La Strada verso il Draft: Minkah Fitzpatrick

Età: 21- Ruolo: Safety/Cornerback – College: Alabama
Classe: Junior – Altezza: 6’1’’ (1.85 m) – Peso: 202 lbs (92 kg)

Anche quest’anno le secondarie di Alabama non tradiscono le aspettative e producono un altro giocatore di ottima prospettiva e in grado di cambiare la difesa di una squadra fin dalla prima week della prossima stagione. Nel 2017 ha vinto sia il premio per miglior giocatore difensivo della nazione, sia come miglior defensive back della nazione, nulla da aggiungere. Il talento di Fitzpatrick è indiscutibile tanto che Saban lo buttò nella mischia sin da freshman, cosa molto difficile ad Alabama, specialmente se giochi in un ruolo delicato come quello del defensive back.

La miglior qualità di Minkah è la sua incredibile versatilità, può giocare come cornerback sull’esterno, come nickel corner, come linebacker in dime e soprattutto come free safety. Un leader nato, spesso gioca come un vero e proprio allenatore in campo, dicendo ai propri compagni quali posizioni prendere e tenere. Ha talmente tanta esperienza da poter leggere ogni tipo di attacco preventivamente. Fitzpatrick ha le perfette misure per giocare da free safety, ed è un perfetto mix di ball skill, forza, atletismo e leadership.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook!

[ad id=”54969″]

Ottimo nel difendere sui palloni contestati, difficilmente perde il confronto con il ricevitore avversario. In coverage difficilmente sbaglia e mostra tutta la sua fisicità quando scende verso la linea di scrimmage sia per bloccare le corse sia per blitzzare, dove dimostra di essere bravo. Veloce e molto mobile specialmente nel corto raggio, dove difficilmente viene battuto, anche sulle double move dei ricevitori se la cava bene e può coprire chiunque dai running back più veloci ai tight end più fisici. In run support è eccezionale e non sbaglia quasi mai un placcaggio, è buono anche nel coprire i ricevitori più veloci nelle deep route.

Pubblicità

Minkah è un giocatore speciale, è davvero difficile trovarli dei difetti. Come detto è un ottimo placcatore, ma qualche volta esagera nel voler cercare per forza la giocata senza finire il placcaggio, rischiando di mancarlo. Veloce si, ma contro i ricevitori più veloci della NFL potrebbe avere dei problemi, qualche volta si concentra fin troppo sul quarterback avversario perdendo di vista chi dovrebbe coprire, non potendo più recupere. Ha ottime ball skill si, ma nella sua carriera, ha droppato fin troppi intercetti già fatti.

Tra i pro potrebbe giocare in tutta la secondaria, senza grossi problemi rispetto a tutti gli schemi. Forse il ruolo perfetto sarebbe quello di free safety in grado anche di scendere nel box e creare delle giocate difensive, ma anche come semplice cornerback non sarebbe per nulla male. Ha accumulato tantissima esperienza ad Alabama avendo giocato fin da subito da titolare in una difesa che domina il college football da anni ormai.

minkah fitzpatrick alabama

La sua velocità sul lungo sarà oggetto di discussione, ma la sua versatilità, sempre più importante in NFL vedasi giocatori come Myles Jack dei Jaguars, la sua esperienza e le sue incredibili doti, non lo faranno cadere fuori dalla top 10, a meno di cataclismi dell’ultimo minuto. Personalmente, è uno dei miei giocatori preferiti dell’intera classe insieme a Saquon Barkley e spero fermamente che possa scendere fino ai miei niners alla 9, ma la vedo molto dura.

Minkah non avrà alcun tipo di problema nell’adattarsi tra i pro e potrà giocare in qualsiasi schema. Lo vedrei benissimo ai Cleveland Browns che stanno mettendo pezzi importanti in difesa e potrebbero prenderlo con la pick numero 4 e farne il loro leader difensivo per i prossimi anni. Ai Tampa Bay Buccaneers porterebbe una ventata di freschezza ed esperienza in una secondaria che ha visto fin troppi cambiamenti negli ultimi anni e che ha tremendamente bisogno di un punto fondamentale dal quale ripartire. Se per qualche motivo dovesse scendere fino alla 9 dei San Francisco 49ers, sarebbe la pick perfetta per la squadra della California, dove potrebbe sia giocare come cornerback, sia come defensive back di supporto in formazioni particolari e potrebbe sostituire il free agent Eric Reid nel migliore dei modi.

[ad id=”29259″]

Emiliano Guadagnoli

Sono un grande appassionato di football Nfl, seguo questo fantastico sport dal 2012. Sedotto e abbandonato da Kaepernick, tifo i San Francisco 49ers. Scrivo anche sui prospetti con la rubrica "La strada verso il Draft"

Articoli collegati

Pulsante per tornare all'inizio