Il riassunto di Week 13 NFL

Nella NFL continua la devastante corsa verso i playoff di Eagles e Vikings in NFC, mentre si fermano i Chiefs in AFC, raggiunti in vetta dai Bills e inseguiti da vicino da un terzetto di agguerrite contendenti. Partendo proprio da qui, Cincinnati mette Kansas City al tappeto per la terza volta consecutiva e prova a rilanciare la rincorsa al vertice. Merito di un Joe Burrow (25/31 per 286 yard e 2 TD pass) eccezionale, che aggiunge un terzo touchdown su corsa. Patrick Mahomes (16/27 per 223 yard e 1 TD pass) fa lo stesso e con l’aiuto dei suoi runningback, Jerick McKinnon su ricezione e Isaiah Pacheco palla alla mano, si porta in vantaggio al termine del terzo quarto. Il ritorno di Ja’Marr Chase (7 ricezioni per 97 yard), le corse di Samaje Perine (21 per 106 yard) e il touchdown pass di Burrow per Chris Evans, però, regalano il sorpasso ai Bengals, prima che Harrison Butker sbagli il field goal del pareggio da 55 yard. Il sorpasso dei Bills, vincenti sui Patriots nel Thursday Night, è servito. Mac Jones (22/36 per 195 yard e 1 TD pass) colpisce subito nel primo quarto, ma la rimonta di Josh Allen (22/33 per 223 yard e 2 TD pass) nel secondo è veemente e New England non ha pronte altre risposte, nonostante la grande prestazione difensiva di Josh Uche (7 tackle, 2 sack). A chiudere la partita pensa, infine, la corsa vincente di Devin Singletary nel quarto periodo.

Pochi punti, ma partita ben più avvincente nella vittoria dei Ravens contro i Broncos. Baltimore soffre l’infortunio di Lamar Jackson nel primo quarto e, in ottica playoff, attende e spera nel suo rientro al più presto. In tre quarti abbondanti di gioco la difesa di Denver, guidata dai tackle di Alex Singleton (17) e di Josey Jewell (17) e dagli intercetti di un incredibile Justin Simmons (5 tackle, 1 tackle for loss, 2 INT), mette la museruola a Tyler Huntley (27/32 per 187 yard e 1 INT), ma Russell Wilson (17/22 per 189 yard) non riesce in alcun modo a scalfire il reparto avversario, timonato da Roquan Smith (11 tackle, 2 tackle for loss). Nell’ultimo drive a disposizione ad Huntley riesce il miracolo e la sua corsa vincente da 2 yard ribalta la partita, lasciando Denver ancora con l’amaro in bocca. Si ferma la corsa dei Dolphins di fronte alla superba difesa dei Niners. Nonostante l’infortunio di Jimmy Garoppolo, San Francisco scopre la miracolosa prestazione di Brock Purdy (25/37 per 210 yard con 2 TD pass e 1 INT), che diventa il primo Mr. Irrelevant – l’ultima scelta dello scorso Draft – a lanciare un touchdown pass in NFL. Robbie Gould aggiunge un fantastico poker di field goal e l’attacco di Miami vive una partita sulle montagne russe contro la difesa avversaria. Il solito Tyreek Hill (9 ricezioni per 146 yard e 1 TD) fa il possibile, ma Tua Tagovailoa (18/33 per 295 yard con 2 TD pass e 2 INT) commette troppi errori contro il dominante Nick Bosa (3 tackle, 3 sack, 2 tackle for loss) e compagni, finendo per perdere dapprima contatto e poi la partita.

Passando alle questioni di NFC, neanche i Titans riescono a fermare gli scatenati Eagles. È un Jalen Hurts (29/39 per 380 yard e 3 TD pass) in formato MVP quello che demolisce Tennessee, aggiungendo un quarto touchdown su corsa da 2 yard. Il tris al lancio, invece, regala soddisfazioni in particolare al grandissimo ex A.J. Brown (8 ricezioni per 119 e 2 TD), che regala l’allungo dopo il touchdown del pareggio di Treylon Burks, infortunatosi nel corso dell’azione. Nel mentre la super difesa di Philadelphia, guidata da Josh Sweat (4 tackle, 2 sack, 1 tackle for loss), cancella ogni tentativo di rimonta di Ryan Tannehill (14/22 per 141 yard e 1 TD pass). Sofferta, invece, la vittoria dei Vikings contro i mai domi Jets. Tanti field goal nella giornata di New York, con un super Greg Zuerlein a segno per cinque volte, mentre Mike White (31/57 per 369 yard e 2 INT) delude al lancio e colpisce soltanto con un rushing touchdown nel finale. Minnesota prende il largo grazie alle corse vincenti di Dalvin Cook e Alexander Mattison, poi ci pensa Kirk Cousins (21/35 per 173 yard e 1 TD pass) ad allargare la forbice. Gli ospiti sono ancora a contatto nel quarto periodo, con Garrett Wilson (8 ricezioni per 162 yard) sugli scudi, ma i tentativi di sorpasso sbattono contro l’ottima difesa avversaria.

Pubblicità

Un dominante quarto periodo da 33-0 aiuta i Cowboys a distruggere i Colts. Indianapolis resta in partita grazie a un paio di touchdown pass di Matt Ryan (21/37 per 233 yard con 2 TD pass e 3 INT), che nel quarto d’ora finale è però principale protagonista dell’ecatombe ospite. Dak Prescott (20/30 per 170 yard con 3 TD pass e 1 INT) lancia la fuga, prima che la fenomenale difesa di Dallas, con a capo Daron Bland (8 tackle, 2 INT) e Malik Hooker (2 tackle, 1 fumble recuperato, 1 INT), recuperi un pallone dopo l’altro, facendo gioire Tony Pollard, Ezekiel Elliott e Malik Davis, autori delle tre corse vincenti nel finale. La fondamentale sfida di NFC East dal profumo di playoff tra Giants e Commanders finisce in parità dopo un combattuto overtime. Saquon Barkley torna a sfondare quota 1.000 rushing yard in stagione e festeggia con un touchdown, prima che un chirurgico Daniel Jones (25/31 per 200 yard e 1 TD pass) si metta all’opera. Un determinante Taylor Heinicke (27/41 per 275 yard e 2 TD pass) esalta Terry McLaurin (8 ricezioni per 105 yard e 1 TD) prima e Jahan Dotson dopo, regalando il 20-20 a un minuto dal termine. Al supplementare le difese tengono duro e non concedono nulla agli avversari, ma Graham Gano avrebbe a disposizione il field goal della vittoria, fallito però da 58 yard.

Nel Monday Night c’è spazio per l’ennesima impresa nella leggendaria carriera di Tom Brady (36/54 per 281 yard con 2 TD pass e 1 INT). I Buccaneers rimontano 13 punti di svantaggio ai Saints con appena 3 minuti rimasti sul cronometro grazie a un doppio touchdown pass del quarterback, che lancia in end zone Cade Otton e Rachaad White al termine di due drive da brividi. E dire che New Orleans, guidata con saggezza da Andy Dalton (20/28 per 229 yard e 1 TD) era rimasta in controllo della partita in precedenza, con il receiving touchdown di Taysom Hill e il tris di field goal di Will Lutz. Lavonte David (12 tackle, 1 sack, 2 tackle for loss) tiene i suoi in partita e al resto pensa Brady. Restando in NFC South, continua la stagione di incredibili alti e bassi dei Falcons, sconfitti dai redivivi Steelers. Matthew Wright è un cecchino e centra i pali con quattro field goal senza errori, mentre il solo squillo di Kenny Pickett (16/28 per 197 yard e 1 TD pass) aiuta a incrementare il vantaggio ospite. Sul 19-6, però, l’attacco di Pittsburgh si ferma e lascia spazio alla rimonta di Marcus Mariota (13/24 per 167 yard con 1 TD pass e 1 INT). Minkah Fitzpatrick (7 tackle, 1 tackle for loss, 1 INT), però, non è d’accordo e Atlanta si ferma a tre punti dal pareggio.

I Seahawks soffrono, ma vincono uno scontro di Division fondamentale contro i Rams. John Wolford (14/26 per 178 yard e 2 INT) non è un degno sostituto di Matthew Stafford, che ha visto la propria stagione concludersi prima del previsto, ma Los Angeles giova di un paio di importanti rushing touchdown di Cam Akers, oltre che di tre field goal di Matt Gay. Un esaltante Geno Smith (28/39 per 367 yard con 3 TD pass e 2 INT) ha sempre pronto l’asso nella manica e, dapprima sull’asse con Tyler Lockett (9 ricezioni per 128 yard e 1 TD), poi con l’aiuto di DK Metcalf (8 ricezioni per 127 yard e 1 TD), riesce ad aggirare la resistenza di un enorme Bobby Wagner (7 tackle, 2 sack, 3 tackle for loss, 1 INT) e compagni, per festeggiare il successo. Il ritorno in campo di Deshaun Watson (12/22 per 131 yard e 1 INT) coincide con una vittoria dei Browns contro i Texans, ma non di certo per merito del quarterback. Cleveland mette a segno tre touchdown, senza alcun aiuto dell’attacco: uno scatenato Donovan Peoples-Jones riporta per 76 yard un punt fino alla end zone avversaria, Denzel Ward fa lo stesso con un fumble e a chiudere il cerchio pensa Tony Fields con uno tra gli intercetti di Kyle Allen (20/39 per 201 yard con 1 TD pass e 2 INT). Jalen Pitre (16 tackle, 1 INT) fa il fenomeno, ma l’attacco di Houston non produce abbastanza e gli ospiti hanno vita facile nel conquistare il successo.

Alle spalle degli imprendibili Vikings si scalda la rincorsa in NFC North, con i Lions strepitosi protagonisti contro i Jaguars. Jamaal Williams sale a quota 14 rushing touchdown in stagione, prima che un pazzesco Amon-Ra St. Brown (11 ricezioni per 114 yard e 2 TD) regali la prima gioia di giornata a un ottimo Jared Goff (31/41 per 340 yard e 2 TD pass). Da lì in avanti ci pensa Michael Badgley ad allargare la forbice con quattro field goal senza sosta, mentre il timido tentativo di rimonta di Trevor Lawrence (17/31 per 179 yard e 1 TD) viene rispedito al mittente. Goff e St. Brown sfuggono alla morsa di Chad Muma (11 tackle, 1.5 sack, 2 tackle for loss), fanno il bis e per Jacksonville non c’è più niente da fare. Il derby divisionale se lo aggiudicano invece i Packers contro i Bears. Per tre quarti di gioco è Chicago in controllo della partita, grazie alle corse vincenti di un altrimenti deludente Justin Fields (20/25 per 254 yard e 2 INT) e di David Montgomery, ma Green Bay ha dalla sua parte un incontenibile Christian Watson, a segno prima con la ricezione per 14 yard e poi con la corsa da 46. Aaron Rodgers (18/31 per 182 yard e 1 TD pass) cambia marcia nel quarto d’ora finale e la rimonta è completata da un field goal di Mason Crosby e dal secondo viaggio in end zone di Watson.

Bellissima la battaglia tra Raiders e Chargers, alla disperata caccia di vittorie in ottica playoff. La prestazione di Derek Carr (16/30 per 250 yard con 2 TD pass e 1 INT) è così così, mentre non ci sono ombre nello score delle due straordinarie punte di diamante dell’attacco di Las Vegas: Josh Jacobs (26 portate per 144 yard e 1 TD) è spaziale e Davante Adams (8 ricezioni per 177 yard e 2 TD) forse ancor di più. Chandler Jones (6 tackle, 3 sack, 2 tackle for loss) mette alle corde Justin Herbert (28/47 per 335 yard e 1 TD pass), ma il touchdown pass per Keenan Allen sembra poter riaprire la partita. Nel finale, però, Los Angeles non trova altre gioie e la sconfitta arriva di conseguenza. A riposo di sono Cardinals e Panthers e la Week 13 si conclude così con 15 partite in programma.

I RISULTATI

Buffalo Bills (9-3) @ New England Patriots (6-6) 24-10
Pittsburgh Steelers (5-7) @ Atlanta Falcons (5-8) 19-16
Green Bay Packers (5-8) @ Chicago Bears (3-10) 28-19
Jacksonville Jaguars (4-8) @ Detroit Lions (5-7) 14-40
New York Jets (7-5) @ Minnesota Vikings (10-2) 22-27
Washington Commanders (7-1-5) @ New York Giants (7-1-4) 20-20 OT
Tennessee Titans (7-5) @ Philadelphia Eagles (11-1) 10-35
Denver Broncos (3-9) @ Baltimore Ravens (8-4) 9-10
Cleveland Browns (5-7) @ Houston Texans (1-1-10) 27-14
Seattle Seahawks (7-5) @ Los Angeles Rams (3-9) 27-23
Miami Dolphins (8-4) @ San Francisco 49ers (8-4) 17-33
Kansas City Chiefs (9-3) @ Cincinnati Bengals (8-4) 24-27
Los Angeles Chargers (6-6) @ Las Vegas Raiders (5-7) 20-27
Indianapolis Colts (4-1-8) @ Dallas Cowboys (9-3) 19-54
New Orleans Saints (4-9) @ Tampa Bay Buccaneers (6-6) 16-17

BYE WEEK: Arizona Cardinals (4-8); Carolina Panthers (4-8)

Pubblicità

Alessio Salerio

Scopre il football nella notte dell'upset di Phoenix del 2008, se ne innamora quattro anni dopo grazie ai medesimi protagonisti. Ideatore della rubrica "Colori, episodi, emozioni", negli anni cambiata di nome, non nella sostanza.

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio