NCAA Bowl 2022 preview – 6° parte

Inizia la stagione dei Bowl NCAA (qui il calendario completo) e come tradizione pubblicheremo preview e review delle partite accorpandole visto l’alto numero in programma 🙂 Oggi è il turno del preview dei Bowl in programma il 28 dicembre. Le partite trasmesse da ESPN o ABC sono visibili su ESPN Player.

MILITARY BOWL

Match: UCF Knights (9-4) vs Duke Blue Devils (8-4)

Luogo: Navy-Marine Corps Memorial Stadium, Annapolis (Maryland)

Pubblicità

Data e ora: Mercoledì 28 dicembre, ore 20:00 italiane

TV: ESPN

Preview: Apre la giornata il military bowl tra Central Florida e Duke. I Knights di Gul Malzahn hanno vissuto una stagione tra alti (vittorie contro Cincinnati, Tulane, Georgia Tech) e bassi abbastanza clamorosi (il tonfo più importante è stata la sconfitta in casa contro Navy per 17-140. Plumlee e compagni sono comunque riusciti ad andarsi a giocare il championship game della AAC contro un’ottima Tulane, che si è presa la rivincita vincendo per 45-28 in maniera netta e meritata, e togliendo la possibilita’ a UCF di andarsi a giocare il New Year bowl. Tanta confusione nel reparto quarterback tra i Knights: John Rhys Plumlee è molto efficiente nelle corse, ma meno nel passing game (nonostante 2400 yards ma con 7 intercetti e 14 TD). Mikey Keene è il passer di riferimento ma non ha giocato il championship game per non bruciare la redshirt ed è entrato nel transfer portal a seguito di una serie di malintesi. Alla fine è approdato in quel di Fresno State. Anche Ryan O’Keefe, principale wide receiver di UCF, è entrato nel transfer portal e non giocherà.

I Blue Devils nella ACC non hanno affatto demeritato, e sono state tra quelle squadre di cui si è parlato poco ma si sarebbe dovuto parlare di più. Fa strano vedere Duke sotto i riflettori nazionali del football invece di quelli della March Madness, ma è un dato che conferma il trend delle ottime stagioni delle ‘basketball schools’ in questa stagione. La squadra guidata da Mike Elko (alla prima stagione da head coach) si è resa protagonista di ottime prestazioni, la principale delle quali è stata la vittoria contro Wake Forest per 34-31. È mancato quel pizzico di grinta in tante partite contro avversari di prestigio, con match combattuti persi di poco (28-26 contro Pitt, 38-35 contro North Carolina), ma i Blue Devils possono ritenersi più che soddisfatti. Duke ha costruito le proprie vittorie grazie all’attacco, il QB double-threat Riley Leonard (2800 yds, 20 TD e 6 intercetti, 630 rushing yards, 11 rushing TD), e il wide receiver Jalon Calhoun (811 yards, 5 TD) sono state le armi principali. Senza Keene, la partita vedrà UCF impiegare le corse mentre Duke potrebbe provare a mettere in difficoltà la non impeccabile difesa di UCF utilizzando principalmente il passing game.

LIBERTY BOWL

Match: Kansas Jayhawks (6-6) vs Arkansas Razorbacks (6-6)

Luogo: Simmons Bank Liberty Stadium, Memphis (Tennessee)

Data e ora: Mercoledì 28 dicembre, ore 23:30 italiane

TV: ESPN

Preview: I Jayhawks sono un’altra delle ‘basketball schools’ che ha stupito in questa stagione. In realtà avevano clamorosamente stupito a inizio anno con una striscia di cinque vittorie consecutive. Dopo la sconfitta contro (all’epoca #17) TCU per 38-31 però le cose hanno preso un’altra piega, con il calendario è diventato estremamente più complicato, portando Kansas a perdere 6 delle ultime 7 partite. I Jayhawks sono arrivati a qualificarsi alla bowl season grazie alla vittoria contro Oklahoma State (cha ha avuto un finale di stagione disastroso), una partecipazione decisamente meritata. Jalon Daniels parteciperà al bowl: Il QB di Kansas è stata tra le sorprese di questa stagione, con 1470 yards, 13 TD e soli 2 intercetti.

Pubblicità

I Razorbacks guidati dall’head coach Sam Pittman hanno invece leggermente deluso dopo essere state una delle favole più belle della scorsa stagione. C’è da dire che l’inizio era anche stato buono, ma il calendario della SEC a un certo punto diventa sempre proibitivo, particolarmente in una stagione come questa dove cinque/sei squadre della migliore conference del paese hanno giocato in maniera fantastica per larghi tratti della stagione. Le sconfitte sono arrivate contro le big: Alabama, LSU, Texas A&M (prima del crollo verticale degli Aggies), Mississippi State. Un paio di passi falsi contro Liberty e Mizzou stavano per costare ad Arkansas la bowl season, ma le vittorie contro BYU (52-35) e Auburn (41-27) sono bastate per qualificaris. Come quasi tutte le squadre in campo il 28, i Razorbacks sono estremamente votati al gioco offensivo, e sulla carta l’attacco di Arkansas è molto più forte di quello di Kansas: chiedere al running back Raheim Sander, 219 corse, 1426 yards e 10 TD. La difesa dei Jayhawks si è però mostrata spesso solida, il che sulla carta rende questa partita equilibrata.

HOLIDAY BOWL

Match: #15 Oregon Ducks (9-3) vs North Carolina Tar Heels (9-4)

Luogo: Petco Park, San Diego (California)

Data e ora: Giovedì 29 dicembre, ore 02:00 di mattina italiane

TV: FOX

Preview: La partita di cartello in programma nella notte è quella tra Oregon e North Carolina (secondo le previsioni di inizio stagione questo poteva essere se non un playoff almeno un New Year’s bowl). I Ducks avevano iniziato la stagione con una disastrosa e umiliante sconfitta contro Georgia per 49 a 3. Da lì in poi però un eccellente Bo Nix ha trascinato Oregon a una serie di 8 vittorie consecutive, portando la squadra guidata da Dan Lanning (primo anno a Eugene) a bussare alle porte del comitato dei playoff. La sconfitta per 37-34 contro Washington, all’epoca #25 nel ranking, ha messo fine a queste speranze. Il turnover on downs sul 34-34 a un minuto e mezzo dalla fine di quella partita sarà un rimpianto del coaching staff di Oregon per lungo tempo. La sconfitta a sorpresa contro i Beavers di Oregon State (per 38-34) ha poi anche eliminato Oregon dalla contesa per la PAC-12, rendendo amaro un finale di stagione che avrebbe potuto avere un copione molto diverso (e che sarebbe stato anche probabilmente meritato).

North Carolina merita probabilmente il titolo di squadra più pazza dell’anno. La squadra guidata da Mack Brown adotta uno stile di gioco non solo votato all’attacco, ma dove la difesa è poco più di un optional. Questo fatto da’ vita a partite abbastanza allucinanti e con punteggi stratosferici: Tra queste merita di essere menzionata la vittoria per 63-61 (!!) contro App State, con un ultimo quarto dove sono stati messi a segno 9 TD. I Tar Heels segnano una media di 35 punti a partita. La difesa però non è stata sufficiente nelle partite di cartello, e in particolare nel championship game della ACC contro Clemson, perso in maniera netta per 39-10. Quando si alza di molto il livello sinora i Tar Heels hanno faticato a tenere il passo, ma Oregon a sua volta si è resa protagonista di prestazioni folli. Di sicuro non mancherà lo spettacolo. La quantità di opt-out è abbastanza importante ma nel momento in cui scriviamo i due QB dovrebbero essere arruolabili, e vedere Drake Maye contro Bo Nix sarà un’opportunità imperdibile. Oregon è favorita di 14 punti.

TEXAS BOWL

Match: Texas Tech Red Raiders (7-5) vs Ole Miss Rebels (8-4)

Luogo: NRG Stadium, Houston (Texas)

Data e ora: Giovedì 29 dicembre, ore 03:00 di mattina italiane

Pubblicità

TV: ESPN

Preview: A chiudere il programma del 28 troviamo nella notte uno scontro di livello tra due squadre che si possono dire in generale soddisfatte della propria stagione. I Red Raiders nella BIG 12 di quest anno non hanno avuto un calendario affatto facile e le cinque sconfitte sono arrivate contro squadre oggettivamente più forti (Baylor, TCU, NC State, Kansas State e Oklahoma State). Sono comunque arrivate soddisfazioni importanti come la vittoria contro Texas per 37-34 e Oklahoma per 51-48 in una delle tante partite folli di BIG 12 di questa stagione. Sarà una partita particolare per i Red Raiders dato che sarà la prima dopo la prematura scomparsa dell’head coach di Mississippi State, Mike Leach, la cui dipartita ha avuto una notevole eco in tutto il mondo del College Football. Leach era stato head coach dei Red Raiders per numerose stagioni, dal 2000 al 2009, portando Texas Tech a vincere la division South della conference nel 2008 (in coabitazione con Oklahoma e Texas). Molto probabilmente ci sarà qualche omaggio nel prepartita.

Ole Miss ha paradossalmente qualche rimpianto in più in termini di come si è conclusa la stagione. La squadra di Lane Kiffin ha provato a mettere i bastoni tra le ruote alle big della SEC per il secondo anno di fila, ma manca ancora quell’ultimo passo per provare a superare le powerhouse come Georgia e Alabama. I Rebels, splendidamente guidati dal qb Jaxson Dart e soprattutto da un running back come Quinshon Judkins (1476 yards, 251 corse, 16 TD) avevano messo a segno sette vittorie di fila a inizio stagione prima di soccombere a una troppo superiore LSU per 45-20 e poi ad Alabama in una partita combattutissima vinta dai Crimson Tide solamente per 30-24. Poi sono arrivate altre due sconfitte contro Arkansas e Mississippi State in un combattutissimo Egg bowl perso per 24-22. Spread equilibrato con Ole Miss favorita di 3,5 punti.

Merchandising Merchandising

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Huddle Magazine si sostiene con gli annunci pubblicitari visualizzati sul sito. Disabilita Ad Block (o suo equivalente) per aiutarci :-)

Ovviamente non sei obbligato a farlo, chiudi pure questo messaggio e continua la lettura.