Guida completa ai Bowl NCAA

ncaaEccoci finalmente davanti alle partite piu’ attese del college football, i famosi Bowl che si disputano principalmente durante le vacanza natalizie, il cui quadro e’ stato reso definitivo dall’ultima partita di settimana scorsa, nella quale la vittoria di Navy su Army ha negato a quest’ultima l’ultimo posto disponibile.
A partire da questo sabato dunque, inizieranno i bowl di postseason, saranno ben 34 quest’anno e sono in previsione di diventare 36 l’anno prossimo, un vero e proprio eccesso, che a nostro parere sminuisce un po’ l’importanza di queste partite, ed infatti non tutte saranno meritevoli di attenzione.
Noi di Huddle, nel nostro piccolo, vogliamo darvi una specie di miniguida ai Bowl piu’ importanti (oltre ai pronostici della redazione) che secondo noi vale la pena seguire e, come lo scorso anno, ci permettiamo di segnalarvi quindici incontri assolutamente da non perdere con una breve analisi ed ovviamente il nostro pronostico, indicando tra parentesi il record delle squadre in regular season e, dove presente, il ranking BCS per quella squadra.

15) Holiday Bowl – 30/12/2009 alle 8 PM: Arizona (8-4) vs (22) Nebraska (9-4)
Si affrontano due squadre che hanno ottenuto una solidissima stagione, Arizona e’ stata in lizza per il titolo della Pac 10 a meta’ stagione, salvo perdere qualche colpo nel finale, mentre Nebraska e’ stata veramente ad un passo dal vincere la Big 12 con un clamoroso upset ai danni dei Longhorns.
Non e’ il primo dei Bowl interessanti in ordine cronologico, ma a nostro avviso sta a fondo classifica se confrontato con gli altri.
Tenendo conto del finale di stagione, daremmo per favoriti i Nebraska Cornhuskers.

14) Liberty Bowl – 2/1/2010 alle 5.30 PM: East Carolina (9-4) vs. Arkansas (7-5)
Le protagoniste di questa partita sono due compagini minori, East Carolina che ha una vittoria su Houston come migliore risultato stagionale ed Arkansas che e’ stata capace di rendere la vita dura a molte avversarie della SEC, chiedere informazioni a Florida ed LSU che ancora si ricordano le faticose vittorie per 3 striminziti punti ottenute contro i Razorbacks, i quali a nostro parere sono i netti favoriti di questo incontro.

Pubblicità

13) Poinsettia Bowl – 23/12/2009 alle 8 PM : (23) Utah (9-3) vs. Cal (8-4)
Tono minore quest’anno per il Poinsettia, visto che le protagoniste dello scorso anno sono state promosse al Fiesta Bowl, di fronte avremo quindi la rivelazione dello scorso anno, Utah, contro California, una sicurezza nella Pac 10 con la vittoria su Stanford come migliore risultato in stagione. Difficile qua fare un previsione, la partita ci sembra sulla carta molto equilibrata, ma vista la stagione leggermente sottotono degli Utes, propenderemmo nel dare ai Golden Bears i favori del pronostico.

12) Texas Bowl – 31/12/2009 alle 3.30 PM: Missouri (8-4) vs. Navy (9-4)
Il Texas Bowl e’ un’altra partita non eccezionale, ma sicuramente una spanna sopra molti altri Bowl che lo precedono, si trovano di fronte i Missouri Tigers reduci da una stagione discreta dove pero’ hanno sistematicamente fallito tutte le occasioni contro squadre classificate nelle quali sono sempre tornati a casa con una cocente sconfitta, ed i Navy Midshipmen i quali sono invece reduci da una stagione forse superiore alle proprie attese, iniziata con una sconfitta contro Ohio State dove hanno reso molto difficile la vita ai Buckeyes, stagione che poi e’ culminata con una bella vittoria contro Notre Dame, e sporcata forse da un paio di sconfitte evitabili contro Temple ed Hawaii che hanno un po’ ridimensionato le aspettative dei cadetti della marina, i quali pero’ vista la qualita’ della loro squadra, non possono che essere considerati i netti favoriti di questo incontro.

11) Meineke Bowl – 26/12/2009 alle 4.30 PM: North Carolina  (8-4) vs. (17) Pittsburgh (9-3)
Questa e’ una partita di interesse non elevato, ma nemmeno da trascurare, sono di fronte da una parte UNC reduce da una stagione da giudicare probabilmente mediocre nella ACC ma che e’ riuscita ad avere un record complessivo in positivo grazie alle partite extraconference, e che ha come migliori risultati stagionali due vittorie contro Virginia Tech  e Miami, e dall’altra parte ci sono i Pittsburgh Panthers, che arrivano da una eccellente stagione in Big East che si e’ fermata ad un passo da una grande vittoria contro Cincinnati che gli avrebbe valso il titolo di conference ed un viaggio ad un BCS Bowl.
Quella sconfitta all’ultimo secondo li costringe ad accontentarsi del Meineke Bowl contro un’avversaria che definiremmo decisamente abbordabile, quindi nel nostro consueto pronostico diamo i Panthers per favoriti di questo incontro.


10) Emerald Bowl – 26/12/2009 alle 8.30 PM: Boston College (8-4) vs. USC (8-4)
Uno scontro tra grandi deluse, Boston College ha ottenuto una stagione in tono leggermente minore rispetto al passato, con uniche vittorie di rilievo contro Central Michigan e Florida State, mentre USC dopo il suo solito inizio brillante e’ andata sempre piu’ clamorosamente in calando, perdendo ben 4 partite su 9 giocate in Pac 10 e finendo fuori dal ranking nazionale per la prima volta in 8 anni.
Sicuramente la delusione e’ forte per i Trojans, ma non si puo’ non considerarli favoriti per questo incontro dove cercheranno di vincere con convinzione, per concludere in modo decente questa travagliata stagione.

9) Sun Bowl – 31/12/2009 alle 2 PM: (21) Stanford (8-4) vs. Oklahoma (7-5)
Questa a nostro avviso e’ una partita decisamente interessante, Stanford ha fatto una gran bella stagione, e non ci si faccia ingannare dalle 4 sconfitte che ha nel record, perche’ vanno decisamente pesate mettendo dall’altra parte della bilancia due belle vittorie contro Oregon e USC, che erano numero 11 e 7 del ranking al momento del loro scontro diretto. Contro di loro, gli Oklahoma Sooners, decisamente reduci da una stagione negativa, sicuramente funestata dall’infortunio occorso al loro QB, Bradford che ne ha segnato negativamente tutto l’andamento stagionale ed al quale occorre aggiungere al conto le due sconfitte decisamente brutte contro Miami e Texas Tech.
Per via di queste considerazioni, non possiamo che ritenere Stanford, la favorita di questo Bowl.

8) Las Vegas Bowl – 22/12/2009 alle 8 PM: (18) Oregon State (8-4) vs. (14) BYU (10-2)
Questo e’ il quarto Bowl dei 34 previsti ad andare in scena, ed e’ anche il primo che vede di fronte due avversarie classificate. Si scontrano da una parte gli Oregon State Beavers, reduci da una bellissima stagione in Pac 10 nella quale hanno sfiorato la vittoria finale, sfuggita loro solo nell’ultima partita stagionale persa contro gli arcirivali di Oregon, dopo che avevano recuperato posizioni con 4 vittorie di fila, e dall’altra parte Brigham Young, la famosa universita’ dei mormoni, che ha ottenuto una grandissima stagione in Mountain West con una sola dolorosa sconfitta subita contro l’imbattuta TCU, che non ne sminuisce pero’ il valore complessivo.
Questa ovviamente  e’ la primissima partita avvincente di questa postaseason tra quelle che si disputano prima del giorno di Natale, e’ veramente difficile sulla carta dare un pronostico, sarebbe quasi come azzeccare un terno al lotto, ma, avendo visto giocare in stagione solo i Beavers, e non avendo altri riscontri per BYU pronostichiamo quindi Oregon State come vincitori a sorpresa.

7) Cotton Bowl – 2/1/2010 alle 2 PM: (19) Oklahoma State (9-3) vs. Ole Miss. (8-4)
Un tempo considerato uno dei Bowl piu’ prestigiosi, il Cotton Bowl ha perso un po’ del suo fascino dall’avvento del BCS che lo ha escluso dai Bowls piu’ importanti, e, per la prima volta nella sua storia, si sposta dalla sua sede storica dove e’ stato giocato per oltre 70 anni, per andare a trasferirsi nel nuovo megastadio dei Dallas Cowboys e, per l’occasione ci offre uno dei migliori matchup a nostra disposizione tra quelli presenti, ad esclusione ovviamente dei BCS Bowls.
Di fronte abbiamo quindi i Cowboys di Oklahoma State ed i Rebels di Ole Miss, che arrivano entrambi da una stagione molto positiva, visto anche la durezza delle conferences in cui devono giocare, i primi con ottimi risultati, appannati pero’ da due pesanti sconfitte contro Texas e soprattutto contro i Sooners nella partita conclusiva della regular season, dove non hanno segnato nemmeno un punto, ed i secondi invece che hanno compiuto una stagione altalenante, sfociata pero’ nella bella vittoria da sfavoriti ottenuta contro LSU.
Proprio per via delle grandi differenze nel modo in cui queste due squadre hanno concluso le loro fatiche di regular season, daremmo per favorita Ole Miss.

6) Orange Bowl – 5/1/2010 alle 8 PM: (10) Iowa (10-2) vs. (9) Georgia Tech (11-2)
Eccoci al primo dei BCS Bowls che segnaliamo, da molti analisti considerato di gran lunga inferiore agli altri quattro, ed in effetti anche noi di Huddle saremmo allineati su questa posizione perche’ le due contendenti arrivano da una stagione da una parte buona, ma dall’altra con qualche ombra di troppo.
Iniziando dagli Iowa Hawkeyes che hanno sempre vissuto sul filo del rasoio in questa stagione, imbattuti per 10 partite, durante le quali spesso si sono trovati sotto nel punteggio e costretti a rimonte all’ultimo secondo, nelle ultime 3 partite hanno invece subito 3 sconfitte, ridimensionando un po il proprio valore, mentre le Yellow Jackets di Georgia Tech sono i campioni della ACC, che pero’ quest’anno si e’ rivelata una conference relativamente deludente e debole, e quindi il loro record e’ da soppesare bene se messo a confronto ad altre avversarie impegnate in questa postseason.
Il pronostico e’ abbastanza ostico, il calo di rendimento di Iowa ci fa pensare che probabilmente le energie, soprattutto quelle mentali, se ne siano ormai andate, quindi per questa ragione vediamo leggermente favorita Georgia Tech.


5) Capital One Bowl – 1/1/2010 alle 1 PM: (13) Penn State (10-2) vs. (12) LSU (9-3)
A nostro avviso, questo e’ il piu’ interessante dei Bowls non-BCS, si disputa alle 19 italiane e quindi rappresenta un gran bell’antipasto nella giornata da Capodanno, visto che sara’ seguito da Rose e Sugar Bowl. Ma veniamo alle due contendenti, che sono forse da considerare come due squadre che hanno avuto le maggiori delusioni in stagione, se si fa riferimento ad aspirazioni di titolo nazionale.
Da una parte abbiamo Penn State, che ha fatto una buona stagione, anche se forse i Nittany Lions ad inizio anno si aspettavano di concorrere alla vittoria finale, ma la sconfitta casalinga contro Iowa ha fortemente ridimensionato le aspettative, e la seconda sconfitta contro i  Buckeyes ha definitivamente compromesso il loro ranking facendoli finire fuori dai Bowls piu’ prestigiosi, ma nonostante questo, Penn State, guidata dal solito invincibile Joe Paterno, ha ottenuto l’invito al Capital One e ne sara’ sicuramente all’altezza.
Dall’altra parte forse la maggiore delusione stagionale tra le Big Six Conferences, gli LSU Tigers, che da una parte possiamo giustificare, visto che sono costretti a giocare contro Florida e Alabama, tutte e tre squadre di SEC, pero’, la sconfitta contro Ole Miss in uno degli upset piu’ clamorosi di quella giornata, ne ha decisamente ridimensionato il valore, e la vittoria per soli 3 punti contro Arkansas nel season finale, non ne ha certo migliorato l’immagine.
Insomma, si tratta del classico scontro tra due ottime compagini alle quali e’ mancato quel pizzico di forza e di fortuna in piu’ per ottenere una stagione prestigiosa, ma visti i valori in campo, ci sentiremmo di esprimere un pronostico a favore dei ragazzi di JoePa.

4) Rose Bowl – 1/1/2010 alle 5 PM: (8) Ohio State (10-2) vs. (7) Oregon (10-2)
Il Rose Bowl e’ da sempre il piu’ storico e prestigioso degli incontri di Capodanno, vede come tradizione impegnate le campioni di Big Ten e Pac Ten per l’occasione al loro completo, visto che nessuna delle due e’ eleggibile per la finale nazionale e quindi il Rose Bowl non si ritrova mutilato come e’ avvenuto recentemente.
Per entrambe le squadre possiamo dire che il loro arrivo a Pasadena avviene a seguito di una stagione con grandi alti e bassi, i Buckeyes sono usciti quasi subito dalla contention per il titolo nazionale a seguito della sconfitta casalinga contro USC alla seconda giornata, per poi precipitare letteralmente nel baratro dopo un clamoroso upset subito ad opera di Purdue a meta’ stagione.
Ma da questa partita in avanti Ohio State non ha piu’ sbagliato un colpo e con due pesanti vittorie di fila contro Penn State e Iowa sono riusciti brillantemente a risalire la china, vincendo la Big Ten a pari merito con le due squadre precedentemente menzionate, pero’ per via degli scontri diretti si sono aggiudicati il posto al Rose Bowl.
Pur sulla stessa falsariga, la stagione di Oregon e’ stata ancora piu’ travagliata: messi subito in ginocchio alla prima giornata dove hanno subito una grossa sconfitta a Boise contro i Broncos, hanno poi iniziato a risalire la china ed ad un certo punto sembravano i netti favoriti per la vittoria della Pac 10, visto il momento decisamente negativo dei Trojans, ed invece, quando meno se lo aspettavano i Ducks sono andati a Stanford per uscirne con le ossa rotte, sconfitti per 47-20 e con i sogni di gloria svaniti in un amen. La loro determinazione ed una serie di risultati concomitanti a loro favorevoli, gli ha permesso di rimanere in corsa fino ad arrivare alla sfida dell’ultima giornata contro Oregon State e, vincendola di misura sono riusciti a riscattare la sconfitta di Stanford aggiudicandosi il titolo della Pac 10.
Mai come quest’anno quindi il Rose Bowl sembra aperto ad ogni possibilita’, non nascondiamo una simpatia per i Ducks ed il loro QB paisa’, Jeremiah Masoli vero e proprio trascinatore della squadra, pero’ non possiamo ignorare le maggiore esperienza di OSU in questa partita, pertanto ci sembra corretto considerare i Buckeyes come i favoriti seppure di stretta misura.

3) Sugar Bowl – 1/1/2010 alle 8 PM: (3) Cincinnati (12-0) vs. (5) Florida (12-1)
Se il Capital One e’ l’antipasto ed il Rose ed il pranzo, ovviamente il Sugar rappresenta il cenone di Capodanno e quest’anno si tratta di un cenone veramente speciale.
Difficile presentare in maniera univoca questa partita, perche’ in un certo senso si puo’ dire che si incontrano due squadre deluse dalla propria stagione, dato che i Bearcats pur avendo vinto la Big East, si sono ritrovati al numero 3 del ranking BCS senza avere subito nessuna sconfitta in stagione regolare e solo i sondaggi, che rappresentano una delle componenti fondamentali del BCS, li hanno esclusi dalla finale nazionale, preferendogli i Longhorns, cosa che ovviamente non e’ andata giu’ ai loro sostenitori.
Questo non toglie che la stagione di Cincinnati e’ stata una delle migliori dell’intera storia di questa universita’ caratterizzata da un dominio quasi assoluto, messo in discussione solamente da West Virginia, ma soprattutto da Pittsburgh in quella bellissima ultima partita di regular season dove i Bearcats ed i Panthers si sono affrontati a viso aperto e, che solo la tenacia di Cincinnati assieme al provvidenziale briciolo di fortuna ha permesso loro di conquistare, al termine di 60 splendidi minuti di football.
Gli avversari di Cincinnati in questo incontro sono i campioni nazionali uscenti, ovvero quei Florida Gators che  per tutta la stagione hanno dominato incontrastati la SEC e contemporaneamente tutti i rankings NCAA, guidati dal loro QB, Tim Tebow, considerato ormai quasi un semidio dai suoi tifosi, che pero’ hanno visto la loro marcia trionfale arrestarsi proprio all’ultimo momento, sconfitti dai Crimson Tide nella finale della SEC, in una maniera secca e netta.
Nessuna recriminazione sarebbe possibile per i Gators, evidentemente dopo tante partite senza sconfitte, la pressioni psicologiche e la indubbia grandezza di Alabama si sono rivelate impossibili da superare.
Ecco perche’ possiamo considerarlo un incontro tra grandi deluse, la prima che si vede sfumare il titolo nazionale per motivi non agonistici ma meramente arbitrari e la seconda che vede sfumare il sogno dei due titoli nazionali consecutivi quando ormai erano ad un passo dallo showdown finale.
Per via di queste considerazioni ci si trova di fronte ad un dilemma: sara’ piu’ forte la voglia di Cincinnati di dimostrare alla nazione che erano meritevoli della finale nazionale, o sara’ piu’ forte il desiderio dei Gators di chiudere in bellezza l’era Tebow con un Bowl prestigioso in bacheca?
Come si suol dire: “ai posteri l’ardua sentenza”, noi contemporanei, ci limitiamo a dare il favore del pronostico ai Cincinnati Bearcats, ma se dovessimo fare un paragone col nostrano totocalcio, sarebbe la classica partita da “1-2”, per la semplice ragione che la X, nel football americano, in periodo di bowls, e’ un avvenimento impossibile.

Pubblicità

2) Fiesta Bowl – 4/1/2010 alle 8 PM: (6) Boise State (13-0) vs. (4) TCU (12-0)
Eccoci forse a quello che, a parte la finale nazionale, e’ l’incontro piu’ atteso, le due squadre rivelazione della stagione, ovvero due squadre imbattute ed appartenenti a conference minori, che hanno ottenuto un invito per il Fiesta Bowl, dove, siamo sicuri, daranno vita ad uno spettacolo di alto livello.
Entrambe le squadre pero’ sono deluse dal fatto di essere state messe una di fronte all’altra, senza dare loro la possibilita’ di affrontare una rivale maggiore, dopo un’intera stagione passata a triturare avversari ed a sentirsi dire, domenica dopo domenica, che la loro imbattibilita’ era dovuta al fatto di giocare la maggior parte delle partite contro gli avversari della propria conference, relativamente deboli rispetto alle avversarie approntate da altre compagini, avrebbero certamente desiderato incontrare una squadre piu’ blasonata, per smentire queste affermazioni.
Superata questa delusione pero’ entrambe dovranno dare il massimo per fare vedere di essere all’altezza delle aspettative, soprattutto Boise State che ha, come unica vittoria di rilievo, quella ottenuta contro Oregon nell’opener stagionale, tutte le altre 12 vittorie sono arrivate in modo relativamente semplice con nessun incontro degno di essere ricordato, essenzialmente per via della pochezza degli avversari incontrati.
Discorso identico va fatto per TCU, autentica dominatrice della stagione in Mountain West, con vittorie di spicco contro BYU e Utah che fanno essenzialmente la differenza in ranking tra loro e Boise State, oltre al fatto che gli Horned Frogs hanno letteralmente asfaltato la maggiore parte delle avversarie incontrate in regular season con l’eccezione di Air Force che si e’ arresa a loro per soli 3 punti.
Con delle premesse simili, impossibile fare un pronostico basato su dato oggettivi, si deve andare per forza a sensazione, e secondo noi, Boise State sara’ in grado di fare il bis del Fiesta Bowl del 2007, quando shockarono la nazione con una incredibile vittoria contro i Sooners.
Pertanto, diamo per vincenti i Broncos dopo una partita sicuramente spettacolare.

1) BCS National Championship – 7/1/2010 alle 8 PM: (2) Texas (13-0) vs. (1) Alabama (13-0)
Ed eccoci finalmente a quella che, giocoforza, e’ la partita piu’ attesa della postseason.
Nella splendida cornice del Rose Bowl di Pasadena, i campioni della SEC, gli Alabama Crimson Tide, affrontano i campioni della Big 12, i Texas Longhorns.
Entrambe le squadre imbattute sono in stagione, entrambe con serie prospettive di vittoria, arrivano a questo scontro finale, da percorsi letteralmente opposti.
Gli Alabama Crimson Tide sono reduci da una stagione di alti e bassi, un inizio non esaltante all’opener contro Virginia Tech, delle ottime prove durante il resto della stagione, due grossi rischi corsi contro Tennessee ed Auburn e poi, la splendida vittoria ad Atlanta nella finale della SEC dove hanno letteralmente surclassato i favoritissimi Gators grazie anche ad una eccellente prestazione della loro stella, il RB sophomore Mark Ingram che ha mostrato un autentico potenziale da NFL e che sara’ ben lieto di ripeterlo davanti all’intera nazione in questa partita.
Ulteriore motivo di orgoglio sara’ la recente nomina di ben sei componenti della squadra, per l’All America Team, per quello che rappresenta il migliore risultato nell’intera storia di questa scuola, quindi non si puo’ certo mettere in dubbio l’incredibile forza ed energia con la quale i Crimson Tide arrivano a giocarsi il titolo nazionale.
I Texas Longhorns invece arrivano a questo incontro, con il percorso opposto, pur essendo imbattuti e pur non avendo incontrato ostacoli particolarmente ostici in regular season, complice ancher un’incredibile declino della Big 12 in questa stagione, si sono trovati con le spalle al muro proprio nell’ultimo incontro disputato, ovvero il Championship Game della Big 12, giocato contro Nebraska.
Ormai abbiamo gia’ parlato di quegli ultimi secondi di autentico dramma giocati in quella partita, e del FG a tempo scaduto che ha regalato la qualificazione alla finale nazionale per Texas, pero’ al tempo stesso quella partita getta una forte ombra sia sulla effettiva forza dei Longhorns sia, in parte, alimenta le polemiche dei sostenitori di Cincinnati e TCU che si ritengono defraudati della finale nazionale.
Infatti, mentre nessuno mette in dubbio la legittimita’ della presenza dei Crimson Tide, molte sono le polemiche tra gli addetti ai lavori su chi e’ veramente la numero due della nazione con il diritto di giocare questa partita, ma i freddi dati dei pollster ed i computer ranking del BCS si sono espressi a favore dei Longhorns, ed ai critici, ma soprattutto ai tifosi delle squadre in questione, non resta altro che mandare giu’ questo boccone amaro.
Cio’ non ci impedisce pero’ di prendere seriamente in considerazione questo argomento quando ci si chiede di fare un pronostico, ed in effetti in parte ci sentiamo di condividere queste perplessita’, ci spingeremmo addirittura a preferire una finale nazionale con TCU in campo, ma a parte questo, non possiamo che prendere atto, che sulla carta Alabama ci sembra essere di gran lunga favorita e ai Longhorns spettera’ compiere un grande sforzo tattico e fisico per ribaltare le sorti di questo incontro.
Con questo abbiamo concluso la nostra lunga presentazione dei Bowls piu’ interessanti, ricordandovi che ce ne sono altri 19 in gioco, vi rimandiamo ai calendari ufficiali che potete trovare in rete, qualora vogliate seguirli veramente tutti.
Se invece vi volete accontentare dei nostri consigli, non ci resta che ringraziarvi della preferenza che ci avete accordato seguendo le nostre analisi in questa stagione e augurarvi, oltre ad un Buon Natale ed un felice 2010, anche delle splendide feste natalizie in compagnia del football NCAA.

Gabriele Garoldi

Appassionato di Sport USA, baseball e football in particolare, fin dai lontani anni '80, con tifo sfegatato per i nativi americani.

Articoli collegati

Pulsante per tornare all'inizio