La Strada verso il Draft: Darian Thompson

Ruolo: Free Safety – College: Boise State – Classe: Senior
Età: 22 – Altezza: 6’2 (1.88 m) – Peso: 208 (95 kg)

Darian Thompson esce da Boise State quasi come una leggenda, starter sin dall’anno da Freshman dove è diventato sin da subito un pilastro del team fino a diventare il leader all-time di intercetti nella Mountain West, ben 19 in 4 anni. Thompson è probabilmente la miglior Free Safety del Draft anche se alle Combine non ha fatto una grande impressione, fattore che potrebbe fargli perdere qualche posizione.

Thompson possiede una ottima stazza e muscolatura per il ruolo, fattore che gli permette di giocare in maniera molto dura ed aggressiva, probabilmente uno dei migliori colpitori del Draft. Il suo punto di forza sono sicuramente le ball skills, 19 intercetti in 4 anni sono davvero tanti. Ha una percezione per la palla incredibile, sa sempre dove andrà a finire e soprattutto ha delle mani affidabilissime che gli permettono di prendere anche lanci molto difficili con prese spettacolari. Fantastico quando deve anticipare il WR, legge bene l’azione ed ha una reazione rapidissima che gli permettono l’intercetto, o comunque non permette all’avversario la ricezione. E’ un giocatore che si muove bene per il campo ed ha una ottima comprensione del gioco, difficilmente fa la lettura sbagliata ed è sempre nei pressi dell’azione, tant’è che anche in run support il suo peso si sente.

Pubblicità

Darian Thompson

La Safety di Boise State ha istinti notevoli, forse anche troppi, spesso si lascia trasportare troppo da quello che succede sulla linea di scrimmage perdendo di vista quello che accade sul gioco aereo, perdendo quell’attimo per coprire meglio il profondo non lasciandolo scoperto. E’ troppo precipitoso pure sulla palla, probabilmente per eccesso di sicurezza, dove preferisce anticipare piuttosto che magari temporeggiare e difendere meglio, non lasciando buchi importanti. Anche la tecnica di placcaggio deve essere rifinita, molte volte sbaglia l’angolo di placcaggio e non ci mette neppure la giusta forza per terminare il movimento.
E’ vero che è molto rapido però dovrà perfezionare i movimenti, è abbastanza macchinoso nella parte inferiore del corpo e fatica nei cambi di direzione, lo si nota soprattutto quando è  schierato a difendere ad uomo.

Thompson è una Safety che dovrebbe essere adatta sia a giocare come Center Fielder in una Cover-1, o 3, sia in una Cover-2 affiancato da un’altra Safety. Dovrebbe essere in grado di poter scendere in campo come starter sin da subito con un talento da potergli permettere di essere una stella per i prossimi 10 anni. Il suo range d’uscita dovrebbe essere a cavallo tra primo e secondo giro, molto dipenderà dall’impressione che farà al pro day.

A fine primo round una squadra come i Carolina Panthers potrebbero decidere di draftarlo, Kurt Coleman non è una soluzione a lunga gittata e qualcuno di forte oltre a Josh Norman serve in quela secondaria. Un team che potrebbe prenderlo ad inizio secondo round sono i Cleveland Browns che han perso Tashaun Gipson in Free Agency e necessitano qualcuno da affiancare a Whitner, con lui i Browns potrebbero mettere una bella pezza.

[ad id=’29269′ ]

Luca Domenighini

24 anni, amante dello sport a stelle e strisce. Appassionato fino al midollo di football, sia quello NFL che quello NCAA. Tifoso dei Denver Broncos da una calda mattina di Agosto di metà anni 2000 quando ESPN Classic ripropose il primo Super Bowl di Elway. Tifo sfegatato per i Duke Blue Devils, sì esiste una squadra di football a Durham.

Articoli collegati

Pulsante per tornare all'inizio