NCAA Bowl 2022 preview – 5° parte

Inizia la stagione dei Bowl NCAA (qui il calendario completo) e come tradizione pubblicheremo preview e review delle partite accorpandole visto l’alto numero in programma 🙂 Oggi è il turno del preview dei Bowl in programma il 27 dicembre. Le partite trasmesse da ESPN o ABC sono visibili su ESPN Player.

CAMELLIA BOWL

Match: Georgia Southern Eagles (6-6) – Buffalo Bulls (6-6)

Luogo: Cromton Bowl, Montgomery, Alabama

Pubblicità

Data e ora: martedì 27 dicembre, ore 17.00 (italiane)

TV: ESPN

Preview: (Per storia e curiosità consigliamo di leggere QUI). Bel concentrato di stravaganza per questo Camellia Bowl, che vede contrapposte due squadre in uscita da stagione non più che discrete, rispetto alle aspettative.

Georgia Southern è uscita quest’anno da un lungo periodo di option offense che negli ultimi anni sembrava essere diventata stantia: dire che siano passati al “futuro” con Clay Helton è osare troppo, ma il ritmo a cui hanno cominciato a giocare è cambiato drasticamente, tanto da averli portati a segnare una media di oltre 33 punti a partita. Il problema è che aumentando il ritmo aumentano anche i possessi difensivi e, se la profondità del roster è limitata si tende a concedere molto nella seconda metà di partita, specialmente sul terreno: 240 rushing yard concesse a gara sono un enormità e hanno contribuito a fare degli Eagles la 112esima scoring defense della nazione. Non benissimo.

Buffalo alla seconda stagione di Maurice Linguist come allenatore stenta ancora a tornare ai fasti dell’epoca Leipold: la stagione è cominciata male con uno 0-3 poco preventivabile, cui sono seguite 5 vittorie consecutive a cui, a loro volta, sono seguite 3 brutte sconfitte di fila, che hanno rimosso le buone sensazioni che il mese di ottobre aveva dato ai Bulls. L’accesso al bowl è arrivato grazie ad una risicatissima vittoria in week 13 contro la dimenticabile Akron.

In fin dei conti: non è per certo il bowl che si preannuncia il più spettacolare dell’anno, ma spesso sono proprio queste partite in offseason a regalare molte emozioni.

FIRST RESPONDER BOWL

Match: Memphis Tigers (6-6) – Utah State Aggies (6-6)

Luogo: Gerald J. Ford Stadium, University Park, Texas

Data e ora: martedì 27 dicembre, ore 21.15 (italiane)

Pubblicità

TV: ESPN

Preview: (Per storia e curiosità consigliamo di leggere QUI). Altro match tra squadre di G5 con il record minimo per un bowl, quindi “vedi sopra” per le attese. È preventivabile una partita a punteggio elevato, vista la grande permeabilità delle due difese e, in una partita di questo tipo, il maggior talento offensivo dei Tigers potrebbe prevalere.

La squadra di coach Ryan Silverfield sta vivendo delle stagioni di flessione dopo aver viaggiato sulle ali dell’era Mike Norvell: mancano quei talenti à la Antonio Gibson o Kenneth Gainwell che rendano questo attacco davvero spaventoso anche per difese più attrezzate, mentre la difesa vive sempre di quegli alti e bassi già visti sotto Norvell.

Utah State è una squadra assai pragmatica, riesce a cavare il meglio dal poco talento che il recruiting le propone ma, dopo la stagione scorsa fatta di ottimi risultati – e un trofeo di conference – era lecito aspettarsi qualcosina di più da questi Aggies, specialmente in attacco, dove sembrano letteralmente vincolati alla capacità di creare palla in mano dei due playmaker Calvin Tyler Jr e Brian Cobbs.

BIRMINGHAM BOWL

Match: Coastal Carolina Chantecleers (9-3) – East Carolina Pirates (7-5)

Luogo: Protective Stadium, Birmingham, Alabama

Data e ora: mercoledì 28 dicembre, ore 00.45 (italiane)

TV: ESPN

Preview: (Per storia e curiosità consigliamo di leggere QUI). Sfida tra squadre delle due Caroline che però si affrontano solo per la… prima volta! Nonostante il record peggiore è probabile che sarà East Carolina ad essere la squadra favorita: i Pirates sono stati più continui durante la stagione e arrivano meglio a questo bowl rispetto ad una Coastal Carolina che ha perso l’allenatore – direzione Liberty – e che ha un Grayson McCall a metà servizio e altre importanti defezioni, specialmente in attacco.

Il tracollo degli Chantecleers sul finale di stagione è strettamente correlato alle condizioni fisiche del proprio QB, che è stato costretto alla sideline per un infortunio al piede, e che è sembrato l’unico in grado di rendere efficace l’attacco option di coach Jamie Chadwell, assai particolare.

Pubblicità

East Carolina, dall’altro lato, avrà a disposizione tutte le sue stelle: dal RB superstar Keaton Mitchell – in uscita da una stagione regolare da 1325 yard e 25 TD – al duo di WR composto da Isaiah Winstead e C.J. Johnson – combinati per 1946 yard e 12 TD.

 GUARANTEED RATE BOWL

Match: Wisconsin Badgers (6-6) – Oklahoma State Cowboys (7-5)

Luogo: Chase Field, Phoenix, Arizona

Data e ora: mercoledì 28 dicembre, ore 4.15 (italiane)

TV: ESPN

Preview: Nessuna delle due squadre ad inizio stagione si sarebbe augurata di concludere la stessa giocando il non prestigiosissimo Guaranteed Rate Bowl, eppure si ritrovano qui, seppur con cammini diversi.

La stagione di Wisconsin è partita in quarta. Avete mai provato a partire in quarta? Ecco. Cambio di allenatore dopo 3 settimane, con l’inserimento del defensive coordinatore Jim Leonhard come allenatore ad interim – il quale allenerà per l’ultima volta proprio in questo bowl, prima di cedere il posto a Luke Fickell. Da lì in poi, con la stagione già da considerarsi conclusa prima di iniziare, i Badgers hanno letteralmente vivacchiato, arrivando al record di 6-6 grazie alla scarsa competitività della West Division della B1G, nella quale, nonostante tutto, hanno pure avuto un’occasione di vincerla. L’esperimento Leonhard evidentemente non ha convinto, tanto che, appunto, la direzione atletica dell’università ha deciso di investire per strappare ai Bearcats l’allenatore che li ha portati quasi sul tetto della nazione nel 2021.

Dall’altra parte una squadra forse ancor più deludente: il 7-5 con il quale si è conclusa la stagione dei Cowboys non è catastrofico – anche se ad inizio anno forse almeno 8 o 9 vittorie se le auguravano a Stillwater – di catastrofico c’è stato l’andamento della stessa: 6 vittorie e 1 sconfitta – peraltro al secondo overtime contro TCU che, come si è scoperto dopo, così male non era – nelle prime 7 settimane, seguite da un fragoroso tracollo di risultati nella seconda metà di stagione: 4 brutte sconfitte e un’unica vittoria, risicata, contro la assai dimenticabile Iowa State (squadra col record di 1-8 nella BigXII). L’infortunio del QB Spencer Sanders è sicuramente uno dei motivi della differenza di risultati, ma non può essere l’unico.

Sapendo di non aver propriamente stimolato l’interesse verso questa partita, chiudiamo la preview con una nota positiva: quando queste squadre giocano una partita senza troppe pressioni, che però è una partita che può dare un sapore diverso alla stagione, è frequente che ne scaturisca un match godibile.

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio