It’s QB Time, I migliori ed i peggiori quarterback di week 18 NFL

Con Week 18 ormai alle nostre spalle salutiamo una delle regular season più entusiasmanti e piene di sorprese degli ultimi anni che, anche nel suo ultimo weekend, non ci priva di risultati a sorpresa e prestazioni piene di alti e bassi dei nostri QB, protagonisti di “It’s QB Time”, la rubrica di Huddle Magazine che ogni settimana eleggerà i tre migliori ed i tre peggiori quarterback del turno NFL e che siamo lieti di annunciare che continuerà anche per i playoff che inizieranno questo weekend. Nell’ultimo turno di regular season abbiamo un rookie QB come migliore di giornata, con Brock Purdy corsaro con i suoi Niners, accompagnato da un Josh Allen pronto per la post-season ed una delle più grandi delusioni di questa stagione NFL, Russel Wilson, che nell’ultima partita stagionale trova la miglior prestazione del suo campionato; non troppe sorprese fra i flop di giornata, dove abbiamo Anthony Brown, chiamato a guidare i Ravens e “maltrattato” dai Bengals, accompagnato da Baker Mayfield, insufficiente ancora una volta con i Rams, e David Blough, chiamato a guidare l’attacco dei Cardinals per la seconda volta in stagione.

Il migliore di giornata
Brock Purdy
15/20 – 178 yard – 3 TD – 0 INT

Prima volta quest’anno che abbiamo come migliore di giornata un rookie, e non poteva che capitare nell’ultima settimana di una delle regular season più divertenti e sorprendenti degli ultimi anni; Mr Irrelevant Brock Purdy trova nella partita contro i Cardinals quella che è stata probabilmente la miglior partita della sua stagione, e che i tifosi dei Niners sperano possa essere di buon auspicio per la post-season, dove Purdy sarà chiamato a guidare under the center l’attacco di SF, aiutato anche da uno dei running game più in forma di tutto il campionato, con McCaffrey e Mitchell che potranno, e dovranno, togliere più pressione possibile dalle spalle del giovane quarterback. La fiducia in Purdy cresce però sempre di più soprattuto dopo aver chiuso la sua ultima partita di RS con 15 completi su 20 passaggi tentati per 178 yard, trovando tre TD pass che hanno aiutato i Niners a trovare la decima vittoria consecutiva contro i derelitti Cardinals, con i tifosi che possono, giustamente, sognare in grande per i playoff.

Josh Allen
19/31 – 254 yard – 3 TD – 1 INT

Quale miglior modo di risollevarsi da una delle situazioni più difficili della storia NFL se non con la notizia che Damar Hamlin è stato trasferito dall’ospedale di Cincinnati a quello di Buffalo e soprattutto con una vittoria da dedicare al #3 dei Bills e perfetta per prepararsi ai playoff in cui i Bills devono dimostrare di essere definitivamente cresciuti e di poter ambire realmente al Super Bowl di Glendale, Arizona.
I tifosi possono ufficialmente crederci, soprattutto se Allen dovesse mostrare il suo miglior football in postseason, dopo una stagione con qualche alto e basso, ma che fa ben sperare vista la prestazione con cui ha chiuso la regular season: 19 completi per 254 yard, trovando 3 TD pass e con la sola macchia dell’INT lanciato in redzone poco prima dell’intervallo.
I Bills hanno però ora la possibilità di giocare in casa la prima partita della post-season, con un tifoso in più sugli spalti, quel Damar Hamlin che ha unito ancora di più la squadra, che ha ora un motivo in più per arivare al Super Bowl.

