European League of Football (ELF): Preview week 4

Tre partite in programma in week 4 della European League of Football (ELF), tutte domenica 11. Turno di riposo per Wroclaw Panthers e Barcelona Dragons (che hanno ufficializzato l’arrivo di Giorgio Tavecchio).

Cologne Centurions vs Frankfurt Galaxy

Va in scena il “Big match” tra le attuali “regine” della Division Sud, entrambe con un record 2-1 e con due vittorie di fila dopo la sconfitta alla prima giornata. I Centurions sono reduci dalla spettacolare vittoria sul campo di Lipsia per 48-47. Come sempre la parte del leone l’ha fatta l’inarrestabile Madre London, sulle cui spalle è gravato il 75% dei giochi d’attacco. London ha guadagnato 348 yard nette su 44 portate e altre 9 su tre ricezioni. Bisogna considerare, però, che questa dipendenza da London può costituire anche un handicap per i Centurions se gli avversari riescono a contenerlo. Già i Kings sono riusciti quanto meno a limitare la media per portata a meno di 8 yard a fronte delle 13 a cui ci aveva abituato. Altro punto debole dei renani è la difesa, che ha concesso ai Kings circa 7 yard per portata e ben 11 ser passaggio.

Domenica si troveranno di fronte una squadra che, pur senza eccessive performances dei singoli giocatori, ha mostrato una notevole solidità nel complesso. La difesa dopo aver praticamente annullato l’attacco di Stoccarda, ha messo in seria difficoltà il temibile attacco dei Panthers e non solo per la pioggia che ha certamente danneggiato il gioco aereo. Il buon O’Connor domenica ha subito due sack e quattro intercetti, che hanno contribuito a far partire i drive offensivi dei Galaxy da posizioni molto favorevoli. La partita si annuncia come un “Madre London contro la Galaxy defense, ma attenzione all’attacco di Francoforte, meno pirotecnico ma molto produttivo. Mi sbilancio e vedo i Galaxy vincenti.

Pubblicità

Stuttgart Surge vs Leipzig Kings

La partita di Stoccarda vede di fronte due squadre con record 1-2 reduci entrambe da due sconfitte. I Surge, dopo la rescissione del contratto di Jakob Wright, hanno perso l’uomo più produttivo (non solo di ingiurie) dell’attacco. Il suo sostituto Aaron Ellis, ha fatto quello che ha potuto, ma alla fine l’offense sveva ha conquistato la miseria di 246 yard totali, di cui soltanto 39 su corsa. Decisamente poco anche contro i Thunder, che venivano da una netta sconfitta nell’unica partita giocata. Un po’ meglio la difesa, che è riuscita a penetrare la linea d’attacco dei berlinesi che però si è confermata il loro reparto più debole.

I Kings, da parte loro, vengono da una sconfitta, ma sono caduti in piedi, mostrando di avere un attacco di tutto rispetto, nonostante l’assenza di Michael Birdsong che è stato egregiamente sostituito da Jaleel Awini. Nel complesso i Kings sono meglio strutturati, hanno una buona OL e un buon numero di ricevitori affidabili, tra i quali eccellono Anthony Dable-Wolf e Timothy Knuettel. La difesa non è apparsa impenetrabile, come nelle due precedenti partite, ma credo che Lipsia resti ugualmente favorita.

Hamburg Sea Devils vs Berlin Thunder    

Due squadre della Division Nord che hanno entrambe riposato in week 2 e quindi hanno giocato solo due partite. I Sea Devils, ancora imbattuti, hanno messo in evidenza una difesa molto aggressiva ed efficace che ha concesso ai forti Galaxy soltanto 15 punti e 276 yard nette. Poi hanno annullato l’attacco dei Dragons, che sono riusciti a segnare solo nell’ultimo periodo, a risultato ormai deciso.
Punti di forza tra i giocatori di difesa sono i LB Jan-Philip Bombek e l’esperto Kasim Edebali, oltre ai DL Berend Grube. E Nelson Imasuen, che hanno messo a segno parecchie incursioni ne backfield dei Dragons, ma tutto il reparto è molto competitivo. Qualche perplessità aveva destato l’attacco contro Francoforte, perplessità che sono in parte rientrate dopo la prova convincente di Barcellona, dove Jadran Clark ha fatto vedere buone qualità anche nel gioco aereo. Si è confermato molto forte il RB Xavier Johnson, che però si è infortunato sul finire della partita. Resta comunque l’impressione di un attacco buono ma non irresistibile.

I Thunder, da parte loro, dopo un esordio molto deludente contro i Kings, si sono riscattati nella partita contro i Surge, ottenendo buoni risultati anche da parte dell’Offense, che nella prima partita era stata alquanto deficitaria. Calvin Sitt ha confermato di essere un buon regista, se la linea d’attacco lo protegge, cosa che finora non si è rivelata una sicurezza. Dopo gli otto sack della prima partita, ne ha dovuti subire altri tre: non un buon presagio in vista della partita contro gli amburghesi. Molto bene è andato il RB Joc Crawford, che ha portato palla 17 volte per 227 yard nette e il solito Seantarius Jones, che ha segnato tre TD guadagnando ben 155 yard in nove ricezioni. Il problema è che l’attacco risulta troppo dipendente da Crawford e Jones, che non hanno molte alternative, a parte, tra i ricevitori, un positivo Nicolai Schumann. Con queste premesse credo che i Sea Devils confermeranno la loro striscia vincente, ma li aspetto a prove più impegnative.

Power Ranking ELF dopo Week 3

1) Frankfurt Galaxy. Squadra in evidente crescita dopo la sconfitta di misura di Amburgo. Sembrano   i più equilibrati tra attacco e difesa
2) Wroclaw Panthers. Attacco fortissimo sia nel gioco aereo che nelle corse. Buonissima la batteria dei ricevitori, Mazan e Banat in testa. Difesa da rivedere soprattutto contro le corse e in campo aperto
3) Hamburg Sea Devils. Forse la difesa più forte della lega, ma l’attacco va rivisto contro avversari iù ostici.
4) Cologne Centurions. Spettacolari soprattutto nel gioco di corsa, ma troppo dipendenti da Madre London, comunque molto ben supportato da una OL di tutto rispetto. La difesa appare troppo permeabile.
5) Leipzig Kings. Squadra in crescita con buone potenzialità. Positivo l’attacco sia nel gioco aereo che nelle corse. Anche qui la difesa sembra poco aggressiva.
6) Berlin Thunder Discreta difesa. L’attacco basato su due giocatori nettamente più forti del resto della squadra e quindi facilmente imbrigliabile.
7) Barcelona Dragons Guadagnano una posizione rispetto al record 0-3 perchè hanno comunque mostrato un gioco aereo efficace. Edwards è un buon QB che ha bisogno di protezione che la linea d’attacco non è riuscita a dargli, e può contare su tre buoni ricevitori come Constant, Bertellin e Flores.
8) Stuttgart Surge Dopo la vittoria contro i Thunder, sono incappati in due partite in cui l’attacco non ha praticamente prodotto nulla, se non in pieno “garbage time”. La perdita di Jakob Wright ha ulteriormente indebolito un attacco con poche soluzioni efficienti. Meglio la difesa, che finora ha limitato i danni.

Francesco Di Taranto

Nato a Foggia, nel 1953, risiedo a Brescia dal 1987 e in precedenza ho abitato a Bologna, dove mi sono laureato in Ingegneria Elettronica. Ho cominciato a seguire il football dalla notte del Super Bowl 1982 vinto da san Francisco sui Cincinnati Bengals. Terminato il servizio militare, nell'aprile '82 ho cominciato a seguire assiduamente, a Bologna, alle partite dei Doves e dei Warriors. Per alcuni mesi, nel 1984, ho partecipato agli allenamenti di una squadra bolognese in formazione, gli Atoms, che sarebbero poi diventati Phoenix San Lazzaro, che ho poi dovuto lasciare a causa del trasferimento per motivi di lavoro. Da allora non ho più smesso di seguire il football, sia professionistico (NFL e poi USFL, AAF e quest'anno XFL), sia dilettantistico in Italia, ma anche in Germania, grazie ai video in streaming della GFL

Articoli collegati

Pulsante per tornare all'inizio