Un regalo per Patrick Mahomes (Kansas City Chiefs vs Jacksonville Jaguars 17-9)

Ieri, diciassette settembre, era il compleanno di Patrick Mahomes che, per festeggiare, ha deciso di regalare e regalarsi una vittoria sui Jacksonville Jaguars (Mahomes compie ventotto anni per la cronaca).

Il regalo non è stato assolutamente facile da conquistare però, Pat e i Chiefs si sono dovuti sudare questa vittoria che è arrivata sicuramente grazie ad un ottimo lavoro del già citato Mahomes ma soprattutto grazie ad un ottimo lavoro della linea difensiva capitanata dal neo rinnovato Chris Jones.

I campioni in carica tornano quindi alla vittoria dopo la sconfitta in week 1 contro i Lions, una prova che mostra ancora alcune lacune in fase offensiva da parte di Kansas ma comunque nel complesso accettabile visto l’ ostico avversario. Il tanto criticato attacco dei Chiefs risponde solo in parte alle critiche ricevute in week 1: Toney ha il 100% di ricezioni ma solo per 35 yard, Kelce tornato dall’infortunio colleziona solamente 26 yard però con un touchdown, Moore migliore dei ricevitori con 70 yard di ricezione e 1 TD, Pacheco guida in solitaria il reparto corse con 70 yard. Insomma sembra essere tornato il metodo d’ attacco Chiefs, tante yard lanciate ma con una moltitudine di ricevitori diversi, difatti Mahomes ha ottenuto 305 yard lanciate macchiate però dal secondo intercetto subito in questa stagione.
Nota negativa di questo attacco è sicuramente l’offensive line che oltre ad essere molto fragile è molto fallosa (12 penalità per 94 yard perse); il tackle Taylor è riuscito nell’impresa di collezionare ben quattro penalità ad esempio.

Pubblicità

Per quanto riguarda i padroni di casa, sicuramente non arrivavano favoriti ma comunque pensare alla vittoria non era così impensabile (anche se i Jags non vincono contro i Chiefs dal lontano 2009). Il problema però è che tutti i dubbi che avevamo dopo la partita di week 1 contro i Colts si sono rivelati corretti, i Jaguars sono una squadra discontinua all’interno della partita. A deludere però non è stata la difesa come ci si poteva aspettare, anzi finchè è riuscita a portare pressione a Mahomes ha permesso ai Jaguars di restare in partita, ma è stato l’attacco guidato da Trevor Lawrence.

Per carità, statistiche alla mano l’attacco di Jacksonville non sembra manco aver fatto così male: Lawrence 216 yard lanciate, Kirk 110 yard ricevute, Ridley 32 yard ricevute ed Etienne 40 yard corse. Il problema quindi sta nel fatto che Jacksonville ha enormi difficoltà a chiudere i terzi down ma soprattutto a finalizzare in prossimità della endzone, i punti segnati infatti sono tutti derivati da field goal. Sicuramente la linea difensiva dei Chiefs non è una delle più facili da affrontare ma l’imprecisione di Lawrence è costata la vittoria ai Jaguars.

La partita è stata a punteggio basso ma ciò non vuol dire che sia stata priva di emozioni, tutt’altro: l’avvio della partita è sicuramente lento vista l’inconsistenza dei due attacchi che ha portato a vari punt, all’apertura del secondo quarto però assistiamo a ben tre fumble (due ai danni dei Chiefs e uno ai danni dei Jaguars) che portano prima in vantaggio i Jaguars di tre dopo numerosi drive e ad un intercetto al touchdown dei Chiefs successivamente. Il primo tempo si concluderà con un field goal da parte dei Jaguars che porterà la partita sul 7 a 6. Il secondo tempo si apre con due splendide giocate di Pacheco e Watson che portano i Chiefs al touchdown finale di Kelce, i Jaguars provano a restare in partita con un calcio all’ inizio del quarto quarto ma il successivo calcio dei Chiefs chiude la partita e la porta sul risultato finale di 17 a 9.

In conclusione, i Chiefs oltre a festeggiare il loro fenomenale quarterback mostrano piccoli segnali di ripresa e iniziano a macinare yard con il loro classico gioco; il prossimo match sarà contro i Bears (0-2 dopo la sconfitta contro i Buccaneers) un avversario quindi battile che potrà aiutare ulteriormente a trovare lucidità alla fresca vincitrice del Super Bowl. Dall’altra parte i Jaguars escono da questa partita con più dubbi che certezze e sicuramente la prossima partita contro i Texans (anche essi 0-2 come i Bears) potrà aiutare a chiarirli.

The Playbook Vol. IV - Guida tattica alla NFL 2023
The Playbook 2023
Merchandising Merchandising

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Huddle Magazine si sostiene con gli annunci pubblicitari visualizzati sul sito. Disabilita Ad Block (o suo equivalente) per aiutarci :-)

Ovviamente non sei obbligato a farlo, chiudi pure questo messaggio e continua la lettura.