La Wentz airline non basta (Tampa Bay Buccaneers vs Indianapolis Colts 38-31)

This is football signori. Che partita abbiamo assistito al Lucas Oil stadium di Indianapolis. I padroni di casa venivano da una poderosa vittoria in casa dei Bills con rb Jonathan Taylor protagonista con ben 5 td. Dall’altra parte la calma del GOAT, Tom Brady e la forza della defense Bucs. La rincorsa ai playoff per i Colts passa dunque dai detentori del Lombardi Trophy e certo non è cosa semplice nonostante una condizione fisico atletica invidiabile.

Basti vedere la grinta iniziale di lb Leonard per far preoccupare chiunque. Se il primo quarto scivola via lento e il risultato dice 0-3 Indy, il secondo quarto è una meraviglia per gli occhi. All’intervallo la guerra finirà sul 14-21 per Taylor & co. Per gli spettatori presenti allo stadio e quelli incollati al televisore, è uno spettacolo da bava alla bocca. Giusto il tempo di rifiatare con una birra e via alle danze.

La ripresa infatti vede subito 2 td di Tampa bay. 2 drive, 13 giocate complessive e a tabellino vanno prima Fournette, per lui giornata da incorniciare, infatti finirà con 17 portate, 100 yds tonde e ben 3 td di cui uno su passaggio e di seguito Jones l’altro running back che terminerà con 7 attacchi, 37 yard e appunto 1 touchdown. Il quarto ed ultimo atto della gara sarà un vero “drama in Indianapolis” infatti solo nel finale Fournette mette a segno la meta decisiva e Wentz nella rocambolesca rincorsa al risultato si farà intercettare un hail mary disperato da Pierre Desir.

Pubblicità

Per Wentz, in vena di cannonate un pò per tutti, distribuirà infatti palloni per tutto il parco attaccanti Colts, i numeri diranno così: 27 su 44, 61.4% di completi, 306 yard pass, 3 td ma 2 intercetti brutti di cui l’ultimo sopracitato figlio della disperazione. Dall’altra parte Brady è solo un pochino più preciso del suo dirimpettaio. TB12 avrà una percentuale di completi del 73.5% con un 25/34, solo 226 yds lanciate 1 td e 1 int.

Il tanto atteso fenomeno Taylor si dovrà accontentare, per così dire, di sole 83 yds corse e 1 td nel finale che riaccende per poco la speranza dei tifosi di casa. Forse proprio Taylor è mancato ai Colts per dominare questa partita e inanellare la quarta vittoria di fila, ma di fronte aveva nomi terrificanti in pass rusher. Barrett atterrerà 2 volte Wentz e Suh 1. Nominati loro per i sack ma un plauso va a tutta la possente defense Bucs che metterà a referto ben 49 tackles complessivi.
Queste sono le gare da trasmettere il giovedì del ringraziamento, quando tutto il mondo si affaccia all’America e al suo sport nazionale. Gare così combattute e intense possono solo avvicinare ed affascinare chi si sta approcciando a questo sport meraviglioso.

Per i Colts dunque battuta d’arresto verso la postseason, ma la franchigia è in forma e ben determinata. Una sconfitta contro Brady ci può sempre stare. Per Indy domenica trasferta non complicata a Houston. Resta pur sempre una gara di division, quindi più sentita ma i Texans visti ieri, perdenti contro i Jets fanno effettivamente poco timore.
Per la nave corsara della Florida ancora una sfida fuori Tampa. Gara divisionale contro i Falcons che ieri sono tornati al successo, passeggiando con Cordarelle Patterson sulle macerie dei Jags. Arians si trova su un confortevole 8-3 mentre Reich sul 6-6 è l’unica contender dei Titans, capolista di division con 8-4.
La corsa ai playoff è ancora aperta e se i Bucs ormai ci sono praticamente dentro, per i Colts si prospetta un dicembre di battaglie.

Any given Sunday.

Giorgio Bianchini

Ideatore de “Le storie della NFL” e amministratore di Tutto Football NFL, ritengo che il football sia talmente bello da dover andare aldilà dell’appartenenza ad una franchigia. Papà fiero di un giovane wide receiver, con il quale vivo e mi nutro di football americano.

Articoli collegati

Pulsante per tornare all'inizio