La Strada verso il Draft: Alvin “Bud” Dupre

Ruolo: Outside Linebacker/Defensive End – College: Kentucky – Classe: Senior
Età: 22 – Altezza: 6’4 (1.95 m) – Peso: 267 (121 kg)

strada draft provvisorioAlvin Dupree si presenta al Draft dopo una solida carriera collegiale a Kentucky finita con 24 sack dove ha sempre giocato con continuità sin dall’anno da Freshman divenendo probabilmente il più forte giocatore difensivo del team. Quest’anno ha collezionato 7.5 sack ma soprattutto 12.5 tackle for loss, dati che diventano ancora più importanti considerando che ha giocato nella SEC affrontando pure giocatori che verranno scelti molto in alto in questo Draft.

Ha iniziato la carriera come OLB ma con l’arrivo di Stoops ha iniziato a giocare più frequentemente come DE ma le cose migliori le ha fatte vedere nel suo ruolo originale. Sicuramente parliamo di uno dei giocatori più atletici del Draft, veloce, esplosivo, agile e forte. Doti che potrebbero permettergli pure di essere usato in copertura a zona o sui TE in certi snap. Il meglio di se ovviamente lo da in pass rush, riuscendo a portare pressione in maniera costante e continua. Allo snap è eccezionale grazie ad un primo passo fenomenale e a una grande reattività che gli permettono di battere l’avversario nell’uno contro uno, sia aggirandolo che passandogli all’interno senza problemi avvalendosi pure di una buona tecnica. Una volta passato è velocissimo a portarsi sul QB non concedendogli spazio di manovra portandosi a casa il sack. Intangibles invidiabili dato che è dotato di un gran motore, grinta, giocando sempre in maniera intelligente.

Pubblicità

Alvin DupreeIl grande dubbio su di lui sarà il ruolo. E’ il classico Tweener che potrebbe fare il sia il DE da 4-3 che l’OLB da 3-4. Fisicamente è adatto per fare gli entrambi ruoli ma il meglio lo ha fatto vedere dalla “2-point stance”, probabilmente per fare il DE a tempo pieno dovrà lavorare molto.
In pass rush dovrà ampliare il suo arsenale di movimenti, utilizza poco swim o spin move, e pure la bull rush non la utilizza con costanza, affidandosi più alla sua esplosività e velocità.
Sulle corse è praticamente nullo, riesce a costruire la giocata soprattutto su corse sull’esterno, la dimostrazione sono i molti tackle for loss, ma non è assolutamente un difensore costante. Non lavora bene con il footwork e con le mani contro il bloccatore e tende a posizionarsi male oppure direttamente a farsi portare fuori dalla giocata venendo annullato.
Il placcaggio non è eccezionale, fatica a prendere il giusto angolo e chiudere il movimento, non a caso forza molti miss-tackle.

Dupree è un prospetto che difficilmente potrà avere un grande impatto su tutti i down sin dal suo esordio. Al momento dovrà svilupparsi molto contro le corse e soprattutto dipenderà anche dal contesto in cui finirà dato che è un giocatore che non ha ancora un ruolo ben definito. L’upside è comunque notevole e i team saranno molto interessati da questo e difficilmente non sarà scelto nelle prime 32 posizioni, molto dipenderà anche dal suo percorso pre Draft ma difficilmente lo vedremo nel day 2.

Un team come Arizona potrebbe prendere in considerazione Dupree che quest’anno ha patito a volte il fatto di non avere un pass-rusher eccezionale da doppia cifra di Sack ed il fit in una 3-4 potrebbe essere ideale. Pure Dallas che è alla ricerca di depth e talento in DL potrebbe sfruttare Dupree e farlo crescere da Marinelli, uno che con i lineman difensivi ci sa fare.

https://www.youtube.com/watch?v=TlAayCoZrR8

Luca Domenighini

24 anni, amante dello sport a stelle e strisce. Appassionato fino al midollo di football, sia quello NFL che quello NCAA. Tifoso dei Denver Broncos da una calda mattina di Agosto di metà anni 2000 quando ESPN Classic ripropose il primo Super Bowl di Elway. Tifo sfegatato per i Duke Blue Devils, sì esiste una squadra di football a Durham.

Articoli collegati

11 Commenti

Pulsante per tornare all'inizio