Il riassunto di Week 2 NFL

Altro giro, altra settimana da urlo in NFL: tra incredibili ribaltoni e inaspettate conferme, la Week 2 tiene tutti in piedi sul divano. Si parte dai Chiefs, che si confermano in vetta alla AFC con la vittoria nel Thursday Night contro i Chargers. Dopo il grande avvio dell’ottimo Justin Herbert (33/48 per 334 yard con 3 TD pass e 1 INT), aiutato da un funambolico Mike Williams (8 ricezioni per 113 yard e 1 TD), il solito Patrick Mahomes (24/35 per 235 yard e 2 TD pass) dà il via alla rimonta. I sack di Chris Jones (2) e il fantastico intercetto riportato da Jaylen Watson per 99 yard fino alla end zone avversaria mettono Herbert alle corde e l’onside kick finale non ha l’effetto sperato, lasciando il successo di misura a Kansas City.

Insieme a loro ci sono i Dolphins, pazzeschi protagonisti del successo contro i Ravens, e i Bills, che hanno triturato i Titans nel Monday Night. Miami scrive una tra le rimonte più stupefacenti della sua storia rimontando la bellezza di 21 punti di svantaggio nell’ultimo quarto di gioco. L’avvio di Baltimore è ruggente, guidata da un Lamar Jackson in stato di grazia tra lanci (21/29 per 318 yard e 3 TD pass) e corse (9 per 119 yard e 1 TD) e, quando il quarterback sigla una fenomenale corsa vincente da 79 yard, la partita sembra finita. Non per lo straripante Tua Tagovailoa (36/50 per 469 yard con 6 TD pass e 2 INT), da leggenda nel poker di touchdown pass dell’ultimo quarto, in particolare sull’asse con Tyreek Hill (11 ricezioni per 190 yard e 2 TD) e Jaylen Waddle (11 ricezioni per 171 yard e 2 TD), che scrive la parola fine sul match con la sua ricezione in end zone per 7 yard. Buffalo è semplicemente troppo forte per Tennessee: Josh Allen è incontenibile (26/38 per 317 yard e 4 TD pass), in particolare in accoppiata con uno Stefon Diggs abbonato ai touchdown (12 ricezioni per 148 yard e 3 TD). Al resto pensa la difesa, che ferma un deludente Ryan Tannehill (11/20 per 117 yard e 2 INT) e gli unici punti a tabellone restano quelli del rushing touchdown di Derrick Henry.

In fondo alla Conference, a sorpresa ancora senza vittorie, si trovano invece Bengals e Raiders, sconfitti da Cowboys e Cardinals al termine di altre due partite al cardiopalma. Cincinnati soffre per un’altra prestazione altalenante di Joe Burrow (24/36 per 199 yard e 1 TD pass), sotto pressione nella sfida con Micah Parsons (4 tackle, 2 sack, 2 tackle for loss) e incapace di trovare continuità con il fidato Ja’Marr Chase (5 ricezioni per 54 yard). Colpa anche e soprattutto dell’offensive line: fin qui sono ben 13 i sack subiti da Burrow in stagione. Non delude Cooper Rush (19/31 per 235 yard e 1 TD pass), che sostituisce degnamente Dak Prescott, ma a decidere la sfida è Brett Maher, che rispedisce al mittente la rimonta ospite con il field goal della vittoria allo scadere da 50 yard. Crea e distrugge Las Vegas, in gran forma in un primo tempo chiuso 20-0 sulla scia di Derek Carr (25/39 per 252 yard e 2 TD pass) e poi scioltasi di fronte al finale da urlo di Kyler Murray (31/49 per 277 yard con 1 TD pass e 1 INT), che guida Arizona al doppio strepitoso touchdown con conversione da due punti della parità a quota 23. In overtime è Hunter Renfrow a farsi sfuggire dalle mani il più sanguinoso tra i fumble, riportato da Byron Murphy per 59 yard fino alla gloria.

Pubblicità

I Buccaneers sono padroni in NFC, dopo la sofferta vittoria contro i Saints. Impiega più di tre quarti a stapparsi la partita, poi Tom Brady alza il ritmo e New Orleans, tradita da Jameis Winston (25/40 per 236 yard con 1 TD pass e 3 INT), si arrende. I field goal di Will Lutz da 31 yard e di Ryan Succop da 47 mantengono la parità fino a sette minuti dal termine, prima che Brady spedisca Breshad Perriman in end zone per 28 yard. La difesa nel frattempo mette Winston sotto scacco: 2 sack per Shaquil Barrett, 2 intercetti per Jamel Dean, cui si aggiunge un terzo a opera di Mike Edwards, abile nel riportarlo per 68 yard fino alla end zone avversaria. Risalgono i Rams, che però rischiano un clamoroso scivolone contro i Falcons. Matthew Stafford (27/36 per 272 yard con 3 TD pass e 2 INT) e compagni dominano la scena fino al 31-10, con il solito Cooper Kupp (11 ricezioni per 108 yard e 2 TD) sugli scudi. Il primo touchdown in NFL di Drake London, tra i rookie più attesi in stagione, dà il via alla risalita di Atlanta, aiutata dal punt bloccato e riportato in touchdown da Lorenzo Carter. Un insolito fumble di Kupp, raccolto da Darren Hall, potrebbe ultimare l’impresa, ma Marcus Mariota (17/26 per 196 yard con 2 TD pass e 2 INT) centra le mani di Jalen Ramsey in end zone e fallisce il lancio della vittoria.

A guidare la National Football Conference, però, ci sono anche due squadre di NFC East: gli Eagles, che nell’altro Monday Night hanno superato i Vikings, e gli inaspettati Giants, vincenti anche contro i Panthers. La notte di Jalen Hurts è quasi perfetta, sia al lancio (26/31 per 333 yard con 1 TD pass e 1 INT) che su corsa (11 portate per 57 yard e 2 TD) e Philadelphia vola sulle ali dei suoi tre touchdown complessivi. Senza dimenticare, però, l’apporto di un Darius Slay mostruoso (1 tackle, 2 INT e 5 pass deflected), che mette un negativo Kirk Cousins (27/46 per 221 yard con 1 TD pass e 3 INT) fragorosamente al tappeto. È una sfida all’ultimo field goal, invece, quella tra New York e Carolina, interrotti soltanto dai touchdown di DJ Moore e Daniel Bellinger nel terzo quarto. Non un granché né la prestazione di Baker Mayfield (14/29 per 145 yard e 1 TD pass) né quella di Daniel Jones (22/34 per 176 yard e 1 TD pass), di tutt’altro livello quella dei kicker: Eddy Pineiro centra i pali da 31, 32 e 38 yard, mentre meglio di lui fa uno straordinario Graham Gano, a segno da 36, 33, 51 e 56 yard, con quest’ultimo calcio che regala il successo ai padroni di casa.

Che rimonta quella dei Jets contro i Browns! Mancano poco meno di due minuti di gioco quando Nick Chubb (17 portate per 87 yard e 3 TD) mette il punto esclamativo alla sua giornata da urlo con il terzo rushing touchdown, che vale i punti del 30-17 a tabellone. Tutto finito? Non è d’accordo un Joe Flacco d’annata (26/44 per 307 yard e 4 TD pass), che lancia Corey Davis in end zone per 66 yard. Poi accade l’impensabile: Amari Cooper si fa sfuggire l’onside kick successivo, recuperato da Justin Hardee. Il rookie delle meraviglie Garrett Wilson (8 ricezioni per 102 yard e 1 TD) regala il poker di giornata a Flacco e il clamoroso successo ospite è servito. Poche sono state, invece, le sofferenze dei Packers contro i Bears nel Sunday Night. Il rushing touchdown di un Justin Fields ai minimi termini (7/11 per 70 yard e 1 INT) spaventa Green Bay, ma Aaron Rodgers (19/25 per 234 yard e 2 TD pass) rialza la testa e prende in mano la partita. Un fondamentale Aaron Jones (15 portate per 132 yard e 1 TD) fa a pezzi la difesa ospite, mentre Preston Smith (7 tackle, 2 sack, 2 tackle for loss) la fa da padrone contro Fields e sancisce la prima vittoria stagionale dei Packers.

Per troppo tempo hanno sofferto i tifosi di Lions e Jaguars, che tirano un sospiro di sollievo grazie ai successi della domenica contro Commanders e Colts. Alti e bassi atomici per Detroit nel corso della partita, più volte in cassaforte e più volte riaperta prima del fischio finale, ma con due grandi certezze: un Jared Goff da urlo (20/34 per 256 yard e 4 TD pass) e un Aidan Hutchinson (6 tackle, 3 sack, 2 tackle for loss) già leader del reparto difensivo. Facciamo tre: Amon-Ra St-Brown fa sognare con le sue ricezioni (9 per 116 yard), delle quali due in touchdown. E Washington? Carson Wentz (30/46 per 337 yard con 3 TD pass e 1 INT) non molla mai, ma le tante mancanze della difesa lasciano strada agli avversari. Tutto facile per Jacksonville, che celebra una giornata finalmente felice per Trevor Lawrence (25/30 per 235 yard e 2 TD pass) e fa trascorrere una domenica da incubo a Matt Ryan (16/30 per 195 yard e 3 INT). In casa Indianapolis non si salva nessuno, mentre tra i padroni di casa arrivano anche i primi due touchdown in città di Christian Kirk (6 ricezioni per 78 yard e 2 TD).

Buone notizie per i Broncos, che festeggiano la prima vittoria con Russell Wilson (14/31 per 219 con 1 TD pass e 1 INT) al timone. Non è ancora convincente la prestazione del quarterback, ma è il suo touchdown pass per Eric Saubert a fare la differenza nel quarto periodo. Brandon McManus e Ka’imi Fairbairn si scambiano tre field goal a testa, ma Davis Mills (19/38 per 177 yard) non trova alcuno spunto in end zone e Denver strappa il successo. Si rialzano anche i Patriots, che fermano la corsa degli Steelers. Ben poco per cui esaltarsi in una partita senza particolari spunti, che però Mac Jones (21/35 per 252 yard con 1 TD pass e 1 INT) gestisce meglio di Mitchell Trubisky (21/33 per 168 yard con 1 TD pass e 1 INT), anche grazie al supporto dell’ottimo Nelson Agholor (6 ricezioni per 110 yard e 1 TD). Non bastano i 13 tackle di Myles Jack a Pittsburgh, sconfitta in volata dalla ciurma di Bill Belichick.

A chiudere c’è la domenica agrodolce dei Niners: vincenti contro i Seahawks, ma privati di Trey Lance per il resto della stagione. Buono l’impatto a freddo di Jimmy Garoppolo (13/21 per 154 yard e 1 TD pass), che aggiunge anche un touchdown su corsa da 1 yard per chiudere la partita. Non pervenuto, al contrario della scorsa settimana, l’attacco di Seattle. Gli unici punti segnati dagli ospiti, infatti, sono quelli del field goal bloccato e riportato per 86 yard da Mike Jackson fino alla end zone avversaria. Non incide, invece, Geno Smith (24/30 per 197 yard e 1 INT).

I RISULTATI

Los Angeles Chargers (1-1) @ Kansas City Chiefs (2-0) 24-27
Miami Dolphins (2-0) @ Baltimore Ravens (1-1) 42-38
New York Jets (1-1) @ Cleveland Browns (1-1) 31-30
Washington Commanders (1-1) @ Detroit Lions (1-1) 27-36
Indianapolis Colts (0-1-1) @ Jacksonvile Jaguars (1-1) 0-24
Tampa Bay Buccaneers (2-0) @ New Orleans Saints (1-1) 20-10
Carolina Panthers (0-2) @ New York Giants (2-0) 16-19
New England Patriots (1-1) @ Pittsburgh Steelers (1-1) 17-14
Atlanta Falcons (0-2) @ Los Angeles Rams (1-1) 27-31
Seattle Seahawks (1-1) @ San Francisco 4ers (1-1) 7-27
Cincinnati Bengals (0-2) @ Dallas Cowboys (1-1) 17-20
Houston Texans (1-1) @ Denver Broncos (1-1) 9-16
Arizona Cardinals (1-1) @ Las Vegas Raiders (0-2) 29-23
Chicago Bears (1-1) @ Green Bay Packers (1-1) 10-27
Tennessee Titans (0-2) @ Buffalo Bills (2-0) 7-41
Minnesota Vikings (1-1) @ Philadelphia Eagles (2-0) 7-24

Pubblicità

Alessio Salerio

Scopre il football nella notte dell'upset di Phoenix del 2008, se ne innamora quattro anni dopo grazie ai medesimi protagonisti. Ideatore della rubrica "Colori, episodi, emozioni", negli anni cambiata di nome, non nella sostanza.

Articoli collegati

Un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio