La TOP 10 di Week 12 NFL

Siamo già arrivati a week 12 e la fine della regular season è ormai sempre più vicina. Ripercorriamo insieme nella nostra top 10 il meglio ed il peggio visto in questo weekend in cui sorprese non sono di certo mancante.

  1. Russell Wilson: ne incolpiamo uno a titolo d’esempio per tutti, ma è chiaro che per quanto l’ex Seahawks possa essere un problema in casa Denver, ai Broncos è più di qualcosa a non funzionare e non solo il nuovo quarterback. Rimane che purtroppo la presentazione in pompa magna per l’ex vincitore di un anello e le sue dichiarazioni si stanno spesso rivolgendosi contro. Burns non esita a schernirlo dopo un sack, il compagno di squadra Purcell pensa bene di sfogargli addosso tutta la sua frustrazione in diretta televisiva.

  1. Segni d’auto sul campo dei Browns: un buontempone ha pensato bene di entrare all’interno dello stadio lunedi notte e di viaggiare sul campo lasciando i segni del proprio passaggio. Assurdo come sia riuscito ad entrare e soprattutto, per il momento, farla franca.

  1. Washington Commanders: incredibile come in quel di Washington non riescano ad azzeccarne una quando si parla di Sean Taylor. La grandissima safety morta in una sparatoria merita rispetto e quando era stata annunciata la lavorazione di una statua in suo onore sembra che finalmente gli sarebbe stato reso giustizia dopo le prese in giro della sua introduzione nella ring of fame dei Redskins. La statua si è rivelata essere un manichino…

  1. La puzzola: che vi fosse qualcosa che puzzasse in questi Browns lo pensavamo tutti da un po’, forse abbiamo capito da cosa dipende quando giocano in casa…

  1. Jaxson De Ville: non si può dire che la mascotte dei Jaguars non abbia preso tutti i bei vizi della Florida…

  1. I 12 di Seahawks: la condotta è rivedibile però bisogna apprezzare il sostegno che il proprio team da ad una bella giocata difensiva. Il 12esimo uomo non erano i tifosi?

  1. Sean McVay: rimanere sulla sideline dopo una tranvata del genere non è da tutti. Animale!

  1. Ameer Abdullah: il giocatore dei Raiders deve aver guardato un po’ troppo Karate Kid o Cobra Kai. Nel dubbio invidio il suo atletismo.

Pubblicità
  1. Josh Jacobs: i Raiders ci hanno preso gusto nel vincere in overtime e con big play. Questa domenica è stato il turno di Jacobs che con una corsa eterna entra in endzone regalando la vittoria ai propri compagni e tifosi e il secondo posto nella TOP 10.

  1. David Njoku: catch clamorosa oltre che fatta in un momento fondamentale della partita. Catch dell’anno?

Eugenio Casadei

Appassionato di calcio (Bologna) e trekking, segue il football assiduamente dal momento in cui vide giocare Peyton Manning con la maglia orange di Denver, divenire tifoso Broncos una naturale conseguenza. Scrive la rubrica settimanale "Indiscrezioni di mercato NFL" in offseason e la "Top Ten" in regular season con grande divertimento e passione.

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio