I Packers non fermano i Titans (Green Bay Packers vs Tennessee Titans 17-27)

TNF da dimenticare per i tifosi dei Packers che, dopo la gioia della vittoria contro i Cowboys di domenica, vedono Green Bay incappare nella settima sconfitta stagionale contro i Titans, grazie ad un’ottima prestazione da parte dell’attacco di Tennessee, con i Packers che invece ritornano alle prestazioni delle ultime giornate di NFL, con un attacco inconsistente ed una difesa praticamente inesistente, sopratutto sul passing game.
Situazione opposta per i Titans che grazie alla vittoria in trasferta a Lambeau Field si portano ad un record di 7-3 che salda Tennessee al primo posto nella AFC South in attesa delle partite del weekend.

Il primo drive della partita aveva messo sin da subito in chiaro il probabile andamento della partita, con i Titans capaci di segnare il TD, il primo della partita, dopo un drive dominato soprattutto sul gioco aereo; i Packers erano riusciti a rifarsi sotto grazie al 4° TD consecutivo della coppia Rodgers-Watson, con il pareggio mancato a causa dell’EP sbagliato da Crosby, con Tennessee capace però di riportarsi in vantaggio prima dell’halftime, questa volta con una corsa di Derrick Henry da 4 yard per il 14-6.

Tornati dall’intervallo sono sempre i Titans a mettere punti sul tabellone, questa volta con un trick play che vede Henry ricevere l’handoff dal suo QB e lanciare il TD pass per Hooper che vale il 21-9; il terzo quarto sembra tenere viva la partita, con entrambe le squadre capaci di segnare un altro TD, con il risultato che si ferma sul 27-17 in favore di Tennessee prima dell’inizio del quarto quarto, dove Aaron Rodgers e soci sbagliano spesso, troppo, trovando così la 7° sconfitta in stagione, la sesta nelle ultime sette partite.

I Titans giocano sul difficile campo del Lambeau Field la miglior partita offensivamente parlando della loro stagione, con i Packs che limitano il più possibile Derrick Henry ed il loro gioco di corse ma Mike Vrabel interpreta meglio la partita colpendo Green Bay dove più soffre: il gioco aereo. Tannehill chiude la sua partita con 333 yard lanciate per 2 TD, con 8 giocatori con almeno una ricezione nella partita, dato che dimostra l’ottima prova di reparto di Tennessee; l’altra grande protagonista della partita è senza alcun dubbio la secondaria dei Titans, che concede poco e nulla all’attacco dei Packers, con la migliore ricezione dei WR di Green Bay che si ferma alle 28 yard di guadagno.

https://twitter.com/sportscenter/status/1593442463318179840?s=61&t=23KzkZZYfBpgDVaqwhmXqg

Tornano i soliti problemi per la franchigia del Wisconsin che non riesce a ripetere la vittoria arrivata domenica scorsa contro i Cowboys ed incappa così nella settima sconfitta in 11 partite giocate, con un record che ormai lascia i Packers quasi senza possibilità di andare ai playoff, certamente non ciò che ci aspettava prima dell’inizio della stagione.
Prestazione sottotono da parte di tutta la squadra, con un running game sapientemente limitato da parte della #D dei Titans (56 le yard totali guadagnate su corsa ndr), e con un gioco aereo che a esclusione dell’MVP delle ultime due partite Christian Watson offre poco e nulla, con lo stesso Aaron Rodgers che finisce sul banco degli imputati visti i numerosi errori nel momento più importante della partita, quel 4° quarto che vedeva i Packers ancora in partita nonostante una brutta prestazione; l’altra grande delusione del TNF è poi la difesa di Green Bay, soprattutto sul gioco aereo, con Tannehill e soci praticamente mai messi sotto pressione e con la possibilità di giocare senza pressione, con i DB dei Packers incapaci di limitare l’esplosività del parco ricevitori di Tennessee, affondando così la squadra che da qui alla fine della stagione dovrà prendere delle decisioni, che potranno influenzare anche il futuro della franchigia, a partire da chi saluterà e chi rimarrà a guidare la squadra, con il solo Watson che fa sognare i tifosi in queste giornate buie.

https://twitter.com/ftbeard7/status/1593457985312894976?s=61&t=23KzkZZYfBpgDVaqwhmXqg

Pubblicità

Luca Belli

Nonostante la giovane età, tifoso "Die Hard" dei Green Bay Packers. Cresciuto nel momento d'oro di Favre e Rodgers. Abituato a vincere poco con la fede calcistica, essendo tifoso della Fiorentina, ha trovato nei Packs la sua svolta. Aspetta con ansia il secondo anello personale. Go Packs Go!

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio