La Strada verso il Draft: Marshon Lattimore

Età: 21 – Ruolo: Cornerback – College: Ohio State
Classe: Sophomore – Altezza: 6’0 (1.83 m) – Peso: 192 (87 kg)

La nomea di cornerback più forte della classe, negli ultimi anni, non sempre ha portato bene ai giocatori gravati da tal peso. Marshon Lattimore è l’ultimo di un lungo elenco di atleti che si presentano al draft forti di questa investitura, ma nel percorso del talentuoso cornerback da Ohio State c’è qualche ombra.

La sua carriera collegiale è di buonissimo livello, ma essenzialmente basata su un solo anno di gioco reale in cui ha intercettato 4 palloni e deflettato 13 passaggi, emergendo come uno dei giocatori più incisivi della difesa dei Buckeyes. Il pregio maggiore di Lattimore è la velocità. Si accoppia benissimo anche con i ricevitori più rapidi ed esegue una marcatura stretta. Non ha problemi se perde un passo, perché riesce sempre a recuperare il suo uomo. Ha ancora molto spazio per aumentare la sua massa muscolare, mentalmente è sempre sul pezzo e non disdegna un po’ di trash talking. Sa di essere forte e non ha problemi nel farlo presente al suo avversario.  È un playmaker, sulla palla è sempre in grado di compiere una giocata e, se riesce a catturarla, è un pericoloso ritornatore.

Pubblicità

Il grosso problema che riguarda Lattimore è una limitata esperienza di gioco. Ha dei problemi cronici ai tendini delle ginocchia che si porta dietro dalla high school e che lo hanno costretto a vedere molto football dalla sideline. Fisicamente è un po’ leggero, viene soverchiato fisicamente da ricevitori più grossi e, in run defense, anche da running back possenti. Deve molto migliorare il lavoro spalle alla palla e tende a commettere troppe penalità quando perde la concentrazione. Ha bisogno di passare ancora molto tempo in sala video perché abbocca facilmente alle finte degli avversari.

Lattimore ha un talento esagerato e con il giusto allenamento tecnico può diventare uno dei cornerback più forti della lega. Deve essere inserito gradualmente all’interno di un sistema difensivo e, soprattutto, ha bisogno di giocare quanti più snap possibili e guadagnare esperienza. Il talento per emergere come starter nei prossimi anni è indubbiamente presente, bisogna solo aspettarlo.

Il suo nome ruota prepotentemente intorno alle prime cinque-dieci posizioni del draft. Per Lattimore vale un po’ lo stesso discorso fatto per Jamal Adams. Data la non eccelsa classe di quarterback, i primi team che sceglieranno preferiranno accaparrarsi un playmaker in difesa che possa guidare il reparto per anni.

San Francisco, Chicago e Tennessee sono tutte franchigie che hanno bisogno di potenziare la secondaria. Sicuramente i Titans hanno un vuoto pesante da colmare e Lattimore sarebbe il cornerback giusto per potenziare il reparto. Dovesse uscire dalla top five ci sono i Chargers molto interessati. Una coppia formata da Jason Verrett e Lattimore è un ottimo biglietto da visita per Los Angeles, ma soprattutto un pass per un futuro radioso.

[ad id=”29259″]

Gabriele Balzarotti

Appassionato di USA e sport americani fin dall'adolescenza, le leggendarie imprese di Ray Lewis hanno reso la mia anima black and purple. Mente dietro alla "Strada verso il Draft", fucina di schede sui giovani talenti che arrivano in NFL, e conduttore di Podcast verso il Draft.

Articoli collegati

Pulsante per tornare all'inizio