La TOP 10 di week 13 NFL

Week 13 è alle spalle. Sorprese e non sorprese si sono accavallate in questo fine settimana, compito nostro andare a ripercorrere con la nostra TOP 10 il meglio ed il peggio visto sul rettangolo di gioco.

  1. Travis Kelce: non per la prestazione contro i Packers, anche se da lui ci si aspetta sempre di più, ma da tutta la situazione che gli sta nascendo intorno. Sei un giocatore di football, sei pagato per questo, ma è chiaro come nell’ultimo periodo questo sia andato in secondo piano. Non solo per lui, ma anche per i tifosi e non. Non è più Kelce, uno dei tight end più forti di sempre, ma il fidanzato della Swift. La NFL ci sguazza su, i Chiefs sicuramente cavalcano l’onda, Kelce invece ne sta risentendo e con lui la squadra.

  1. Russell Wilson: spiace perché onestamente tutte le colpe non sono le sue. Il gioco di corsa è completamente mancato, la offensive line è stata un qualcosa di vergognoso ma se la squadra rimane in gioco fino all’ultimo driva a 10 secondi dalla fine nonostante i tuoi tre intercetti, chiaramente la tua prestazione pesa e non poco sul risultato finale. Pensare che non subiva intercetti da 6 settimane.

  1. Piscina Jaguars: continuo la mia battaglia che la piscina interna a vista nello stadio di Jacksonville sia un po’ “too much”.

Pubblicità
  1. Tyler Boyd: capisco che quando in campo c’è un backup QB o giù di li cerchi di inventarsi sempre qualcosa che possa sorprende, ma poi penso anche che basterebbe giocare ogni tanto anche semplice. Non si capisce cosa in resto della squadra avrebbe dovuto fare quando Boyd riceve l’ovale, rimane che il risultato è davvero pessimo nella trick play.

  1. Balletto Bengals: ottima performance, davvero ottima… Siamo pronti per un bel no di Simon Cowell.

  1. Rollercoaster Dolphins: come penso avrete capito, non amo i ballettini. Quello dei Dolphins tuttavia mi è piaciuto molto.

  1. Grattaformaggio: i Cheeseheads sono finalmente arrivati al “mostro” finale.

  1. Colts Block Punt: se i Colts sono rinati e sono arrivati a questo momento di hype, questo è uno dei tanti motivi della forte crescita che siamo vedendo in queste ultime settimane. Oltre al baffo chiaramente…

  1. Nico Collins: nella vittoria, fondamentale, di Houston contro Denver spicca senza ombra di dubbio la prestazione enorme del wide receiver numero 12 che con 9 ricezioni e ben 191 yards di guardagno ha guidato i suoi a livello offensivo. Chiaro che senza gli intercetti della difesa…

  1. Deebo Samuel: 4 ricezioni per 119 yards e 2 touchdown, a dir poco fondamentale – insieme a Purdy – nella grandissima vittoria che anticipa l’NFC Conference. Che giocatore!

Pubblicità

Eugenio Casadei

Appassionato di calcio (Bologna) e trekking, segue il football assiduamente dal momento in cui vide giocare Peyton Manning con la maglia orange di Denver, divenire tifoso Broncos una naturale conseguenza. Scrive la rubrica settimanale "Indiscrezioni di mercato NFL" in offseason e la "Top Ten" in regular season con grande divertimento e passione.

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio