[NFL] Parola all’Insider: Cleveland Browns – Sean De Stefano

Nuovo appuntamento della nostra rubrica “Parola all’Insider”. Oggi si parla dei Cleveland Browns, franchigia che ha fatto molto discutere negli ultimi anni date alcune loro scelte molto controverse. Con noi c’è Sean De Stefano, 27 anni, LB dei Lugano Lakers, laureato in storia presso la Statale di Milano e ora venditore di auto presso la Tricar SA.

Inizio col chiederti perchè hai deciso di tifare per la franchigia dell’Ohio?
eyeshield
Prima di tutto volevo ringraziarti per la possibilità di far conoscere meglio i Cleveland Browns.
Seguivo il football americano già da un po grazie al manga giapponese Eyeshield 21 e ai diversi film su questo sport. anche se all’inizio seguivo particolarmente il livello NCAA, mentre per la NFL davo solo un’occhiata sporadica ai risultati. Le cause che hanno causato questo mio amore per la franchigia di Ohio sono state principalmente 2. Le scene finali di The Express e la gloriosa annata di Peyton Hills. Amore che si è poi consolidato quando mi sono sempre più informato della storia di questa gloriosa franchigia.

Cleveland nelle ultime stagioni ha rappresentato l’antitesi della stabilità. L’ultima azione in ordine cronologico è stata quella di cambiare GM all’improvviso, assumendo Ray Farmer al posto di Michael Lombardi. Credi che finalmente si possa trovare continuità con un progetto ben saldo oppure si navigherà ancora a vista?
Sinceramente non saprei.  Son rimasto sorpreso da questo cambiamento, Lombardi non aveva fatto brutte cose, però si vede che ha pagato la stagione deludente dei free agent da lui presi. Spero che ora con Farmer e Pettine si possa avere un po’ di continuità e stabilità. Purtroppo conoscendo la storia degli ultimi anni di Cleveland non ne sarei fiducioso

Pubblicità

Come non parlare di Manziel. I commenti su di lui si sprecano e di qualsiasi tipo. Secondo me tecnicamente non è pronto e ho pure qualche dubbio che possa diventare un top del ruolo. Hoyer pare parta con i favori del pronostico ma non sarebbe sorprendente un avvicendamento a stagione in corso. Come vedi la situazione?
Johnny Manziel Cleveland Browns
Manziel è il classico giocatore che ami o odi, non ci sono vie di mezzo. Io l’ho amato fin dal primo giorno che ha giocato con Texas. Al draft mi hanno fatto penare, ma alla 23ima scelta credo di aver svegliato tutto il vicinato dalla gioia.
Condivido la tua opinione che  Manziel non sia ancora pronto come starter, però sul campo lavora sodo anche se ha una vita notturna abbastanza movimentata, cosa che scatena tutti i commenti negativi nei suoi confronti. Bisogna inoltre ricordare che è un vincente  e che uno che fino all’ultimo lotta. Potrebbe ricordare un po’ Tebow anche se con maggior talento e maggior possibilità di sfondare e diventare un grande Qb.
Sicuramente non credo farà la stessa fine di Griffin come dicono molti per tre motivi:
1° Rispetto ai Redskins i Browns hanno una delle migliori OL della lega.
2° Non deve partire titolare e dimostare tutto da subito
3° Shanahan non ripeterà gli stessi errori commessi con Griffin.

Altro protagonista dell’offseason è stato Josh Gordon. E’ stato arrestato due volte in offseason per DUI ed al momento aspetta durata della squalifica. La conseguenza sarà un reparto WR poco talentuoso con qualche incognita, Miles Austin per esempio. Quale credi sarà il futuro dell’ex Baylor? E gli attuali WR possono essere in grado di essere target affidabili?
Di Gordon non saprei che dire. Credo che il ragazzo abbia dei seri problemi e non debba essere abbandonato a se stesso, rischiando che finisca in un vortice a senso unico stile Blackmon.
Purtroppo quest’anno non avremmo un WR in grado di fare grandi cose, però abbiamo uno dei migliori TE della lega Cameron che avrà voglia di fare bene perchè ha il contratto in scadenza e abbiamo preso diversi WR solidi con Austin e Hawkins in grado di fare delle belle cose e far avanzare la catena. Inoltre rispetto all’anno prossimo avremmo finalmente un ottimo running game,

Lo scorso anno con Horton si sono viste cose interessanti a livello difensivo. Io noto, correggimi se sbaglio, un fronte 3 non eccezionale. Phil Taylor dovrebbe essere il NT però a livello di DE mi pare manchi qualcosa. Un altro punto di domanda è l’ILB affiancato a Dansby, chi potrebbe emergere? Barkevius Mingo diventerà una star per te?
Karlos Dansby Browns
Phil Taylor è una bestia, in grado di gestire il doppio blocco in maniera impressionante. Dobbiamo ricordare che Desmont Bryant ha avuto dei problemi respiratori e che è stato costretto a saltare buona parte della stagione. Quest’anno mi aspetto il gran salto di qualità da Rubin e Wynn, anche se quest’ultimo si è leggermente infortunato recentemente.
Quasi sicuramente comincerà Robertson, anche se l’anno scorso sul passing game ha deluso profondamente. Spero che Kirksey cresca in fretta per sostituirlo nel modo più veloce possibile
Mingo ha tutte le possibilità di diventare uno dei migliori del suo ruolo, bisogna però aspettare che riesca a passare da DE, come giocava ad LSU, a OLB. Inoltre bisogna anche dire che davanti ha avuto Sheard, che si sta rivelando il migliore nel suo ruolo, e Kruger che dopo una stagione abbastanza opaca avrà una gran voglia di riscatto.

Le secondarie rischiano di essere qualcosa di eccezionale. Haden, Gilbert, W-Hitner, Gipson e Skrine formano un gran reparto, tra i migliori della lega. In tal senso si è lavorato bene via Draft. Cosa credi si possa migliorare ulteriormente in questo reparto?
Credo che l’anello debole sia Gipson, il quale ha grossi margini di miglioramento sulla copertura dei TE e sul placaggio.  Hitner forse è leggermente inferiore a Ward, ma non abbiamo perso molto nello scambio. Credo che sarà una bellissima secondaria se Gilbert impara in fretta da Haden, uno dei migliori CB della lega secondo me.

Concludiamo la nostra chiaccherata chiedendoti cosa una previsione per la stagione e in che posizione vedi i Browns in division.
La AFC north è una division molti difficile con squadre sempre molto forti, le quali però ora sono tutte in ricostruzione quindi credo che tutte le squadre se la giocano alla pari per il titolo., inoltre una schedule non impossibile ci potrebbe far riuscire a raggiungere i playoff.

Ringrazio Sean per la piacevole chiaccherata e per il tempo concesso, augurandogli di avere una grande carriera come LB. L’appuntamento è per la prossima uscita su Huddle Magazine!

————

Se qualcuno volesse essere protagonista di una intervista sulla sua squadra, può contattarmi tramite i metodi Facebook e Twitter che trovate nel riquadro “About the Autor” sotto.

Pubblicità

Luca Domenighini

24 anni, amante dello sport a stelle e strisce. Appassionato fino al midollo di football, sia quello NFL che quello NCAA. Tifoso dei Denver Broncos da una calda mattina di Agosto di metà anni 2000 quando ESPN Classic ripropose il primo Super Bowl di Elway. Tifo sfegatato per i Duke Blue Devils, sì esiste una squadra di football a Durham.

Articoli collegati

3 Commenti

Pulsante per tornare all'inizio