Luna Francesca goes to Atlanta – Le sorprese continuano

Luna Francesca Stefanelli è alle prese con un’avventura incredibile: giocare pro-football negli Stati Uniti nelle Atlanta Steam Atlanta Phoenix della Women’s Football Alliance. Sulle pagine di Huddle Magazine potremo seguire la sua stupenda esperienza (i racconti precedenti)

E’ da po’ che non scrivo sulla rubrica dedicata, ma non per cattiva volontà, ma solo perché si stava costruendo una nuova realtà che volevo si consolidasse prima di divulgarla.

Ho divorziato consensualmente dalle Steam, dirò poco di quell’esperienza perché comunque non verrà annoverata nei miei ricordi piacevoli. Dall’Italia avevo avuto tutt’altra impressione, ma la mediaticità a volte confonde, e ci ero cascata anch’io. Arrivata in quel mondo ho compreso che era totalmente avulso da me, non giocavo nel mio ruolo, facevo un ruolo assegnatomi che non mi apparteneva e non avevo voglia di farlo, ma nonostante questo ho continuato per un mese a provarci.
Non c’è stato feeling, ma neanche un po’ e così io e le Steam ci siamo separati.

Pubblicità

luna francesca phoenixIl giorno dopo stesso mi sono presentata alle Atlanta Phoenix, squadra con la quale ero in contatto da settembre, e dopo regolare tryout, il giorno dopo ero a roster, per il mio ruolo finalmente,  e mi alleno anche in altri due. Quindi tight end, WR e punter.
Squadra bellissima, compatta, solida, con un passato di tre campionati di conferenza vinti e che quest’anno rincorre il National Championship. Cosa chiedere di più? Nulla.

Personale competente e fantastico, dai coaches tutti alla proprietà e al management, compagne straordinarie che sin dal primo istante mi hanno supportata e aiutata nonostante sapessero che alcuni ruoli andavo a rubarli, ma in una squadra si pensa alla squadra, perché tutte si giochi o no, ne sono parte, e se il meglio per la squadra è cedere il posto a qualcuno che può far meglio di te e contribuire maggiormente ad una vittoria ben venga.

Questo è ciò che io chiamo squadra, senza invidie, senza cattiverie ne presunzioni di nessun genere. Abbiamo un roster competitivo e forte, e ci incamminiamo all’inizio campionato, che sarà l’11 aprile in Kentucky, con una marcia in più, la certezza che stiamo dando il meglio ognuna con le sue possibilità e caratteristiche.

Che dire ancora? Down… set… hike… e vediamo che succede… a presto.

phoenix schedule

9 Commenti

Pulsante per tornare all'inizio