XFL: preview di week 3

Tra le quattro partite in programma nel terzo weekend della XFL una è tra due squadre senza vittoria e una tra due che non hanno ancora perso. Vi ricordiamo che le partite possono essere viste in diretta e on demand su ESPNPlayer.

Seattle Sea Dragons (0-2) @ Vegas Vipers (0-2) – Domenica 5, ore 1.00

A Las Vegas si annuncia una sfida drammatica tra due squadre ancora alla ricerca della prima vittoria e finora abbastanza al di sotto delle aspettative. I Vipers, dopo la sconfitta di misura subita ad Arlington, sono incappati, all’esordio casalingo, in una partita disastrosa giocata sotto una pioggia battente che non ha certamente favorito il gioco aereo che i Vipers e il loro QB Luis Perez prediligono. E proprio Perez, un QB che l’anno scorso aveva ottenuto una medi a intorno al 70% di passaggi completi, sabato sera é stato sostituito da Brett Hundley dopo un mortificante 1 su 5 con guadagno netto zero. Nonostante la serataccia di sabato, però, Perez vanta in totale 249 yard, tutte conquistate nella prima partita.

Di fronte si troverà un’altra squadra che predilige il passing game, tanto che il suo QB, Ben DiNucci, nonostante le due sconfitte, é tuttora il QB primo della lega per yard guadagnate su passaggio, 478 e un bel 65,1% di passaggi completati. Ai successi di DiNucci come passatore hanno contribuito in modo determinante il WR n°3 Jahcour Pearson con 173 yard in 16 ricezioni e il veterano Josh Gordon con 107 yard in sole 7 ricezioni.

Pubblicità

Allora, con due tra i registi migliori della lega, se il tempo sarà clemente, dobbiamo aspettarci un duello a suon di passaggi, dove però bisognerà stare attenti a non commettere gli errori che sono costati le sconfitte. Sì, perché i due attacchi così prolifici, si sono distinti negativamente per il numero di turnover collezionati tra intercetti e fumble: quattro i Vipers e addirittura sei i Sea Dragons. Quindi anche in questa partita potrebbero essere protagoniste le difese, e qui i Vipers presentano due DL che si sono fatti notare: il n°23 Maximilian Roberts, un signore che ha già al suo attivo due fumble forzati agli avversari e potrebbe essere ancora determinante contro un attacco che di fumble ne ha gia commessi quattro, e il n°97 LaRon Stokes, autore di 2 sack e 4 tackle for loss.

Una partita dall’esito tutt’altro che scontato e che promette di essere divertente nonostante la classifica delle due contendenti.

St Louis Battlehawks (2-0) @ Washington Defenders (2-0) – Domenica 5, ore 19.00

Dopo la partita tra le ultime, il primo scontro tra due squadre imbattute con in palio la leadership della North Division. Le caratteristiche delle due formazioni sono molto differenti. L’offense dei Defenders é più orientata al gioco a terra che a quello aereo. Dopo due partite i giochi di corsa sono stati 75 contro 44 tentativi di passaggio e le yard guadagnate su corsa sono state 313 contro le 186 guadagnate con il gioco aereo. St Louis, viceversa, ricorre al gioco aereo il 60% delle volte affidandosi al braccio e, soprattutto all’esperienza di A.J. McCarron, QB prodotto di Alabama con un’esperienza nella NFL con i Cincinnati Bengals.

Le statistiche di “Eigei” parlano di 40 completi su 62 (64,5%) per 374 yard, 3 TD pass e nessun intercetto, che la dicono lunga sulla sua affidabilità. Validi bersagli del QB sono i ricevitori Austin Prohel, n°13, e Hakeem Butler, n°88, con 86 e 93 yard rispettivamente. Nelle file dei Defenders il QB é Jordan Ta’amu, che con i Battlehawks  giocò molto bene nel 2020 nella prima stagione XFL interrotta poi a causa del Covid. Quest’anno Ta’amu non é partito bene: i completi sono stati solo il 42,5% senza TD pass, però Ta’amu si é finora ben comportato come scrambler, avendo guadagnato 77 yard in 17 portate. A dare corpo al running game di Washington concorrono i due RB Abram Smith e Ryquell Armstead con 99 e 88 yard rispettivamente.

Un duello interessante potrebbe essere tra McCarron e i suoi ricevitori e il secondario di Washington, e in particolare il CB n°15 Michael Joseph autore di due intercetti uno dei quali riportato in TD.

Orlando Guardians (0-2) @ Arlington Renegades (1-1) – Domenica 5, ore 22.00

I Renegades reduci dalla sconfitta di Houston, sono in cerca di riscatto contro gli Orlando Guardians ancora senza vittorie. Le statistiche dopo due giornate della franchigia della Florida sono abbastanza preoccupanti specialmente se si guardano i 9 sack e i 18 tackle for loss subiti; i tre QB che si sono avvicendati, Paxton Lynch, Quinten Dormady e Deondre Francois hanno completato complessivamente il 58,6% dei passaggi tentati e hanno subìto 4 intercetti oltre ai già citati 9 sack. Questi dati sono indice di grandi responsabilità della OL che non riesce a proteggere efficacemente i passatori sempre soggetti a grande pressione. Viste le difficoltà nel gioco aereo, forse i Guardians dovrebbero affidarsi un po’ di più al running back che finora ha rappresentato solo il 32% delle opzioni di gioco offensive e ha prodotto una media di 4,7 yard per corsa puntando soprattutto sul n°30 Jah-Maine Martin che ha finora totalizzato 87 yard in 18 tentativi.

I Renegades hanno finora bilanciato molto bene i giochi offensivi tra corse e passaggi ma non si può dire che abbiano incantato. Dei quattro touchdown realizzati nelle prime due partite, i primi due sono stati realizzati dal defense team e solo nella seconda partita sono arrivati i due TD realizzati entrambi in azioni di passaggio. Buone ma non eccellenti le performance del QB Drew Plitt che ha finora completato il 63% dei passaggi per 292 yard 2 TD pass ma anche 2 intercetti, mentre tra i ricevitori il TE Sal Cannella con 11 ricezioni su 12 targets ha guadagnato 108 yard confermando le qualità che lo scorso anno ne hanno fatto il miglior TE della USFL con i New Orleans Breakers. A proposito di reduci della USFL, tra i difensori di Arlington sta spiccando il LB ex Gamblers Donald Payne con 14 tackle in due partite. La difesa di Orlando può invece contare sui LB Mike Lee, n°13, autore di 10 tackle e Matt Elam, n°22 con esperienze nella NFL, autore di un intercetto.

Con queste premesse, tenuto conto che le statistiche sono relative a due sole giornate, i Renegades sembrano favoriti, ma il divario tra le due squadre non é poi così ampio e non si può escludere una prestazione orgogliosa dei Guardians.

San Antonio Brahmas (1-1) @ Houston Roughnecks (2-0) – Lunedì 6, ore 2.00

La terza giornata si conclude nella notte tra domenica e lunedì con quella che potrebbe essere la partita più spettacolare del week-end perché vede gli imbattuti Roughnecks, squadra dal migliore attacco con sette TD segnati ospitare i San Antonio Brahmas che di TD ne hanno segnati cinque. Entrambe le squadre praticano un gioco d’attacco bilanciato ma con una prevalenza del gioco aereo di Houston che ha passato per 40 completi su 71 per 445 yard e 4 TD e ha corso 48 volte per 158 yard e 3 TD mentre San Antonio, più bilanciata, ha passato per 41 completi su 60 per 351 yrds e 4 TD e ha corso 65 volte guadagnando 195 yard e 1 TD.

Pubblicità

Interessante il confronto tra i due quarterback: Brandon Silvers dei Roughnecks é più esperto, lo ricordiamo a Seattle nell’edizione 2020 della XFL, ed é attualmente secondo dietro Ben DiNucci nella graduatoria per yard guadagnate con 445 yard 4 TD e 2 intercetti con un non brillantissimo 57,1% di completi. Jack Coan é alla sua prima esperienza da professionista, essendo uscito dal college nel 2021 ma ha dimostrato molta personalità e vanta al momento la miglior percentuale di completi, 68,3% con 4 TD pass e 1 intercetto, ma con meno yard guadagnate, 372.

I Brahmas, visto il buon numero di corse effettuate, hanno nel RB n°11 Kalen Ballage il runner più prolifico della lega con 107 yard in 36 portate mentre Houston può contare sull’ottimo n° 22 Max Borghi che ha corso per 69 yard con sole 20 portate degnando 2 TD. Tra i ricevitori spiccano, in casa Roughnecks, il n° 13 Jontre Kirklin con 127 yard in 7 ricezioni su 14 target mentre i Brahmas hanno il n°80 Jalen Tolliver con 6 ricezioni su 8 target per 80 yard e 1 TD.

Detto degli attacchi, passiamo alle difese, che sono entrambe più che rispettabili. Houston ha al suo attivo già 12 sack per 80 yard di perdita inflitte ed ha tra le sue file quello che é il miglior cacciatore di QB, il n°33 Trent Harris con 4,5 sack e 6 Tfl, seguito a ruota dal n°89 Tim Ward con 3 sack e 4 Tfl. Tra i DB invece vale la pena di seguire il n°23 Sam Davis, autore di 2 dei 4 intercetti di Houston, riportati per 47 yard complessive.

La difesa dei giallo-neri, se si escludono i due terribili minuti finali contro St Louis, si é dimostrata molto reattiva: complessivamente i Brahmas hanno messo a segno 7 sack e 14 tackle for loss tra i 72 tackle totali, distribuiti in modo omogeneo tra i componenti del team. Se un nome spicca su tutti, é quello del versatile CB n°22 Ranthony Texada  che tra i sei tackle al suo attivo vanta un sack e un Tfl, ma anche un fumble forzato e un intercetto riportato per 30 yard, un personaggio di cui tener conto.

Mi aspetto una bella partita in cui vedo favoriti i più esperti Roughnecks, ma non mi meraviglierei se San Antonio riuscisse nel colpo a sorpresa. La lezione presa da McCarron e soci nel finale della prima partita potrebbe essere stata salutare…

Merchandising Merchandising

Francesco Di Taranto

Nato a Foggia, nel 1953, risiedo a Brescia dal 1987 e in precedenza ho abitato a Bologna, dove mi sono laureato in Ingegneria Elettronica. Ho cominciato a seguire il football dalla notte del Super Bowl 1982 vinto da san Francisco sui Cincinnati Bengals. Terminato il servizio militare, nell'aprile '82 ho cominciato a seguire assiduamente, a Bologna, alle partite dei Doves e dei Warriors. Per alcuni mesi, nel 1984, ho partecipato agli allenamenti di una squadra bolognese in formazione, gli Atoms, che sarebbero poi diventati Phoenix San Lazzaro, che ho poi dovuto lasciare a causa del trasferimento per motivi di lavoro. Da allora non ho più smesso di seguire il football, sia professionistico (NFL e poi USFL, AAF e quest'anno XFL), sia dilettantistico in Italia, ma anche in Germania, grazie ai video in streaming della GFL

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Huddle Magazine si sostiene con gli annunci pubblicitari visualizzati sul sito. Disabilita Ad Block (o suo equivalente) per aiutarci :-)

Ovviamente non sei obbligato a farlo, chiudi pure questo messaggio e continua la lettura.