La Strada verso il Draft: Austin Johnson

Ruolo: Defensive Tackle – College: Penn State – Classe: RS Junior
Età: 21 – Altezza: 6’4 (1.93 m) – Peso: 323 (146 kg)

Austin Johnson ha deciso di presentarsi al Draft con un anno di anticipo, saltando l’anno da senior, ma con alle spalle già una carriera molto produttiva, soprattutto quella del 2015 dove ha collezionato 70 tackle, 15 for loss e 5.5 sack. Giocatore esperto, 3 anni da starter con un impatto molto alto sin da subito. Probabilmente è un prospetto di cui si parla molto poco, ma che potrebbe fare il botto in NFL viste le caratteristiche e l’upside che possiede.

Johnson è sicuramente un DT molto dotato fisicamente, taglia, peso, distribuzione della massa ottima per il ruolo. Run stopper eccelso, tra i migliori in questo del Draft, riesce a posizionarsi molto bene allo snap, attaccare l’avversario avvalendosi ottimamente delle mani, prendere posizione e trovare il portatore di palla velocemente. Impressionante come si avvale molto bene del footwork per spingere e penetrare nel backfield, segno anche di un ottima potenza. Movimenti laterali di alto livello che gli permettono di seguire anche il portatore di palla lateralmente e arrivare puntualmente al tackle. Tecnica di placcaggio ottima, completa il movimento bene senza lasciare la possibilità all’avversario di scappare alla presa.
In pass rush si avvale solamente della bull rush, che però è ottima. Sfonda molto bene con potenza per divincolarsi rapidamente grazie ad un uso aggressivo delle mani.

Pubblicità

austin johnson

Il prodotto di Penn State non è sicuramente tra i prospetti più atletici del Draft, manca di esplosività e velocità allo snap che lo mettono in difficoltà e non arrivare in tempo sul portatore di palla, lo si nota soprattutto in situazione di pass rush. In pass rush, a prescindere dalle statistiche, è dove dovrà lavorare molto, tolta la bull rush è ancora molto indietro. Swim move elementare, non sempre si avvale del fisico come dovrebbe per avvantaggiarsi e divincolarsi rapidamente. E’ un aspetto che potrebbe penalizzarlo in NFL e non renderlo un giocatore da 3 down ma essere considerato solo un run stopper.

Austin Johnson in NFL potrebbe essere adatto sia in un fronte pari che in uno dispari e a seconda delle situazioni potrebbero essere schierato sia come 1-tech che 3-tech, ma anche come 5-tech in una 3-4. Probabilmente ha tutto il potenziale per essere una pick da primo giro, magari tardo, dopo la 20 ed aiutare sin da subito quelle squadre in cerca di aiuto in DL. Una “comparison” potrebbe essere con il Malcom Brown dello scorso anno ad esempio.

I Washington Redskins alla pick n° 21 Johnson potrebbero prenderlo in considerazione, il loro fronte 3 non è giovane e Hatcher potrebbe ritirarsi, sarebbe un buon innesto. Anche i Chiefs qualche posizione sotto potrebbero considerarlo tra i giocatori da prendere.

https://youtube.com/watch?v=%3DYY6SoLUVAOI

[ad id=”29269″]

Luca Domenighini

24 anni, amante dello sport a stelle e strisce. Appassionato fino al midollo di football, sia quello NFL che quello NCAA. Tifoso dei Denver Broncos da una calda mattina di Agosto di metà anni 2000 quando ESPN Classic ripropose il primo Super Bowl di Elway. Tifo sfegatato per i Duke Blue Devils, sì esiste una squadra di football a Durham.

Articoli collegati

Pulsante per tornare all'inizio