Seconda giornata NCAA, Trojans a fatica

Seconda settimana di campionato nel college football, dedicata ancora in prevalenza alle sfide tra conference.
Parliamo subito della partita della settimana, ovvero la sfida tra USC ed Ohio State, una partita che dava sulla carta decisamente favoriti i Trojans, che hanno invece faticato non poco per portare a casa la vittoria, merito di una ottima Ohio State che fino all’ultimo e’ rimasta in vantaggio, soccombendo solo per il TD finale di Johnson, poi convertito con trasformazione da 2 punti per il 18-15 finale.
Questo risultato permette ad USC di mantenere il terzo posto del ranking nazionale, dietro alle solite Florida e Texas che anche questa settimana hanno passeggiato contro le relative avversarie, decisamente non in grado di impensierirle, le prime difficolta’ le dovranno affrontare nelle prossime settimane quando inizieranno le sfida all’interno della propria conference.
La sconfitta per Ohio State ne provoca il crollo al numero 11 del ranking, e le poche speranze di titolo nazionale che avevano ad inizio stagione, si riducono a zero.
Proseguendo nel ranking, troviamo la numero 4 Alabama e le numero 5 a pari merito, Mississippi e Penn State, tutte reduci da solide vittorie, ma anch’esse attese a prove piu’ difficili nelle prossime settimane, visto che sia la SEC che la Big Ten stanno per iniziare le partite all’interno della conference.
Interessante anche notare il cammino in due conference minori, di BYU nella Mountain West e della solita Boise State nella Western Athletic, entrambe imbattute, ed entrambe candidate a proseguire la stagione senza sconfitte, vista la poca solidita’ degli avversari che incontreranno in stagione.
Se cosi dovesse essere, a nostro parere sara’ una di queste due squadre a giocare uno dei BCS Bowl nel mese di Gennaio, ovviamente non sara’ quello per il titolo nazionale, perche’ abbiamo ormai visto che essere imbattuti in una conference relativamente debole, non ti permette di avere una possibilita’ di titolo nazionale.
Concludiamo l’analisi di questa settimana con una nota di merito per i Michigan Wolverines, caduti in disgrazia l’anno scorso e reduci da due belle vittorie in apertura di stagione, in particolar modo l’ottima partita appena giocata contro Notre Dame, vinta per 38-34 che fa di essa la migliore partita giocata in questo weekend, a nostro parere, e che vale il ritorno dei Wolverines al numero 25 del ranking nazionale.
Nel prossimo weekend, ci sono i primi incontri tra squadre della stessa conference, e non vediamo scontri avvincenti da segnalarvi, consigliamo comunque di sintonizzarvi su Espn America (chi puo’, ovviamente) e gustarvi i Florida Gators di Tim Tebow impegnati in casa contro Tennessee per la SEC e la classica tra Texas e Texas Tech per la Big 12.

Pubblicità

Gabriele Garoldi

Appassionato di Sport USA, baseball e football in particolare, fin dai lontani anni '80, con tifo sfegatato per i nativi americani.

Articoli collegati

Pulsante per tornare all'inizio