato David Johnson, che somma 139 yard e due touchdown tra corse e ricezioni. Tutto questo, però, non basta a evitare la sconfitta numero undici in stagione. Un decisivo Justin Herbert (21/33 per 253 yard e 1 TD pass) si iscrive al grande libro dei record con il touchdown pass numero 28 in stagione, il massimo numero per un rookie quarterback. Mike Badgley aggiunge i field goal da 37, 43, 25 e 37 yard e il gioco è fatto, perché Drew Lock non convince (24/47 per 264 yard e 2 INT) e lascia Denver senza spunti in attacco.

Pubblicità

Straordinari sono i Bills, che demoliscono i Patriots senza pietà, guidati da un Josh Allen a livelli atomici (27/36 per 320 yard e 4 TD pass). Ne gode soprattutto uno Stefon Diggs da urlo (9 ricezioni per 145 yard e 3 TD), che scrive la parola fine sulla partita con i touchdown su ricezione per 50, 18 e 8 yard. New England è davvero poca cosa a confronto, così come Cam Newton (5/10 per 34 yard) al lancio. Se non altro il quarterback colleziona la corsa vincente numero 12 in stagione, un record di sempre nella storia NFL. Ci sarà da divertirsi nella conclusiva e spettacolare Week 17. Ancora tante squadre devono assicurarsi un posto ai playoff e in NFC resta da definire anche la prima della classe, tra Packers, Saints e Seahawks. La regular season volge al termine e lascerà presto il posto ai playoff, ma resta un’ultima domenica di grandi emozioni da vivere.

I RISULTATI DI WEEK 16 NFL

New Orleans SAINTS (11-4) – Minnesota VIKINGS (6-9) 52-33
Detroit LIONS (5-10) – Tampa Bay BUCCANEERS (10-5) 47-7
Arizona CARDINALS (8-7) – San Francisco 49ERS (6-9) 12-20
Las Vegas RAIDERS (7-8) – Miami DOLPHINS (10-5) 25-26
Pittsburgh STEELERS (12-3) – Indianapolis COLTS (10-5) 28-24
Kansas City CHIEFS (14-1) – Atlanta FALCONS (4-11) 17-14
Jacksonville JAGUARS (1-14) – Chicago BEARS (8-7) 41-17
Houston TEXANS (4-11) – Cincinnati BENGALS (4-1-10) 37-31
Baltimore RAVENS (10-5) – New York GIANTS (5-10) 27-13
New York JETS (2-13) – Cleveland BROWNS (10-5) 23-16
Washington FOOTBALL TEAM (6-9) – Carolina PANTHERS (5-10) 13-20
Los Angeles CHARGERS (6-9) – Denver BRONCOS (5-10) 19-16
Dallas COWBOYS (6-9) – Philadelphia EAGLES (4-1-10) 37-17
Seattle SEAHAWKS (11-4) – Los Angeles RAMS (9-6) 20-9
Green Bay PACKERS (12-3) – Tennessee TITANS (10-5) 40-14
New England PATRIOTS (6-9) – Buffalo BILLS (12-3) 38-9

Alessio Salerio

Scopre il football nella notte dell'upset di Phoenix del 2008, se ne innamora quattro anni dopo grazie ai medesimi protagonisti. Ideatore della rubrica "Colori, episodi, emozioni", negli anni cambiata di nome, non nella sostanza.

Articoli collegati

Pulsante per tornare all'inizio