Vittoria “inutile” (Dallas Cowboys vs New York Giants 19-23)

Al MetLife Stadium di New York domenica è andata in scena quella che si è poi rilevata l’ultima partita stagionale di Cowboys e Giants, con la squadra di Dallas che aveva perso ogni possibilità di andare ai playoff ottenendo la sconfitta contro New York, che ha invece visto infrangersi i sogni di un accesso alla post-season quando gli Eagles hanno perso contro Washington in un Sunday Night Football pieno di polemiche per le discutibili scelte del coaching staff di Philadelphia.
 
La partita per i Giants era iniziata nel migliore dei modi possibili, con Jones che riceve lo snap, si gira e affida il pallone nelle mani di Sterling Shepard, che si improvvisa RB e trova il primo TD della partita dopo una corsa da 23 yard; che la partita non promette bene per Dallas si capisce invece quando Dalton ed il suo attacco non concretizzano un big play difensivo, arrivato grazie al fumble recuperato da Awuzie, accontentandosi del field goal.
A segnare prima dell’intervallo sono invece i Giants, che trovano ben due TD, il primo nuovamente con Shepard, questa volta con una ricezione da 10 yard, ed il secondo grazie al passaggio sul profondo da 33 yard di Daniel Jones per Dante Pettis, che manda le squadre negli spogliatoi sul 20-9 per NY.
Tornati dall’halftime ed è nuovamente la difesa di Dallas a trovare il big play, intercettando Daniel Jones e dando così all’attacco dei Cowboys un’altra possibiltà di trovare il primo TD della loro partita , ed è Ezekiel Elliott a segnare il TD del 20-16 che riapre la partita. Il successivo field goal di Zuerlein, il quarto della partita, porta il punteggio sul 19-20 ma è un altro field goal, quello di Gano, K dei NY Giants e l’intercetto della difesa dei Giants su Andy Dalton a chiudere la partita sul 23-20, eliminando i Cowboys dalla corsa ai playoff.
La vittoria dei Giants permette invece alla squadra di NY di qualificarsi ai playoff con una sconfitta di Washington, ma la franchigia della capitale non stecca e vincendo nel Sunday Night con gli Eagles si qualifica ai playoff come vincitrice della NFC East.
 
La prima stagione di Mike McCarthy a Dallas si conclude come le ultime stagioni trascorse in Wisconsin con i Packers per l’head coach di Dallas, con la sua squadra eliminata dalla corsa ai playoff; a discolpa dei Cowboys si può dire che l’infortunio di Dak Prescott ha pesato molto, e la sua presenza under the center avrebbe portato probabilmente ad un risultato diverso.
L’off-season dei Cowboys sarà sicuramente lunga, con molte cose da sistemare e soprattutto un Ezekiel Elliott da ritrovare dopo una stagione così e così e sicuramente non al livello delle aspettative per il giovane RB; si dovrà vedere anche quando e come tornerà Dak dall’infortunio, con il front office che deve decidere se continuare ad affidarsi eventualmente ad Andy Dalton oppure provare strade alternative, con una offseason che si preannuncia movimentata per i QB, con molti grandi nomi che potrebbero cambiare casacca.
La competizione in NFC East l’anno prossimo potrebbe essere molto più tosta, con gli Eagles che sembrano aver trovato il QB titolare in Jalen Hurts e Washington che invece ha dei playoff da giocarsi ed una off-season per decidere a chi affidare le redini della squadra in futuro.
 
I Giants finiscono nuovamente la stagione senza playoff, con la vittoria di Washington che condanna la squadra di NY ad un’altra post-season da spettatori e con il coaching staff che dovrà prendere importanti decisioni a qui a settembre: può Daniel Jones essere il QB titolare dei Giants anche la prossima stagione? In caso contrario, ripartire con un altro giovane oppure affidarsi ad uno dei tanti veterani a giro per la lega, con molti QB che soffrono momentaneamente di malumore o che si ritroveranno free agents a fine stagione.
Il ritorno di Saquon Barkley sarà sicuramente ottimo per i tifosi dei Giants, ma il discorso è lo stesso fatto per Prescott: quando e come tornerà il giovane RB dall’infortunio? La palla adesso passa nelle mani del front office dei Giants, che dovrà provare ad arrivare a settembre con una squadra pronta a conquistarsi i playoff.
Merchandising Merchandising

Luca Belli

Nonostante la giovane età, tifoso "Die Hard" dei Green Bay Packers. Cresciuto nel momento d'oro di Favre e Rodgers. Abituato a vincere poco con la fede calcistica, essendo tifoso della Fiorentina, ha trovato nei Packs la sua svolta. Aspetta con ansia il secondo anello personale. Go Packs Go!

Articoli collegati

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Huddle Magazine si sostiene con gli annunci pubblicitari visualizzati sul sito. Disabilita Ad Block (o suo equivalente) per aiutarci :-)

Ovviamente non sei obbligato a farlo, chiudi pure questo messaggio e continua la lettura.