Il Rookie Watch di week 16 NFL

Nel sedicesimo episodio del Rookie Watch, la rubrica di Huddle Magazine in cui analizziamo le prestazioni e la crescita di tre rookie NFL, parleremo di un offensive lineman che nonostante la sua squadra abbia giocato una stagione sotto le aspettative sta stupendo sempre di più, Mike Onwenu, di una safety che ha invece aiutato la sua squadra ad arrivare ai playoff, Anthony Winfield Jr e di un WR che nella prima parte di stagione ha stupito, per poi “adeguarsi” un pò sul finale di stagione, un pò come tutta la sua squadra, Chase Claypool.

Michael Onwenu
16 partite giocate con il 91% di snap – 1 fumble recuperato

I Patriots per la prima volta dopo dodici anni non parteciperanno ai playoff ma fra i tanti motivi per cui ciò è successo, sicuramente uno di questi non è la linea offensiva; più in particolare, non ci sono colpe per Michael Onwenu, OG scelto con la 182° pick assoluta e proveniente da Michigan. Quello che stupisce di più di Onwenu, a parte il fatto che già dopo la prima partita era diventato un titolare inamovibile della linea offensiva dei Patriots, è la sua capacità di adattarsi a qualsiasi ruolo della linea offensiva, infatti nel corso della sua breve carriera Onwenu ha giocato sia come guardia, ruolo con cui è arrivato in NFL, e ruolo in cui ha giocato sia a destra che a sinistra nelle prime partite fra i professionisti, sia come TE di bloccaggio, sia soprattutto come tackle, ruolo più coperto nel corso della stagione, anche a causa di una serie di infortuni arrivati nella linea dei Pats.
In qualsiasi ruolo è stato impiegato Onwenu ha dimostrato di avere un talento impressionante, commettendo una sola penalità in tutta la stagione, e finendo più partite senza subire sack dal suo lato. In una stagione deludente come è stata quella di New England sicuramente le prestazioni di Onwenu sono spiccate sugli altri, con i tifosi che sperano possa essere di buon auspicio per il futuro della franchigia, ormai alla fine di un ciclo.<

Anthony Winfield Jr
87 tackle di cui 59 solo, 2 fumble forzati, 1 intercetto, 5 passaggi deflettati

I Buccaneers, grazie ad una offseason spettacolare in cui sono arrivati giocatori del calibro di Brady e Gronkowski su tutti, sono tornati ai playoff; se l’attacco è guidato dal QB ex-Patriots, in difesa a farsi notare è stato soprattutto un rookie, proveniente da Minnesota: parliamo di Anthony Winfield Jr, scelto con la 45° scelta assoluta all’ultimo draft NFL e vera sorpresa della difesa dei Bucs.
La miglior partita della sua stagione è stata sicuramente quella di week 14 contro i Vikings: nel corso della partita Winfield ha messo a segno 12 tackle, di cui ben 10 in solo, ed ha trovato il sack su Kirk Cousins, da cui è arrivato poi anche un fumble, aiutando così la sua squadra ad ottenere una vittoria fondamentale per i playoff.
L’inizio della stagione aveva fatto ben sperare, con il primo forced fumble che era arrivato già in week 2, contro i rivali divisionali dei Carolina Panthers e con i tifosi dei Bucs che adesso sognano in grande per i playoff, con Brady a guidare l’attacco e Winfield pronto a trovare il big play difensivo che potrebbe risultare fondamentale.

Pubblicità

Chase Claypool
57 ricezioni per 772 yard e 8 TD , 2 TD su corsa

Nella NFL odierna, la maggior parte dei giocatori sono statunitensi, tanto che del vicino Canada, ci sono solo 19 giocatori in NFL; uno di questi però sta dimostrando di avere sempre di più le potenzialità di fare bene in NFL, ed anche se dopo un’ottimo inizio di stagione le sue prestazioni sono un pò calate (come successo per tutti gli Steelers), le sue giocate potranno risultare fondamentali nei playoff.
Stiamo parlando di Chase Claypool, giocatore proveniente da Notre Dame e scelto con la 49° pick assoluta nell’ultimo draft NFL. Claypool ha avuto un ottimo inizio di stagione, con ben 8 TD segnati nelle prime dieci partite giocate, poi le sue prestazioni sono un pò peggiorate, forse anche a causa di un’involuzione generale degli Steelers, che dopo essere arrivati ad un record di 11-0 hanno trovato ben tre sconfitte consecutive prima di tornare alla vittoria contro i Colts. La migliore partita di Claypool è stata senza dubbio quella contro i Philadelphia Eagles di week 4, con il WR canadese che ha chiuso la partita con 110 yard ricevute e ben 3 TD, fondamentali per la vittoria di Pitts.
I tifosi sperano che Claypool toni quello di inizio stagione per i playoff, e che dimostri che le brutte prestazioni siano figlie di una generale involuzione della squadra, che potrebbe arrivare come secondo seed AFC con una vittoria ed una contemporanea sconfitta dei Bills contro i Dolphins.

Merchandising Merchandising

Luca Belli

Nonostante la giovane età, tifoso "Die Hard" dei Green Bay Packers. Cresciuto nel momento d'oro di Favre e Rodgers. Abituato a vincere poco con la fede calcistica, essendo tifoso della Fiorentina, ha trovato nei Packs la sua svolta. Aspetta con ansia il secondo anello personale. Go Packs Go!

Articoli collegati

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Huddle Magazine si sostiene con gli annunci pubblicitari visualizzati sul sito. Disabilita Ad Block (o suo equivalente) per aiutarci :-)

Ovviamente non sei obbligato a farlo, chiudi pure questo messaggio e continua la lettura.