[NFL] Week 13: L’ultima corsa di Mike, la prima storica di Arizona (Arizona Cardinals vs Green Bay Packers 20-17)

Doveva essere una partita di “poco valore”, quella di domenica tra Green Bay Packers e Arizona Cardinals. Con tutto il rispetto per le due franchigie infatti, visto l’andamento e le prospettive in questa stagione di entrambe, sicuramente quello al Lambeau non era proprio considerato l’American Game of The Week, per usare un eufemismo.

Si preannunciava uno scontro poco entusiasmante, tra un team in gravissima difficoltà e con l’ultima, minuscola, luce di speranza di un posto ai playoff e un altro team che, dopo l’addio di Bruce Arians sembra ancora in piena ricostruzione, faticando a (con)vincere.
E di certo dal punto di vista del puro football giocato, le aspettative sono state rispettate: tante difficoltà nel muovere la catena da entrambe le parti, giocate poco brillanti e un ritmo di gioco a dir poco sonnolento.

Eppure, nonostante i pochi, pochissimi highlights da segnalare, il match di domenica sera assume improvvisamente un’importanza cruciale e segna in un certo senso la fine di un’era. 

Pubblicità

La vittoria dei Cardinals al Lambeau Field, contro dei Packers demotivati e spenti, è la classica goccia che fa traboccare il vaso crepato di Green Bay, ponendo fine alla lunga carriera di Mike McCarthy come head coach della Titletown, licenziato poco dopo il match.

L’ultima di McCarthy è una partita scarica, che da un lato vede Arizona giocarsela, ma senza nulla da chiedere veramente. Una squadra con poche pretese di portare a casa il risultato, (perché si sa: fare tanking è brutto, ma se arriva qualche sconfitta in più in una “stagione no” non è un dispiacere così grande) ma che non riesce a fare peggio dei padroni di casa, visibilmente allo sbando, senza convinzioni e motivazione (nonostante la piccola speranza playoff ancora accesa) e con Aaron Rodgers profondamente deluso e a dir poco sottotono.

Aaron Jones Packers Cardinals

Pochi i momenti memorabili o degni di nota della partita in sé: i due touchdown in sole 5 portate del RB n.2 di Arizona Edmonds, il field goal del mancato pareggio sbagliato sul finale di partita da Mason Crosby. Il punto più alto della partita è forse la spettacolare catch in volo e a pochi centimetri da terra dell’immenso e intramontabile Larry Fitzgerald, che dall’alto dei suoi 35 anni mostra a tutti che ha ancora qualcosa da dire.

Il resto è davvero poca cosa in una partita dove, oltre alla minima determinazione delle due squadre, si aggiungono vento e neve che rendono difficili molte giocate da una parte e dall’altra.

Eppure, nonostante tutto, il match di domenica per quanto noioso e vuoto è destinato a rimanere nella storia della NFL per aver segnato la fine dell’era McCarthy a Green Bay e, ancora più importante, per rappresentare la prima vittoria Cardinals DI SEMPRE al Lambeau Field.

Il bello del football.

[clear]
Pubblicità

Articoli collegati

Pulsante per tornare all'inizio