Russel Wilson
13/24 – 283 yard – 3 TD – 1 INT

Inutile girarci intorno: i Broncos, e Russel Wilson, sono stati i grandi protagonisti dell’ultima offseason NFL, salvo poi diventare una delle più grandi delusioni nel corso della regular season dove, fra problemi di coaching staff, di infortuni, di un roster costruito non ottimamente, Wilson è spesso finito sul banco degli imputati piuttosto che dalla parte dei migliori.
In week 18 però, Wilson ha giocato la sua miglior partita stagionale: 283 yard con 13 completi e 3 TD pass, con il solo errore dell’INT a rovinare la partita del quarterback ex Seattle che ha regalato però ai suoi tifosi una insperata vittoria contro i Chargers per concludere nel migliore dei modi una delle peggiori stagioni degli ultimi anni per i tifosi di Denver, con i Broncos che dal giorno del Super Bowl vinto con Manning alla guida della squadra, non sono ancora riusciti a ritornare ai playoff.

Il peggiore di giornata
Anthony Brown
19/44 – 286 yard – 0 TD – 2 INT – 1 Fumble – 4 sack

Non è semplice ritrovarsi a guidare una squadra che basa il proprio attacco sul talento e le caratteristiche di un quarterback così atipico come può essere Lamar Jackson, ma quella di Anthony Brown contro i Bengals è stata la peggior prestazione del turno NFL e lo ha portato a “vincere” il premio di peggiore di giornata del nostro It’s QB Time; 19 completi per 286 yard, non riuscendo a lanciare nemmeno un TD pass, trovando però ben 2 INT ed un fumble, con Brown abbandonato anche dalla sua OL, che subisce spesso la pressione della difesa avversaria e porta il giovane rookie QB a subire 4 sack.

Baker Mayfield
13/26 – 147 yard – 0 TD – 1 INT – 5 sack

Insieme ai Broncos, nel podio delle grandi delusioni di questa stagione NFL, ci entrano di diritto i Los Angeles Rams, che solamente 11 mesi fa si laureavano campioni del Super Bowl, e che hanno finito la stagione come campioni in carica con un misero record di 5-12, avendo perso anche l’ultima partita di regular season contro i Seahawks, che ringraziano e strappano un pass per i playoff con il seed #7. Ancora una volta “dietro la lavagna” a causa della sua prestazione ci finisce Baker Mayfield, che chiude la sua partita con 13 completi per 147 yard, non trovando TD pass ma lanciando invece l’INT decisivo nell’OT che manda i Seahawks ai playoff.

David Blough
14/18 – 180 yard – 1 TD – 2 INT – 1 Fumble – 3 sack

Nel podio delle delusioni di questa stagione NFL ci finiscono di diritto anche gli Arizona Cardinals che, vessati dagli infortuni, e dai molti dubbi intorno al roster costruito dal front seven di Arizona, con un Kyler Murray spesso inconsistente e finito con un ACL che preoccupa per la prossima stagione, hanno chiuso la RS con un record di 4-13.
In week 18 è arrivata la sconfitta contro i 49ers, con David Blough, quarterback alla seconda presenza stagionale, che finisce fra i flop di questa giornata NFL a causa della sua prestazione; 14 completi con 1 TD pass e 180 yard lanciate, subendo anche due INT ed un fumble che condannano definitivamente i Cardinals, mai realmente in partita contro Purdy e soci, con ARI che dovrà prendere decisioni importanti per quanto riguarda il proprio futuro in questa offseason, partendo proprio dal quarterback.

Pubblicità
Merchandising Merchandising

Luca Belli

Nonostante la giovane età, tifoso "Die Hard" dei Green Bay Packers. Cresciuto nel momento d'oro di Favre e Rodgers. Abituato a vincere poco con la fede calcistica, essendo tifoso della Fiorentina, ha trovato nei Packs la sua svolta. Aspetta con ansia il secondo anello personale. Go Packs Go!

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Huddle Magazine si sostiene con gli annunci pubblicitari visualizzati sul sito. Disabilita Ad Block (o suo equivalente) per aiutarci :-)

Ovviamente non sei obbligato a farlo, chiudi pure questo messaggio e continua la lettura.