Il Rookie Watch di week 12 NFL

Cari lettori di Huddle Magazine ci stiamo avvicinando sempre di più verso il momento più atteso della stagione NLF, quei playoff che serviranno da apri pista al grande finale del Super Bowl LVII a Glendale, Arizona, e con il passare delle partite arrivano sempre più giudizi su squadre e giocatori, e si fanno notare sempre di più i rookie NFL, protagonisti del nostro Rookie Watch, la rubrica di Huddle in cui ogni settimana analizzeremo la crescita e le prestazioni di tre giocatori al primo anno in NFL. Questa settimana è un Rookie Watch tutto votato all’attacco, con due nuovi protagonisti, Jelany Woods, TE, ed una delle poche note positive di questa stagione dei Colts,  e Rachaad White, RB dei Tampa Bay Buccaneers, accompagnati da un giocatore già visto su queste pagine che però domenica ha segnato ben due TD, Garrett Wilson dei NY Jets.

Jelany Woods, Indianapolis Colts
8 rec – 98 yard

La stagione dei Colts è ad un passo dall’essere definitivamente finita, ma domenica fra le file della franchigia di Indianapolis si è fatto notare un giocatore su cui probabilmente il front-office dei Colts potrà contare nel prossimo futuro; parliamo di Jelany Woods, TE chiamato nel corso del 3° round dell’ultimo draft NFL che contro gli Steelers ha giocato la sua miglior partita stagionale, sfiorando le 100 yard su ricezione, con 98 yard totali in 8 ricezioni.
Woods è stato spesso al margine dell’attacco di Indianapolis, ed arrivava alla partita del Thanksgiving day con appena sette ricezioni per 91 yard in stagione; contro Pittsburgh ha totalizzato però più ricezioni e yard guadagnate rispetto a quanto fatto finora, dimostrando di essere spesso l’uomo di “fiducia” per Matt Ryan, che si è affidato a lui in cinque occasioni per conquistare un primo down. A Woods è mancato solo il TD contro gli Steelers, ma se le sue prestazioni continueranno ad essere come quella vista giovedì, siamo sicuri che i Colts, e Matt Ryan, si affideranno sempre di più al giovane WR proveniente da Virginia University.

https://twitter.com/nerlens_/status/1597704494347096065?s=61&t=fjRaN5XYY1FDJHKu5PmNrg

Pubblicità

Rachaad White, Tampa Bay Buccaneers
109 total yard – 64 run yard – 45 rec yard

I Buccaneers, nonostante un record negativo al momento che vede la franchigia della Florida con 5 W e 6 L, sono al primo posto in NFC South; a brillare, in una stagione sicuramente non al livello delle aspettative prestagionali, è soprattutto Rachaad White, RB classe ’99 chiamato confla 91° pick nel corso dell’ultimo draft NFL. Domenica White ha chiuso con 109 yard in totale conquistate, ed ancora una volta ha dimostrato tutte le sue qualità sia nel gioco su corsa, con 14 portate per 64 yard, che fuori dal backfield, ricevendo 9 pass per 45 yard di guadagno, dimostrandosi spesso l’arma fondamentale nell’attacco guidato da Tom Brady per tentare di scardinare la difesa dei Browns, che sono però riusciti a trovare la vittoria all’overtime.
I Bucs potrebbero approfittare di una situazione a dir poco particolare in NFC South, dove tutte le squadre hanno attualmente un record negativo, per qualificarsi ai playoff, e potrebbero avere in Rachaad White una delle possibili armi a sorpresa nel loro percorso ai PO.

https://twitter.com/bucshitcrazy/status/1597641108150161408?s=61&t=fjRaN5XYY1FDJHKu5PmNrg

Garrett Wilson, New York Jets
5 rec – 95 yard – 2 TD

Fino a questa settimana nessun rookie NFL era stato mai “nominato” per due volte nel nostro Rookie Watch ma la prestazione di Wilson contro Chicago lo porta a tornare sulle nostre pagine; il WR dei Jets ha chiuso la sua partita con 5 ricezioni per 95 yard, segnando due TD e trascinando, insieme al suo QB Mike White, i Jets alla settima vittoria stagionale, difficilmente pronosticabile prima dell’inizio della regular season NFL. Wilson sembrava essersi “momentaneamente” perso nelle ultime settimane, non riuscendo a trovare TD, soffrendo forse, anche lui come gran parte dei Jets, le prestazioni dell’attacco guidato da Zach Wilson e, alla prima occasione utile, con Mike White under the center, il WR ex Ohio State ha dato dimostrazione di tutte le sue capacità, come in occasione del suo primo TD di domenica.

https://twitter.com/nflrookiewatxh/status/1596931126337376257?s=61&t=fjRaN5XYY1FDJHKu5PmNrg

Luca Belli

Nonostante la giovane età, tifoso "Die Hard" dei Green Bay Packers. Cresciuto nel momento d'oro di Favre e Rodgers. Abituato a vincere poco con la fede calcistica, essendo tifoso della Fiorentina, ha trovato nei Packs la sua svolta. Aspetta con ansia il secondo anello personale. Go Packs Go!

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio