Wild Card 2022: Preview San Francisco 49ers vs Seattle Seahawks

Il Wild Card Game sarà il terzo scontro divisionale stagionale tra i Seattle Seahawks ed i San Francisco 49ers, dopo le due sfide di Regular Season entrambe vinte dagli uomini di Kyle Shanahan. I 49ers ospiteranno a Santa Clara la squadra guidata da Geno Smith e, forti del secondo seed assoluto in NFC, avranno l’occasione di pareggiare i conti nelle sfide ai Playoff.

Sebbene giochino nella stessa division, le due squadre si sono affrontate una sola volta in post-season, per la precisione nel Championship Game del 2013 vinto dai Seattle Seahawks per 23-17. L’immagine di quella partita è l’intercetto di Richard Sherman, con il quale la squadra di Pete Carroll si garantì l’accesso al Super Bowl XLVIII poi vinto contro i Denver Broncos.

La situazione attuale è ben diversa da quella del decennio scorso, andiamo quindi a vedere come le due squadre si presentano alla partita di Sabato Sera (ore 22:25 italiane).

San Francisco 49ers

I 49ers sono reduci da ben 10 vittorie consecutive, 6 delle quali arrivati dopo l’infortunio di Jimmy Garoppolo ed il conseguente subentro di Brock Purdy, visto l’infortunio ad inizio stagione dello starter Trey Lance.

Il rendimento del QB rookie (ultima scelta assoluta al Draft 2022) è stato a dir poco sorprendente, con numeri che lo lanciano nella corsa per il premio di Offensive Rookie Of The Year, anche se la maggior parte del merito per queste prestazioni eccezionali va senza dubbio al reparto difensivo, risultato il più forte in tutta la NFL.

Pubblicità

Il nome che spicca su tutti gli altri, per continuità di prestazioni ed impatto in tutte le partite in cui ha giocato, è sicuramente Nick Bosa: 18,5 sack e 48 QB Hits sono numeri da miglior difensore della lega, uniti alla pressione costante che il fuoriclasse numero 97 riesce a generare nonostante i continui raddoppi nel tentativo, inutile, di limitarlo.

Kyle Shanahan ha dovuto anche fare i conti con una lista di infortuni pesantissima, peraltro triste abitudine per i 49ers: a partire da inizio stagione, oltre ai già citati Trey Lance e Jimmy Garoppolo, si sono infortunati i CB Emmanuel Moseley e Jason Verrett e il DT Hassan Ridgeway.

Dopo le due sconfitte consecutive contro Falcons e Chiefs, aggiuntesi a quelle ben più gravi contro Bears e Broncos, la squadra sembrava destinata ad una stagione mediocre.

Tuttavia, la trade per Christian Mc Caffrey ha dato ai Niners la spinta decisiva; da quel momento il reparto offensivo ha cambiato marcia e il talento del RB ex Panthers, unito alla versatilità di Deebo Samuel e alla velocità di Ayiuk, hanno permesso alla fantasiosa mente offensiva di Shanahan di provare schemi completamente nuovi, molto complicati da interpretare per qualsiasi difesa in NFL.

Seattle Seahawks

I Seahawks accedono ai Playoff, è il caso di dirlo, all’ultimo respiro, grazie alla vittoria per 19-16 all’overtime contro i Los Angeles Rams e alla contemporanea sconfitta dei Green Bay Packers per mano dei già eliminati Detroit Lions.

Le aspettative di inizio stagione erano bassissime, dopo la blockbuster trade con la quale i Seattle Seahawks avevano inviato ai Denver Broncos il loro QB Russell Wilson, alla quale, lo stesso giorno, aveva seguito il taglio del più forte LB dell’ultimo decennio, Bobby Wagner.

Già da Week 1, dove appunto i Seahawks hanno battuto proprio i Broncos nel più classico dei “revenge game”, si è capito però che Pete Carroll e compagnia avrebbero venduto cara la pelle, e così è stato.

Pubblicità

La cosa più sorprendente è stata tuttavia che il reparto che ha trascinato la squadra fino alla qualificazione al Wild Card Game non è stata la difesa, bensì proprio l’attacco, che ha performato efficacemente fin dall’inizio, tanto è vero che Geno Smith ha battuto alcuni record storici proprio di Russell Wilson, come quello per yard lanciate totali e percentuale di completi.

Chiavi tattiche

I 49ers hanno dominato entrambi gli scontri di regular season, riuscendo grazie al divario tecnico in “trincea” a limitare l’attacco dei Seahawks, capaci di segnare solo un TD in due partite.

Allo stesso tempo, la difesa di Seattle non è riuscita in alcun modo a mettere pressione su nessuno dei QB che si è trovata contro, a partire da Lance per arrivare a Garoppolo e infine a Purdy nella sfida di ritorno al Lumen Field, né tantomeno a limitare il gioco di corsa dei 49ers. Se a questo aggiungiamo la totale incapacità della secondaria di tenere a freno George Kittle, è facilmente intuibile come San Francisco sia nettamente la favorita per il Wild Card Game.

La speranza per gli ospiti è che San Francisco accusi un po’ la pressione con i suoi giocatori con meno esperienza nei match da dentro o fuori, mentre Seattle giocherà con la mente molto più libera in quanto l’accesso al Wild Card può già essere considerato un traguardo raggiunto (ma non ditelo a Pete Carroll…). Tuttavia, per sperare in un upset, a Seattle dovrà necessariamente giocare la partita perfetta in ogni lato del campo, special team incluso, oltre che vincere la battaglia dei turnover.

I playoff, si sa, sono un altro sport.

the playbook endgame
Merchandising Merchandising

Seahawks Nest Italia

Tre amici e una grande passione per i Seattle Seahawks. Simone Faccini, Marco Bernardi e Marco Cherubini sono gli autori di Seahawks Nest Italia, il primo podcast in italiano sui Seahawks ma anche una comunità e un punto di ritrovo per tutti i 12s in Italia.

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Huddle Magazine si sostiene con gli annunci pubblicitari visualizzati sul sito. Disabilita Ad Block (o suo equivalente) per aiutarci :-)

Ovviamente non sei obbligato a farlo, chiudi pure questo messaggio e continua la lettura.