Upset nella Frozen Tundra (Kansas City Chiefs vs Green Bay Packers 19-27)

Non basta nemmeno la presenza di Taylor Swift a Lambeau Field ai Chiefs, che per la prima volta incappano in una sconfitta con la popstar ad assistere alla partita; in un Lambeau Field con temperature intorno agli 0° infatti sono i Packers ad ottenere la vittoria, trovando così l’upset di giornata dopo la vittoria nel giovedì del Ringraziamento contro i Lions, che porta GB ad un record di 6-6 e vale il momentaneo seed #7 della NFC, assolutamente imprevedibile dopo le quattro sconfitte consecutive arrivate ad inizio stagione per Love e soci.

E’ proprio Love a dominare l’incontro, riuscendo così ad ottenere la sua prima vittoria in carriera contro Mahomes ed i Chiefs, dopo aver fatto il proprio esordio assoluto da starter due anni fa in trasferta a Kansas a causa di una positività al Covid-19 dell’allora QB di Green Bay Aaron Rodgers, aiutato da un parco ricevitori che sta piano piano prendendo sempre più confidenza, ed una difesa che viene fuori nel momento più importante della partita stoppando l’attacco di Mahomes sul finale, e permettendo cos’ ai tifosi di festeggiare la 6° W stagionale nel freddo della Frozen Tundra.

Quarta sconfitta in regular season per i Chiefs invece, che mantengono comunque il primo posto nella Division ma “cadono” al seed #4 in ottica playoff, con le prossime partite che non dovranno essere sbagliate da Mahomes e soci se vogliono ottenere la bye week riservata ai primi due seed della AFC.

Pubblicità

Il primo drive della partita vede subito Green Bay portarsi avanti, con Love che, dopo più di sette minuti di possesso, pesca in endzone il TE Sims, per il TD pass da 1 yard che vale il 7-0 Packs; i Chiefs provano a pareggiare i conti ma devono accontentarsi del field goal, subendo subito dopo il secondo TD di Green Bay e ritrovandosi così sotto 14-6 prima dell’intervallo, grazie al TD di Watson per i Packers, ed il secondo field goal messo a segno da Butker, con la #D di GB capace di limitare Mahomes ed il suo esplosivo attacco a soli sei punti segnati nei primi due quarti.

Pubblicità

Tornati dall’intervallo i Chiefs sembrano riprendere in mano il gioco con Pacheco che prima segna il TD del 14-12, poi fallisce la conversione da due punti; Love ed il suo attacco non sembrano però volersi fermare, ed è nuovamente Watson a ricevere il TD pass in endzone che vale il +9 Packers con poco più di 5′ rimasti nel penultimo quarto.

I Chiefs aprono l’ultimo quarto di gioco con il primo TD pass della giornata di Mahomes, che pesca Gray in endzone con GB che però chiude la pratica grazie ai due FG di Carlson, e soprattutto i due big play della propria difesa, con Nixon che intercetta Mahomes nel penultimo drive, e con la secondaria che rende vano il tentativo di Hail Mary nell’ultima azione della partita, regalando così la vittoria ai Packers.

Inversione di tendenza per i Chiefs che, dopo averci abituato ad una partenza sprint per poi rallentare i ritmi, questa settimana recriminano proprio due quarti giocati in maniera “soft” e che non hanno permesso a KC di rimanere in partita e di recuperare l’iniziale svantaggio; nel primo tempo infatti, i Chiefs riescono ad arrivare in redzone per due volte, accontentandosi però di due field goal, con i Packs che invece grazie ai due TD nei primi due quarti si portano in netto vantaggio all’intervallo.

Il secondo tempo è giocato bene dall’attacco di KC, che sembra recuperare lo svantaggio, grazie anche ad un ottimo gioco di corse, ma nel moemnto più importante della partita un’incomprensione fra Mahomes e Moore costa un INT ai Chiefs, e l’ultimo drive è ben giocato dalla difesa di GB, con i Chiefs che recriminano su una presunta PI non chiamata ai danni di Valdes-Scantling.
Kansas City è ancora al primo posto nella AFC West, ma al seed #4 attualmente, con Mahomes ed i suoi che dovranno invertire la tendenza per non dover essere costretti alle Wild Card AFC.

Terza vittoria di fila e quarta W nelle ultime cinque partite giocate per i Packers e Jordan Love, che si candidano prepotentemente a sorpresa di questa seconda parte di stagione, e soprattutto si candidano ad un posto ai playoff, con la NFC North che attualmente vede tre proprie squadre qualificate, con Lions e Vikings a fare compagnia alla franchigia del Wisconsin; contro i campioni in carica dei Chiefs a brillare, e a vincere il duello a distanza con Mahomes, è stato soprattutto Jordan Love, sempre più leader del giovane attacco di GB. Love chiude con 3 TD pass, senza subire turnover e mostrando sempre più fiducia nel suo giovane parco ricevitori, con ben nove giocatori autori di almeno una ricezione, fra cui Ben Sims, autore del primo TD in stagione.

Buona prova da parte anche della difesa di GB, che subisce il running game dei Chiefs ma che viene fuori nel momento più importante della partita, nonostante assenze pesanti come quella del CB #1 Alexander, ancora ai box per infortunio.

Luca Belli

Nonostante la giovane età, tifoso "Die Hard" dei Green Bay Packers. Cresciuto nel momento d'oro di Favre e Rodgers. Abituato a vincere poco con la fede calcistica, essendo tifoso della Fiorentina, ha trovato nei Packs la sua svolta. Aspetta con ansia il secondo anello personale. Go Packs Go!

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio