[NCAA] Bowl review – 1° parte

Boise State vs Northern Illinois 55-7

Poinsettia Bowl a senso unico quello disputato al Qualcomm Stadium di San Diego e che ha visto contrapposti i Broncos e gli Huskies. Troppo il divario tra le due squadre con Boise State che ha nominato letteralmente in lungo e largo e le 654 yard racimolate contro le sole 33 (!) degli Huskies, ci fanno capire la dimensione di questa partita. I Broncos chiudono così alla grande una stagione che li ha visti lottare per il titolo della Mountain ceduto poi ad Air Force ma ci hanno fatto vedere che la squadra allenata da Bryan Harsin può dire la sua anche per la nuova stagione.

Georgia Southern vs Bowling Green 58-27

GODADDY Bowl spettacolare quello disputato a Mobile tra gli Eagles ed i Falcons e che alla fine ha visto trionfare Georgia Southern. Giocare solo un tempo non è esattamente la migliore opzione nel football e questo se lo ricorderanno a lungo a Boston College che praticamente non è mai scesa in campo nel secondo tempo. Fino ad allora infatti la partita è stata piacevole con le due squadre che hanno fatto vedere un football molto dinamico e divertente e con i Falcons che hanno chiuso all’intervallo addirittura in vantaggio. Tuttavia al rientro dall’intervallo lungo gli Eagles hanno preso possesso del campo segnando praticamente ad ogni drive mentre per gli avversari, complice anche qualche turnover di troppo, non c’è stato niente da fare.

Pubblicità

Middle Tennessee vs Western Michigan 31-45

I primi Bowl disputati quest’anno sono stati tutti piacevoli da vedere, con attacchi sugli scudi, difese ballerine e sfide risolte nel finale. Il Popeye Bahamas Bowl non ha fatto eccezione e dopo una partita tiratissima è Western Michigan a portare il trofeo a casa grazie ad un ultimo quarto da 21 punti.
Anche qui la sfida è stata equilibrata per quanto riguarda la prima parte mentre poi al rientro dagli spogliatoi i due attacchi hanno preso campo e la partita si è infiammata.
Le due squadre infatti si sono rincorse punto a punto fino a 6 minuti dalla fine quando i Broncos hanno segnato due TD consecutivi, entrambi ad opera di Bogan, prima in regime di goal line poi grazie ad un intercetto di Atkins che ha permesso ai suoi di ripartire dalle 4 avversarie e chiudendo definitivamente i giochi.

San Diego State vs Cincinnati 42-7

Una San Diego State che veniva da un record di 10-2 e dalla vittoria della Mountain West contro Air Force, ha demolito Cincinnati nell’Hawai’I Bowl. La differenza di valori in campo era troppo elevata e così i Bearcats nulla hanno potuto per contrastare una grande squadra che avrà da dire la sua anche negli anni a venire. Gli Aztec già da subito hanno messo le cose in chiaro andando a segno dopo il kick off return di Penny dopo appena dieci secondi. Neanche il tempo di rifiatare che Cincinnati si è trovata sotto di 14 dopo il TD di Holder e si è capito così che per i Bearcats sarebbe stata una giornata difficile. Tuttavia San Diego State non ha premuto troppo sull’acceleratore ed ha chiuso la contesa al primo tempo con la seconda parte di gara che è diventata puro garage time.

Connecticut vs Marshall 10-16

St. Petersburgh Bowl che finisce nelle mani di Marshall, che rispetto all’anno scorso conclude la stagione con una vittoria. I Thundering Herd dopo aver lottato anche quest’anno per la vittoria della C-USA, andata poi a Western Kentucky, approda alla post season come una delle migliori rivelazioni degli ultimi tempi in NCAA. Riuscire a confermare questo trend è una priorità per questa università che nella sua stria ne ha viste anche troppe.
La partita è stata molto equilibrata con gli attacchi che hanno fatto fatica a trovare varchi e a muovere l’ovale. Tuttavia sono sempre i ragazzi in maglia verde ad aver in mano il pallino del gioco ed infatti tengono il vantaggio per tutta la partita. Gli Huskies però non ci stanno a recitare il ruolo di comparsa e a due dalla fine si portano sul meno 3. Marshall però dopo aver segnato il fg complice una grande difesa riesce a neutralizzare Connecticut ed a portare a casa la vittoria.

Miami vs Washington State 14-20

Non ci poteva essere conclusione peggiore per gli Hurricanes dopo una stagione travagliata e che ha visto il licenziamento di Al Golden. Per “The U” gli obiettivi di inizio stagione erano certamente diversi dopo aver trovato la quadratura nel ruolo di QB grazie a Brad Kaaya ma le varie vicissitudini di Golden che non è riuscito più a tenere ben salda la squadra hanno dovuto ridimensionare i sogni di gloria.
Washington State dal canto suo ha disputato una buona partita, costruendo la vittoria sopratutto nella prima parte di gara e riuscendo a neutralizzare il #15 di Miami.
Hyundai Sunday Bowl che va dunque in archivio con una bella prestazione di Luke Falk, grande la sua stagione quest’anno, ed una grande difesa che ha lasciato il running game degli Hurricanes a sole 114 yard. Nel finale di partita gli assalti ripetuti dei ragazzi della Florida non bastano e così i Cougars possono festeggiare.

A pagina 3 altri recap con video

Pubblicità
Pagina precedente 1 2 3Pagina successiva

Francesco Fele

Ho 29 anni e sono appassionato di sport Usa da 5 anni, seguo sopratutto il football (tifosissimo delle cheesehead) e l'NBA.

Articoli collegati

Pulsante per tornare all'inizio