Wild Card 2022: Rookie Watch

Il turno delle Wild Card NFL non si è dimostrato da meno rispetto alla regular season appena conclusa, regalandoci un weekend di partite decise all’ultimo secondo, upset inaspettati, e rimonte incredibili; protagonisti del weekend delle Wild Card sono stati anche i rookie NFL, con ben due QB rookie come titolari, Thompson dei Dolphins e Purdy dei Niners, con il QB di SF protagonista anche del nostro Rookie Watch, la rubrica di Huddle Magazine dedicata ai giocatori al primo anno in NFL, che continuerà anche per i playoff. Ad accompagnare il QB dei 49ers questa settimana abbiamo due giocatori difensivi, con Kyle Hamilton che, nonostante un’ottima prestazione contro i Bengals, viene eliminato dai playoff con i suoi Ravens, e Kaiir Elam, protagonista nella vittoria dei Bills contro i Dolphins.

Kyle Hamilton, Baltimore Ravens
9 tackle – 5 solo – 1 Fumble Forced – 1 Fumble Recovered

I Ravens, nonostante l’assenza del QB titolare Lamar Jackson, hanno dato filo da torcere ai favoriti Cincinnati Bengals, con la franchigia del Maryland che si è fermata a pochi centimetri dal TD che li avrebbe portati in vantaggio con poco meno di un quarto da giocare; a tenere viva la partita è stata soprattutto un’ottima prestazione da parte della difesa di BAL, capace di limitare l’esplosivo attacco di Cincinnati, e dove, a farsi notare, è stata soprattutto la prestazione della 14° pick dell’ultimo draft, Kyle Hamilton, S ex Notre Dame.
Hamilton ha chiuso la sua partita con 9 tackle totali, di cui cinque in solo, provocando un fumble e recuperando personalmente il pallone e restituendolo così al suo attacco che aveva trovato il field goal del momentaneo vantaggio poco prima dell’intervallo.

Brock Purdy, San Francisco 49ers
18/30 – 332 yard – 3 TD – 0 INT – 1 TD Run

Uno dei dubbi più importanti del turno delle Wild Card appena passato è come avrebbe reagito il rookie QB di San Francisco Brock Purdy, alla prima partita da dentro o fuori della sua carriera, dove era chiamato a guidare i Niners contro i Seahawks, in una partita che si sarebbe potuta rivelare alquanto insidiosa per SF. La risposta del QB ex Iowa State, chiamato con l’ultima pick assoluta nel draft 2022 è stata assolutamente positiva: 4 TD totali, 3 su pass ed uno su corsa, 332 yard lanciate su 18 completi, e la vittoria che vale così l’accesso per SF alle semifinali NFC contro i Dallas Cowboys nella partita che chiuderà il turno dei Divisional Round NFL, con Purdy che dovrà caricarsi il peso dell’attacco dei Niners sulle spalle, aiutato da uno dei parchi ricevitori migliori della NFL, ed un McCaffrey tornato ai fasti preinfortunio.

https://twitter.com/NFL/status/1614380623023730688?s=20&t=FgVmkSjMyRpIAIMbAxYC0Q

Kaiir Elam
2 tackle solo – 2 Pass deflected – 1 INT

Una delle partite più entusiasmanti del weekend è stata quella fra Bills e Dolphins, con la franchigia della Florida che, nonostante l’assenza di Tua, ha rischiato di trovare l’upset contro i favoriti Buffalo Bills, con i tifosi di MIA che possono rimpiangere qualche drop di troppo dei loro WR, e l’assenza del QB titolare, rimpiazzato dal rookie Skylar Thompson, non al livello di Tua e nemmeno di Purdy, l’altro rookie QB delle Wild Card. A brillare però, nella difesa di BUF, è stato un altro rookie: parliamo di Kaiir
Elam, CB proveniente da Florida University e chiamato con la 23° pick nel corso dell’ultimo draft NFL. Elam ha chiuso la sua prima partita in carriera ai playoff con 2 tackle in solo, non concedendo nemmeno un pass completato ai WR avversari, trovando anzi un INT ai danni di Thompson e due pass deflettati, tra cui quello decisivo che regala la vittoria ai Bills nel quarto down giocato dai Dolphins con poco più di due minuti sul cronometro e soli tre punti di distanza fra le due squadre.

https://twitter.com/NFL/status/1614740503916077056?s=20&t=FgVmkSjMyRpIAIMbAxYC0Q

Merchandising Merchandising

Luca Belli

Nonostante la giovane età, tifoso "Die Hard" dei Green Bay Packers. Cresciuto nel momento d'oro di Favre e Rodgers. Abituato a vincere poco con la fede calcistica, essendo tifoso della Fiorentina, ha trovato nei Packs la sua svolta. Aspetta con ansia il secondo anello personale. Go Packs Go!

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Huddle Magazine si sostiene con gli annunci pubblicitari visualizzati sul sito. Disabilita Ad Block (o suo equivalente) per aiutarci :-)

Ovviamente non sei obbligato a farlo, chiudi pure questo messaggio e continua la lettura.