Il ritorno del figliol prodigo (Carolina Panthers vs Arizona Cardinals 34-10 )

Nella partita giocata domenica allo State Farm Stadium di Glendale, AZ, le attenzioni erano tutte rivolte verso un giocatore: Cam Newton, QB dei Panthers che dopo un anno e mezzo di “esilio”, con l’esperienza ai Patriots ed il successivo taglio per far posto a Mac Jones, è tornato ai Panthers, firmando un contratto da un anno dal valore di quasi 10 milioni di $, con Carolina che, visto l’infortunio di Sam Darnold ha preferito coprirsi le spalle con la firma di Newton. La prima partita dal suo ritorno finisce nel migliore dei modi per Carolina, che domina i Cardinals orfani ancora una vola di Kyler Murray e DeAndre Hopkins, e che con McCoy a guidarli non riescono ad andare oltre il 34-10 finale che porta Arizona ad un record di 8-2, in attesa del ritorno delle sue stelle, e mantiene vive le speranze di Carolina, ora sul 5-5.

Pronti via ed è la difesa di Carolina a trovare il primo big play di giornata, con lo strip sack su McCoy che consegna la palla in mano all’attacco dei Panthers, guidato inizialmente da PJ Walker, visti pochi allenamenti con la squadra avuti da Newton; il QB ex New England viene però chiamato in causa poco dopo, ed alla prima azione in assoluto del suo ritorno a Carolina segna il TD del 7-0 con una corsa da 2 yard; i Cardinals, complici anche le molte assenze non riescono a riprendersi e prima subiscono il secondo TD di Newton, al secondo pallone toccato in assoluto, e poi vedono i Panthers andare sul 17-0 ancora prima della fine del 1° quarto, grazie al field goal di Gonzalez.

Prima dell’intervallo i Panthers riescono a mettere una grossa ipoteca sulla vittoria finale, grazie ad altri due FG di Gonzalez che mandano le squadre negli spogliatoi sul 23-0 Carolina; tornati dall’halftime le cose non migliorano per Arizona che, dopo aver trovato i primi punti con il field goal di Prater subisce il terzo TD di giornata, questa volta segnato da Hubbard per il 31-3.
Dopo un paio di drive in cui a dominare sono le difese e con PJ Walker che subisce anche un fumble, i Cardinals segnano il primo TD della loro partita, quando ormai siamo però già a quarto 4° iniziato, con la corsa di Conner.
A fissare il risultato sul 34-10 finale ci pensa poi nuovamente Gonzalez, infallibile domenica, che centra i pali da 27 yard e chiude definitivamente la partita.

Brutta prestazione dei Cardinals, che non entrano mai veramente in partita e che subiscono per tutta la partita la pressione della difesa di Carolina; Arizona chiude la partita con appena 11 primi down conquistati e 169 yard totali, appena 3 yard in più di quelle conquistate dai Panthers con le sole corse, ed anche se mancavano le due stelle della squadra Kyler Murray e DeAndre Hopkins, la prestazione di Arizona, lascia con l’amaro in bocca i tifosi, soprattutto considerando che la difesa dei Cards, pur subendo spesso le offensive avversarie era riuscita a trovare due turnover, un fumble ed un INT, che non sono però stati sfruttati dall’attacco.
Detto dei due turnover trovati, la prestazione della #D di Arizona non è comunque soddisfacente, subendo ben 34 punti da una squadra che giocava con un backup QB e con uno dei giocatori più forti, McCaffrey, ancora a mezzo servizio.
Settimana prossima dovrebbe tornare Murray, ed i Cardinals dovranno dimostrare di essere meglio di quanto fatto vedere domenica, in un campo ostico come quello di Seattle.

Ottima vittoria per Carolina che, sulle ali dell’entusiasmo del ritorno del figliol prodigo Cam Newton trova una netta vittoria contro i Cardinals; ottima prestazione dell’attacco e di PJ Walker, backup QB che chiude con oltre 160 yard lanciate, 1 TD ed 1 INT, aiutato anche da un ottimo running game, con i tre RB di CAR che trovano 144 yard su corsa, ottime per togliere pressione a Walker, e con un McCaffrey che pur limitato a 13 portate, chiude con 95 yard che fanno ben sperare per il futuro.
Il protagonista di domenica è stato però indubbiamente Cam Newton: dopo essere stato lasciato libero dai Panthers due anni fa, aver giocato un anno con Bill Belichick ai Patriots, ed essere stato tagliato per far posto a Mac Jones a New England, Newton è tornato a Carolina e nei primi due palloni in assoluto toccati ha trovato due TD, uno su corsa, la specialità della casa, ed uno su pass; settimana prossima Cam sarà probabilmente titolare, ma se il buongiorno si vede dal mattino, Newton-Panthers 2.0 sembra promettere scintille

Luca Belli

Nonostante la giovane età, tifoso "Die Hard" dei Green Bay Packers. Cresciuto nel momento d'oro di Favre e Rodgers. Abituato a vincere poco con la fede calcistica, essendo tifoso della Fiorentina, ha trovato nei Packs la sua svolta. Aspetta con ansia il secondo anello personale. Go Packs Go!

Articoli collegati

Pulsante per tornare all'inizio