La difesa vince le partite (Jacksonville Jaguars vs Philadelphia Eagles 21-29)

E alla fine rimasero solamente gli Eagles; si perché, con la sconfitta patita dai Dolphins nel TNF contro i Bengals, l’unica squadra ad essere ancora imbattuta in tutta la NFL sono i Philadelphia Eagles guidati da Jalen Hurts, e da una difesa dominante, che non sbagliano in casa contro dei sorprendenti Jaguars e trovano così la quarta W in altrettante partite giocate.
Partita emozionante per i tifosi degli Eagles, che dopo lo spavento di inizio primo quarto possono invece festeggiare il continuo dell’imbattibilità di Philadelphia, arrivata grazie soprattutto ad una difesa a dir poco straripante ed autrice di ben 5 turnover.
Seconda sconfitta in campionato per Jacksonville che, nonostante i numerosi turnover, rimane in partita fino alla fine, affossata soprattutto da una prestazione opaca da parte dell’attacco, con un Trevor Lawrence autore di ben 4 fumble, il massimo per un QB dal 1991 e che sarà chiamato già dalla prossima partita, a ritornare sui livelli attesi per lui, con i Jaguars che possono quest’anno avere una reale possibilità di qualificarsi ai playoff, grazie soprattutto ad una AFC South in cui non si riesce a trovare la squadra da battere.

La partita era iniziata nel modo peggiore per i tifosi degli Eagles allo stadio: nel primo drive offensivo di Hurts e soci infatti, il QB ex Alabama, nel tentativo di lanciare un pass verso Pascal, si era infatti fatto intercettare da Cisco, che ha poi riportato il pallone direttamente in endzone per il momentaneo 7-0 Jags; l’attacco di Phila non sembrava però essere in grado di risollevarsi, con Lawrence e soci che invece non perdendo l’occasione si erano portati sul 14-0 con il TD pass del QB ex Clemson indirizzato verso Jamal Agnew.

https://twitter.com/bcarr_13/status/1576621317075320833?s=20&t=OdSBvEUEFzjfVcYKDQueAw

Pubblicità

La partita dopo poco meno di un quarto sembrava già indirizzata verso JAX, che non aveva però fatto i conti con la difesa degli Eagles; ad inizio secondo quarto arriva infatti il primo fumble di Lawrence dopo un sack, con Hurts che non spreca l’opportunità, ed accorcia le distanze trovando personalmente l’endzone con una corsa da 3 yard.
Prima dell’intervallo arrivano anche il TD del pareggio, segnato da Miles Sanders, e quello del vantaggio per 20-14: a segnarlo è Gainwell su corsa, con l’offende di Phila che deve ringraziare ancora una volta la sua difesa, grazie al secondo fumble di giornata recuperato, sempre ai danni di Lawrence.
Il terzo quarto scorre via con altri due turnover provocati dal QB dei Jaguars, ed un field goal di Elliott che porta il risultato sul 23-14, mentre bisogna aspettare il 4° quarto per vedere nuovamente un touchdown; i primi a segnarlo sono gli Eagles grazie al secondo TD su corsa di giornata per Miles Sanders, con i Jags che rimangono però in partita grazie al TD pass di Lawrence per Agnew, che lascia aperte le speranze dei tifosi della franchigia della Florida.
A spegnere ogni sogno di rimonta ci pensa però ancora una volta la #D di Philadelphia, che con poco meno di 2 minuti sul cronometro provoca il 4° fumble di giornata ai danni di Trevor Lawrence, chiudendo definitivamente la partita e regalando così agli Eagles un’altra settimana da “imbattuti”.

Niente terza vittoria consecutiva per i Jaguars, che vengono affossati da una prestazione a dir poco disastrosa da parte del suo attacco che, con 5 turnover, non riesce mai a rientrare in partita dopo essere stato in vantaggio per 14-0 nel primo quarto.
Molto da lavorare anche per Trevor Lawrence che, dopo le ultime due ottime partite in cui aveva portato i suoi alla W, cade invece nella trappola messa in piedi dal Coaching Staff degli Eagles che, grazie a blitz continui e ad una feroce pressione ai danni del QB di JAX lo costringe quasi sempre all’errore; non ha aiutato sicuramente la pioggia battente che c’era ieri a Philadelphia, ma Lawrence, e la sua OL, devono imparare a gestire meglio la pressione delle difese avversarie se vogliono provare a strappare un pass per la postseason. 
Non impeccabile nemmeno la #D dei Jaguars che concede troppo agli avversari, soprattutto sulle corse, non riuscendo ad aiutare il proprio attacco in una giornata no.
Settimana prossima a Jacksonville arrivano i Texans, ed i Jaguars non possono sbagliare la partita contro i rivali divisionali, per continuare a sognare di arrivare ai palyoff.

4 partita, 4 vittorie, ognuna diversa dall’altra, questa settimana con il brivido di un primo quarto da paura; cosa si può dire a questi Eagles che, sulle ali dell’entusiasmo rimangono l’unica franchigia ancora imbattuta di tutta la NFL? 
Questa settimana senza alcun dubbio, il premio di migliori in campo è da riservare alla difesa di Philadelphia che, con 5 turnover messi a segno, toglie gran parte della pressione dalle spalle dell’attacco degli Eagles, che quindi può giocare con tranquillità e segnare per la quarta volta consecutiva 24 punti; detto della difesa non è da dimenticare l’eccezionale prestazione di Miles Sanders, che chiude con 134 yard corse su 27 portate e ben due TD, dimostrandosi la vera spina nel fianco per la difesa dei Jaguars insieme ad un Jalen Hurts che non trova il TD pass nonostante le 207 Yard lanciate, ma segna su corsa, in una domenica difficile per il gioco aereo a causa delle condizioni meteo avverse.
Settimana prossima ci sarà la trasferta a Glensdale, Arizona, contro i Cardinals, in quello che potrebbe rivelarsi come il primo vero esame per gli Eagles, chiamati a difendere la propria imbattibilità.

Pubblicità

https://twitter.com/BrodesMedia/status/1576657233214963713?s=20&t=Y443_FNweMwS6ow-qqMoKw

Luca Belli

Nonostante la giovane età, tifoso "Die Hard" dei Green Bay Packers. Cresciuto nel momento d'oro di Favre e Rodgers. Abituato a vincere poco con la fede calcistica, essendo tifoso della Fiorentina, ha trovato nei Packs la sua svolta. Aspetta con ansia il secondo anello personale. Go Packs Go!

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio