Il preview di Week 14 NCAA 2023 – Championship

È la settimana dei Championship NCAA. La settimana nella quale le storie che la stagione regolare arrivano al bivio: potrebbero divenire leggenda oppure rischiare il dimenticatoio. A detta di molti è la miglior settimana della stagione e, in particolare quest’anno, potrebbe davvero essere così.

SE DEVE ESSERE UNA…

Iniziamo col dire che sarebbe un peccato poterne vedere solo una. Ma mettendoci spalle al muro e dovendo fare una scelta, essa probabilmente ricadrebbe su Georgia – Alabama, Championship della SEC. Perché è diventata la più grande rivalità di questa epoca, perché Alabama ha una grandissima voglia di rivalsa e Georgia è imbattuta da quasi 3 anni ormai. Perché è sempre Kirby Smart contro il suo maestro Nick Saban, perché il talento in campo è molto, specialmente in difesa, e perché è il Championship che assegna il titolo della conference più nobile del college football. In aggiunta a tutto questo ci sono anche forti implicazioni Playoff per questa partita: Alabama vincendo troverebbe probabilmente un posto nelle 4, mentre per Georgia una sconfitta potrebbe clamorosamente rivelarsi fatale in un anno nel quale ci sono tante squadre meritevoli di un posto Playoff. Tutto da vivere e da vedere, sabato sera ore 22.00 (italiane).

LE ALTRE

La settimana si apre venerdì con l’altra partita che sarebbe potuta finire nella rubrica di cui sopra: Washington – Oregon, match che assegna il titolo di Pac-12. È il rematch della sfida di week 7 che è stata stupenda, ed è stata vinta dagli Huskies, ma da lì in poi le prestazioni dei Ducks sono salite continuamente di livello, tanto da fare arrivare alla partita Oregon con il pronostico a favore abbastanza nettamente (9,5 punti). L’Allegiant Stadium di Las Vegas sarà la bella cornice di una partita che con buona probabilità mette in palio un posto ai Playoff. Appuntamento alle 2.00 della notte tra venerdì e sabato.

Pubblicità

Sempre tra venerdì e sabato (ore 1.00) va in scena anche il Championship della Conference USA, tra Liberty Flames e New Mexico State Aggies, match che i Flames giocheranno in casa in virtù del miglior record – che è ancora immacolato.

Tutti gli altri Championship si giocheranno di sabato.

Ore 18.00 all’AT&T Stadium di Dallas si giocherà la finale della BigXII tra Texas Longhorns e Oklahoma State Cowboys. Partita dal pronostico molto sbilanciato in favore dei Longhorns, ma se c’è una squadra su cui è difficile scommettere quella è Oklahoma State: la squadra di coach Mike Gundy ha concluso una stagione molto positiva vincendo molte partite contro il pronostico, ma cadendo rovinosamente e in modo inspiegabile in alcune altre. Texas ha ancora una speranza di arrivare ai Playoff – se si incastrano a loro favore alcuni risultati – ma affinché resti viva serve necessariamente il titolo di Conference.

Stesso orario per il Championship della MAC tra Toledo e Miami OH, match che si terrà al Ford Field di Detroit e che vede favoriti i Toledo Rockets, squadra solida difensivamente e che fonda il proprio attacco sul talento del proprio dual threat QB Dequan Finn.

Ore 21.00 si torna all’Allegiant Stadium, il quale sarà tirato a lucido in una notte per essere nuovamente pronto per il Championship della Mountain West tra i padroni di casa di UNLV e i Boise State Broncos. Una stagione molto particolare in Mountain West, che è stata incredibilmente equilibrata, senza squadre materasso o “ammazzatrici di campionati”.

Ore 22.00, oltre al “piatto forte” di cui già parlato in apertura, ci sono altri due match:

  • AAC Championship tra Tulane ed SMU: Green Wave favoriti e padroni di casa ospitano una delle squadre offensivamente più esplosive della nazione. Per Tulane sarà fondamentale vincere per poter puntare al posto ad un New Year’s Six Bowl, conteso anche da Liberty.
  • Sun Belt Championship tra Troy e Appalachian State: match in scena a Troy, Alabama, nella casa dei Trojans, dove arriveranno i (vice)campioni della Sun Belt East. “Vice”, perché nella East Division al primo posto ci sarebbe stata James Madison, a cui però la post season è ancora vietata per le regole sulla transizione tra FCS ed FBS (dall’anno prossimo i Dukes saranno eleggibili).

Alle 2.00 sarà l’ora degli ultimi due match della settimana.

Il BigTen Championship si giocherà al Lucas Oil Stadium di Indianapolis e ad affrontarsi saranno i Michigan Wolverines e gli Iowa Hawkeyes. Michigan è super favorita (addirittura 21,5 punti secondo i bookmakers) ed è ad un passo dalla terza partecipazione ai Playoff consecutiva, mentre Iowa arriva a questo Championship allo stesso modo dell’anno scorso: dopo una stagione tra luci (in difesa) ed ombre (in attacco), una vittoria in BigTen West per mancanza di concorrenza e molto poche pretese in merito a questa partita.

L’ACC Championship si giocherà invece al Bank of America Stadium di Charlotte, NC, e a sfidarsi saranno l’imbattuta Florida State e Louisville. È una delle partite dall’esito più incerto della settimana: Florida State è indubbiamente la squadra migliore, ma la perdita del proprio QB Jordan Travis ha posto molte domande sulle effettive potenzialità dei Seminoles: vincendo sarebbero dei campioni di una conference power 5 imbattuti, ma possono comunque essere considerati una squadra Playoff? Difficile tenerli fuori, ma è una stagione strana, piena di squadre meritevoli. La commissione Playoff dovrà lavorare parecchio per giungere ad una conclusione.

Pubblicità

UPSET ALERT

In upset alert ci finisce Florida State. È favorita di soli 2,5 punti e tra le squadre favorite è quella con gli interrogativi maggiori. Louisville è una squadra offensivamente intrigante ma che fatica a reggere contatti fisici importanti, come si è visto nel match contro la propria rivale Kentucky. Ma non sarebbe il primo grande scalpo della stagione dei Cardinals.

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio