Il riassunto di Week 7 NFL

Cambia ancora la fisionomia delle due Conference dopo una Week 7 NFL ricca di sorprese, con sei team a riposo, ma tutte le altre impegnate in tredici partite da non perdere. In entrambe c’è una squadra in fuga e in AFC sono i Chiefs, che mettono i Chargers al tappeto e vincono la sesta partita consecutiva. A guidarli è un pazzesco Patrick Mahomes (32/42 per 424 yard con 4 TD pass e 1 INT), che, uno dopo l’altro, lancia in touchdown Marquez Valdes-Scantling, Rashee Rice, un devastante Travis Kelce (12 ricezioni per 179 yard e 1 TD) e Isaiah Pacheco, mandando in visibilio la nuova coppia di tifose glamour dell’anno, composta dalla moglie Brittany e da Taylor Swift. Joshua Palmer (5 ricezioni per 133 yard) prova ad aiutare un altalenante Justin Herbert (17/30 per 259 yard con 1 TD pass e 2 INT) a rimanere in partita, ma la difesa di Kansas City colleziona cinque sack e due intercetti e rispedisce gli ospiti a Los Angeles senza alcuna gloria. Perdono terreno i Dolphins, sconfitti dai fortissimi Eagles, in vetta alla NFC. Il primo quarto è di studio, mentre il secondo è dominato da Jalen Hurts (23/31 per 279 yard con 2 TD pass e 1 INT), che prima lancia Dallas Goedert in touchdown e poi varca la end zone sulla classica quarterback sneak da 1 yard. Miami, però, non si dà per vinta e sulle ali dell’ormai consueto duetto tra Tua Tagovailoa (23/32 per 216 yard con 1 TD pass e 1 INT) e Tyreek Hill riapre la partita, pareggiandola con l’intercetto di un super Jerome Baker (11 tackle, 1 tackle for loss, 1 INT), riportato dallo stesso in touchdown per 22 yard. Philadelphia, però, ha ancora un asso nella manica: il decisivo A.J. Brown (10 ricezioni per 137 yard e 1 TD) si esalta ancora e la successiva corsa vincente di Kenneth Gainwell scrive la parola fine su una partita di altissimo livello.

I Dolphins vengono così raggiunti dai Ravens, che al contempo rallentano la marcia dei Lions con una netta affermazione. Spaziale la prestazione di Lamar Jackson (21/27 per 357 yard e 3 TD pass), che nel giro di tre quarti ha praticamente già chiuso la partita, con il rushing touchdown da 7 yard e i successivi lanci in end zone per Nelson Agholor e Mark Andrews, a segno in due occasioni. Gus Edwards aggiunge 144 yard from scrimmage e una corsa vincente da 2 yard, Kyle Van Noy (5 tackle, 2 sack, 2 tackle for loss) guida la difesa contro uno spento Jared Goff (33/53 per 284 yard e 1 INT) e l’unica gioia di giornata per Detroit resta il primo touchdown in carriera dell’atteso rookie Jahmyr Gibbs, a segno con la corsa da 22 yard. Sorpresi anche i 49ers, che cadono in casa dei Vikings. È il rookie Jordan Addison (7 ricezioni per 123 yard e 2 TD pass) a scombinare i piani di San Francisco, con due super touchdown per 20 e 60 yard, a cui Greg Joseph aggiunge tre field goal da 21, 20 e 54 yard. Kirk Cousins (35/45 per 378 yard con 2 TD pass e 1 INT) guida più che egregiamente l’attacco di Minnesota, mentre Brock Purdy (21/30 per 272 yard con 1 TD pass e 2 INT) delude le attese, lanciando due intercetti consecutivi nei drive finali, entrambi tra le mani di un enorme Camryn Bynum (9 tackle, 2 INT). Christian McCaffrey va a segno con un touchdown per la 16esima partita di fila, ma non basta agli ospiti per evitare la sconfitta.

Nei piani altissimi della AFC ci sono i Jaguars, che vincono il Thursday Night contro i Saints. Un paio di touchdown su corsa di Travis Etienne mettono la partita sui binari di Jacksonville, mentre per tre quarti New Orleans va a segno soltanto con i field goal di Blake Grupe. Un gigantesco Foyesade Oluokun (14 tackle, 1 INT) allarga la forbice con la pick-six da 24 yard, ma i padroni di casa tornano incredibilmente in partita, guidati dalla riscossa di Derek Carr (33/55 per 301 yard con 1 TD pass e 1 INT) e dal primo touchdown in stagione di Michael Thomas. A decidere la sfida, però, pensa sempre Trevor Lawrence (20/29 per 204 yard e 1 TD pass), che sfodera un touchdown pass per 44 yard per Christian Kirk e regala il successo agli ospiti. La partita della settimana è quella vinta dai Browns in volata contro i Colts. In assenza di gioie da Deshaun Watson (1/5 per 5 yard e 1 INT) o dal sostituto PJ Walker (15/32 per 178 yard e 1 INT), Cleveland deve fare di necessità virtù. A mettere punti a tabellone sono i tre rushing touchdown tra Jerome Ford e Kareem Hunt e la difesa, guidata dal fenomenale Myles Garrett (9 tackle, 2 sack, 1 tackle for loss) e a segno con il fumble recuperato in end zone da Tony Fields. Indianapolis, però, non è da meno e, guidata da un prolifico Gardner Minshew (15/23 per 305 yard con 2 TD pass e 1 INT), vede il quarterback varcare la end zone ben quattro volte, due su corsa e due al lancio, supportato da un magico Josh Downs (5 ricezioni per 125 yard e 1 TD). Minshew, però, aggiunge anche tre fumble persi e gli ospiti si ritrovano con la possibilità di un ultimo drive per vincere la partita: tra mille polemiche, per alcune controverse decisioni arbitrali, marciano fino all’altro lato del campo e Hunt, con il secondo touchdown di giornata, dà loro la vittoria.

Pubblicità

La AFC North è una giungla di vittorie e anche gli Steelers non mancano l’appuntamento contro i Rams. Matthew Stafford (14/29 per 231 yard con 1 TD pass e 1 INT) non si esalta granché, se non in collaborazione con Puka Nacua (8 ricezioni per 154 yard), ma tanto basta a Los Angeles per garantirsi un minimo vantaggio fino al termine del terzo quarto, anche grazie al supporto della difesa guidata da Michael Hoecht (7 tackle, 2 sack, 2 tackle for loss). Pittsburgh, però, è cinica e spietata su corsa e, nonostante appena 86 rushing yard, vola in end zone tre volte con Kenny Pickett (17/25 per 230 yard), Jaylen Warren e Najee Harris. I padroni di casa non segnano più e la vittoria sfugge loro di mano. Tra le prime forze di NFC, invece, ci sono i Seahawks, che piegano i Cardinals. Geno Smith (18/24 per 219 yard con 2 TD pass e 1 INT) è in buono stato di forma e a giovarne sono i rookie Jaxon Smith-Njigba e Jake Bobo, eccezionale nella ricezione in end zone per 18 yard. Joshua Dobbs (19/33 per 146 yard) è frenato dalla forte difesa di Seattle e non va oltre una corsa vincente da 25 yard. Dopo l’intervallo c’è spazio soltanto per due field goal di Jason Myers e per i padroni di casa il gioco è fatto.

Provano a crederci anche i Falcons, vincenti sui Buccaneers. C’è spazio per i touchdown solo nel primo quarto, con la corsa di Desmond Ridder (19/25 per 250 yard) e il lancio di Baker Mayfield (27/42 per 275 yard con 1 TD pass e 1 INT) per Mike Evans. Richie Grant (8 tackle, 1 INT) da una parte e Lavonte David (13 tackle, 1 tackle for loss) dall’altra chiudono la porta dopo il primo quarto d’ora, ma la successiva sfida tra kicker la vince Younghoe Koo, a segno tre volte, mentre Chase McLaughlin si ferma ai field goal da 24 e 36 yard. L’ultimo colpo di Koo, da 51 yard, arriva allo scadere e per Tampa Bay non c’è più tempo per recuperare. Delusione invece per i Bills, sconfitti dai Patriots. New England è in controllo delle operazioni per gran parte della partita, dapprima con i field goal di Chad Ryland e poi grazie a Mac Jones (25/30 per 272 yard e 2 TD pass), che lancia Kendrick Bourne in touchdown. Sotto 10-22, però, arriva la reazione del combattivo Josh Allen (27/41 per 265 yard con 2 TD pass e 1 INT), che esalta il solito Stefon Diggs e poi varca la end zone palla alla mano da 1 yard. Restano, però, ancora due minuti scarsi a Jones per decidere la sfida e il quarterback riesce nell’impresa, lanciando Mike Gesicki in touchdown per 1 yard a 12 secondi dalla fine e regalando così la vittoria numero 300 in carriera a coach Bill Belichick.

