La XFL chiude per sempre

Dopo la AAF salutiamo anche la XFL. Non perchè non abbia avuto successo, anzi… Purtroppo, però, la sospensione della stagione dopo averne giocata esattamente metà è costata decisamente troppo alla lega di McMahon.

In una call conference convocata oggi, come riporta il giornalista di ESPN FIeld Yatescome riporta il giornalista di ESPN FIeld Yates la lega ha annunciato la sospensione delle operazioni (qualcuno dice che il termine usato non sia “suspension” ma “shut down”) e non si è minimamente accennato ad una eventuale ripartenza la prossima stagione, per cui bisogna desumere il peggio.

Tutti gli impiegati verranno pagati fino a domenica, poi saranno lasciati a casa, ed anche questo non fa ben sperare in una ripresa nel 2021. Ricordiamo che la XFL ha garantito il salario a tutti i giocatori fino alla fine della stagione, e forse, pur se si tratta di un bel gesto nei confronti di atleti che non guadagnavano certo una fortuna, è stata proprio questa decisione a far precipitare le finanze della XFL, assieme al mancato introito di metà dei diritti televisivi, delle revenue dagli stadi e dal merchandising che, in questi ultimi giorni, era stato oggetto di una vasta campagna di svendita attraverso tutti i canali possibili ed immaginabili.

Pubblicità

Massimo Foglio

Segue il football dal 1980 e non pensa nemmeno lontanamente a smettere di farlo. Che sia giocato, guardato, parlato o raccontato poco importa: non c'è mai abbastanza football per soddisfare la sua sete. Se poi parliamo di storia e statistiche, possiamo fare nottata. Siete avvertiti.

Articoli collegati

Pulsante per tornare all'inizio