La Strada verso il Draft: Chase Young

Età: 21 – Ruolo: Edge Rusher – College: Ohio State
Classe: Junior – Altezza: 6’5’’ (1.96 m) – Peso: 265 lbs (120 kg)

La classe di pass rusher di quest’anno non presenta tutti i talenti valevoli di un primo giro come la classe dello scorso anno, ma presenta un prospetto che potrebbe essere più forte anche del primo prospetto in questo ruolo preso nello scorso Draft, ovvero Nick Bosa. Sto parlando ovviamente di Chase Young, il talento di Ohio State proviene da un college che ha “prodotto” dei talenti ottimi in questa posizione, soprattutto negli ultimi anni e lui non sembra da meno. Nel suo anno da Junior ha dominato in lungo e in largo le linee offensive avversarie, tanto da essere considerato il prospetto numero uno di questo Draft, anche sopra al tanto chiacchierato Joe Burrow (Quarterback di LSU). Nel 2019 ha vinto il Chuck Bednarik Award, premio assegnato al miglior difensore della stagione collegiale, per molti sarebbe stato anche un papabile vincitore dell’Heisman Trophy, ma poi c’è stato l’exploit di Burrow che ha chiuso tutte le discussioni possibili.

Chase Young ha il fisico perfetto per giocare da defensive end in una 4-3 in NFL, alto 1,96 con un peso di 120 chilogrammi porta con sé una massa in grado di far indietreggiare qualsiasi line man offensivo della lega. Tutto ciò si lega poi con una velocità sul primo passo davvero invidiabile, che con il suo fisico, diventa un’accoppiata davvero vincente. Il suo atletismo non è in discussione, ma riesce anche ad essere un ottimo difensore sulle corse grazie ai suoi movimenti repentini laterali. L’uso delle mani è sempre stato buono, ma nel suo ultimo anno, è migliorato in modo sensibile, grazie a ciò ha implementato molto rush move che continuamente mettono in difficoltà l’uomo di linea avversario. Adora usare le sue braccia per liberarsi facilmente tanto da buttare a terra l’avversario con la cosiddetta “hump move”. Come già detto è un ottimo difensore contro le corse anche grazie alla superba capacità di liberarsi con le mani facilmente. Anche la versatilità fa parte del pacchetto di Chase, come il suo ex compagno di squadra Nick Bosa, anche lui può essere schierato in varie posizioni, anche come defensive tackle in determinate situazioni difensive, dove magari serve più pressione centrale. Qualche volta è stato anche mandato in copertura dove grazie al suo livello atletico può fare un buon lavoro, almeno nelle prime yard dopo la linea. Nel suo ultimo anno veniva spesso preso di mira dall’attacco perché era il difensore più forte della squadra, nonostante ciò la sua produzione è salita tantissimo e le suo mosse si sono moltiplicate rendendolo un enigma molto complesso da risolvere per gli attacchi avversari, tutto questo lo rendeva il funto focale dei double team della linea opposta.

Come abbiamo già detto il suo primo passo è ottimo, ma qualche volta i suoi piedi tendono a rallentare e se non riesce a girare l’angolo subito difficilmente riesce a risistemarsi e vincere lo scontro con l’attaccante, per questo dovrà sviluppare più counter move per poter dominare anche in NFL. Non ha una velocità sul lungo impressionante, ma per un pass rusher non è un problema molto grave, spesso però esagera e anticipa lo snap creando delle penalità che in NFL potrebbero essere importanti, ma sono tutti difetti migliorabili con l’allenamento.

Pubblicità

Tra i pro potrebbe fare quello che quest’anno è stato fatto da Nick Bosa, ovvero dominare fin dal primo snap e venire spesso raddoppiato per poterlo limitare. Non credo abbia bisogno di uno schema particolare, farebbe comodo a qualsiasi squadra della lega e sicuramente sarà uno dei prospetti più alti nelle board.

Chase Young è un prospetto formidabile spesso paragonato ai fratelli Bosa con alcuni esperti che lo hanno valutato ancora più alto rispetto ai suo ex colleghi buckeye, tutto questo lo ha portato a non svolgere nessun test atletico nelle combine dichiarando di voler essere una star sul campo e non una star sui soli test. Una scelta comprensibile, visto che non ha nulla di più da dimostrare ai vari scout in giro per la lega, se non quella di rimanere sano per la notte del Draft. Per tutto questo, per me, Chase Young è una scelta nella top 5 quasi sicura, almeno che non ci sia una corsa un po’ disperata ai Quarterback.

Con Burrow praticamente destinato ai Bengals (almeno di clamorose sorprese), Chase Young lo vedrei bene ai Washington Redskins che hanno la seconda scelta assoluta, dove potrebbe ridare un po’ di vita a una difesa che ha avuto parecchie difficoltà e che avrebbe bisogno di un pass rusher giovane e di talento. Se i rumor recenti di una possibilità scelta di Tua Tagovailoa da parte della squadra di Rivera fossero veri, non saprei proprio come Young potrebbe scendere sotto i Detroit Lions, che ne avrebbero disperato bisogno e che si troverebbero tra le mani probabilmente il giocatore più forte di questo Draft.  

Emiliano Guadagnoli

Sono un grande appassionato di football Nfl, seguo questo fantastico sport dal 2012. Sedotto e abbandonato da Kaepernick, tifo i San Francisco 49ers. Scrivo anche sui prospetti con la rubrica "La strada verso il Draft"

Articoli collegati

Pulsante per tornare all'inizio