Rinascono i Bears, che demoliscono i Raiders tra le mura amiche. La gestione del rookie Tyson Bagent (21/29 per 162 yard e 1 TD pass) è quantomai saggia e può contare sul sostegno di un clamoroso D’Onta Foreman, a segno con il tris di touchdown, su corsa da 2 e 3 yard e su ricezione per 5 yard. Las Vegas non trova contromisure e, anzi, un negativo Bryan Hoyer (17/32 per 129 yard e 2 INT) peggiora la situazione con la pick-six per 39 yard tra le mani di un superbo Jaylon Johnson (3 tackle, 2 INT). La difesa di Chicago alza il piede dall’acceleratore e il subentrato Aidan O’Connell (10/13 per 75 yard con 1 TD pass e 1 INT) trova gloria nel finale, ma è tutto inutile ai fini del risultato. I Broncos soffrono, ma portano a casa la vittoria sui Packers. Nel primo tempo c’è spazio solo per Denver, a segno con i field goal di Will Lutz da 32, 29 e 35 yard. Russell Wilson (20/29 per 194 yard e 1 TD pass) aumenta il distacco sull’asse con Courtland Sutton, ma Jordan Love (21/31 per 180 yard con 2 TD pass e 1 INT) riesce a orchestrare la rimonta, ultimata grazie ai touchdown pass per Romeo Doubs e Jayden Reed. Chi ha ancora una cartuccia da sparare è Lutz, il quale centra i pali da 52 yard e precede l’intercetto finale di Love, che lascia Green Bay a bocca asciutta. Basta il minimo indispensabile ai Giants per avere la meglio sui Commanders. Il tutto si traduce in un paio di touchdown pass del chirurgico Tyrod Taylor (18/29 per 279 yard e 2 TD pass), per la prima gioia a New York di Darren Waller e per Saquon Barkley. Al resto pensa una difesa strepitosa, guidata da Dexter Lawrence (6 tackle, 2 sack, 1 tackle for loss) e illuminata dal primo intercetto in carriera di Deonte Banks. Sam Howell (22/42 per 249 yard e 1 INT) non vede la end zone e il solo rushing touchdown di Brian Robinson non può bastare per ultimare la rimonta.

I RISULTATI

Jacksonville JAGUARS (5-2) @ New Orleans SAINTS (3-4) 31-24
Las Vegas RAIDERS (2-4) @ Chicago BEARS (2-5) 12-30
Cleveland BROWNS (4-2) @ New England PATRIOTS (2-5) 25-29
Washington COMMANDERS (3-4) @ New York GIANTS (2-5) 7-14
Atlanta FALCONS (4-3) @ Tampa Bay BUCCANEERS (3-3) 16-13
Detroit LIONS (5-2) @ Baltimore RAVENS (5-2) 6-38
Pittsburgh STEELERS (4-2) @ Los Angeles RAMS (3-4) 24-17
Arizona CARDINALS (1-6) @ Seattle SEAHAWKS (4-2) 10-20
Green Bay PACKERS (2-4) @ Denver BRONCOS (2-5) 17-19
Los Angeles CHARGERS (2-4) @ Kansas City CHIEFS (6-1) 17-31
Miami DOLPHINS (5-2) @ Philadelphia EAGLES (6-1) 17-31
San Francisco 49ERS (5-2) @ Minnesota VIKINGS (3-4) 17-22

BYE WEEK

Cincinnati BENGALS (3-3)
Dallas COWBOYS (4-2)
New York JETS (3-3)
Carolina PANTHERS (0-6)
Houston TEXANS (3-3)
Tennessee TITANS (2-4)

Alessio Salerio

Scopre il football nella notte dell'upset di Phoenix del 2008, se ne innamora quattro anni dopo grazie ai medesimi protagonisti. Ideatore della rubrica "Colori, episodi, emozioni", negli anni cambiata di nome, non nella sostanza.

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio