It’s QB Time – week 10 NFL

Week 10 è ormai conclusa, la NFL ha salutato almeno per questa stagione l’Europa con l’ultima partita oltreoceano, che si è rivelata come spesso accade una partita dal basso punteggio e non molto spettacolo in campo, e ci avviciniamo sempre più velocemente ai playoff della NFL, con una possibile griglia playoff ancora da definire ed un gran numero di possibili pretendenti al Super Bowl LVIII di Las Vegas. Con la NFL continua anche il nostro “It’s QB Time”, la rubrica di Huddle Magazine che ogni settimana eleggerà i tre migliori ed i tre peggiori QB del weekend NFL.

Qualche sorpresa soprattutto fra i flop di giornata, dove troviamo Trevor Lawrence come peggiore di week 10, accompagnato da un Josh Allen inconcludente contro i Broncos nel MNF, e Mac Jones, protagonista in negativo della partita dei Patriots giocata in Germania. Vince il premio di migliore della settimana Brock Purdy, che torna dalla bye week sfoderando un’ottima prestazione contro i Jaguars, e che si ritrova fra i top insieme a Dak Prescott, infermabile per i Giants, e Justin Herbert, che brilla nonostante la sconfitta dei suoi Chargers.

Il migliore di giornata
Brock Purdy
19/26 – 296 yard – 3 TD – 0 INT

Ritorno dalla bye week e ritorno alla vittoria per San Francisco, che dopo le 3 sconfitte consecutive patite prima di week 9, tornano galvanizzati dalla settimana di riposo, trovando una convincente vittoria contro i Jaguars in trasferta; protagonista della partita, oltre ad una difesa sempre più dominante grazie anche all’aggiunta di un playmaker come Chase Young, è stato sicuramente Brock Purdy, che ritornando al livello delle prestazioni a cui ci ha abituato in questo anno e mezzo, riporta i 49ers alla vittoria. Mr Irrelevant chiude con 19 completi per 296 yard, trovando anche tre TD pass, con la ciliegina sulla torta della propria prestazione che è sicuramente il TD pass da da 66 yard per George Kittle, con Purdy che pesca il TE sul profondo nonostante la pressione avversaria praticamente addosso.
In una regular season in cui si faticano a trovare dei dominatori, Purdy ed i 49ers sono sicuramente una delle squadre da non sottovalutare, soprattutto quando attacco e difesa giocano partite come quella di domenica.

Pubblicità

Dak Prescott
26/35 – 404 yard – 4 TD – 1 INT

Una partita dominata per tutti e quattro i quarti quella dei Cowboys contro i GIants, con la franchigia di Dallas che torna così alla vittoria dopo la sconfitta contro gli Eagles; a caricarsi il peso dell’attacco sulle spalle è Dak Prescott, che chiude con oltre 400 yard lanciate su 26 completi, e con la sola macchia dell’INT lanciato nel primo tempo a rovinare una partita pressoché perfetta. Il QB dei Cowboys pesca ben sette ricevitori diversi, tre dei quali chiudono con almeno 70 yard ricevute, e con CeeDee Lamb e Brandin Cooks che chiudono con rispettivamente 151 e 173 yard ricevute, con due TD ricevuti complessivamente dei 4 lanciati da Prescott nel corso della partita, con il miglior TD della partita che viene però ricevuto da Gallup, con la ricezione da 41 yard che vale il TD del 35-7.

Justin Herbert
27/40 – 323 yard – 4 TD – 1 INT

Una delle partite più divertenti ed emozionanti del weekend è stata sicuramente quella fra Chargers e Lions, con i tifosi che non si sono sicuramente annoiati grazie anche agli oltre settanta punti segnati dalle due squadre; ad avere la meglio sono stati i Detroit Lions, che si portano così ad un record di 7-2 e si candidano sempre di più a sorpresa di questa stagione NFL. Nonostante la sconfitta però, uno dei migliori giocatori della partita è stato sicuramente Justin Herbert. Il QB dei Chargers lancia sì un INT, che non viene però sfruttato da Detroit nonostante l’ottima posizione di campo, ma chiude la partita con 4 TD pass lanciati, rispondendo colpo su colpo all’attacco di Detroit, con la migliore azione della sua partita che è sicuramente il 4th&1 giocato con meno di 4′ rimasti sul cronometro, con Herbert che pesca Allen per il TD del momentaneo pareggio dei Chargers.

Il peggiore di giornata
Trevor Lawrence
17/29 – 185 yard – 0 TD – 2 INT – 5 sack – 1 Fumble

Si decidono entrambi nella partita fra SF e JAX i premi di migliore e peggiore di giornata, con la prestazione di Trevor Lawrence da peggiore della settimana che fa da contraltare a quella di Purdy come migliore della settimana; i Jaguars trovano così la sconfitta dopo cinque W consecutive, con il QB ex Clemson che finisce sul banco degli imputati a causa della brutta prestazione. Lawrence chiude la sua partita non riuscendo a segnare TD, subendo costantemente la pressione avversaria che lo porta a subire cinque sack e soprattutto un fumble, che in aggiunta ai due INT lanciati dal QB dei Jaguars non permettono a JAX di riuscire a riportarsi mai in partita, subendo così la sconfitta casalinga.

Josh Allen
15/26 – 177 yard – 1 TD – 2 INT – 1 Fumble

L’upset di giornata è arrivato nel MNF giocato a Buffalo, con i Bills che inaspettatamente, sono caduti al cospetto dei Denver Broncos di Russell Wilson, con il field goal della vittoria di DEN prima sbagliato, e poi ricalciato dai Broncos a causa di una penalità difensiva per dodici uomini in campo per i Bills; Buffalo però era ampiamente favorita e con il vantaggio di giocare in casa, quindi la sconfitta era difficilmente pronosticabile, ma è arrivata soprattutto a causa di una prestazione non convincente di Josh Allen. Il QB ex Wyoming chiude con un rapporto turnover : td di 3:1, con due INT lanciati ed un fumble perso, e già questo aiuterebbe a spiegare la sconfitta dei Bills, con Allen che inoltre non riesce a raggiungere le 200 yard lanciate, condannando così Buffalo ad una inaspettata sconfitta, che lascia molti dubbi sul reale valore dei Bills, chiamati a rispondere già nelle prossime settimane.

Mac Jones
15/20 – 170 yard – 0 TD – 1 INT – 5 sack

Mac Jones, nonostante i reiterati tentativi del CS dei Patriots, ed una completa fiducia da parte di Bill Belichick, si sta trasformando sempre di più in un bust per New England, ed anche questa settimana finisce fra i peggiori del nostro QB Time.
Non basta nemmeno il palcoscenico di Francoforte e la presenza del nostro direttore Giovanni Ganci a risollevare Mac Jones, che incappa in un’altra brutta prestazione contro i Colts, chiudendo per al quarta volta in stagione senza TD lanciati, subendo invece cinque sack e lanciando invece un INT sanguinoso sulla goal line vanificando un ottimo drive che avrebbe potuto portare in vantaggio i Patriots con poco più di 4′ rimasti sul cronometro.

Merchandising Merchandising

Luca Belli

Tifoso "Die Hard" dei Green Bay Packers. Cresciuto nel momento d'oro di Favre e Rodgers, e fiero discepolo della new wave green&gold "All you need is Love". Abituato a vincere poco con la fede calcistica, essendo tifoso della Fiorentina, ha trovato nei Packs la sua svolta, e nei Guelfi Firenze la sua fede in campo italiano. Aspetta con ansia il terzo anello personale, che sia "viola" o "G&G". Go Packs Go!

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Huddle Magazine si sostiene con gli annunci pubblicitari visualizzati sul sito. Disabilita Ad Block (o suo equivalente) per aiutarci :-)

Ovviamente non sei obbligato a farlo, chiudi pure questo messaggio e continua la lettura.