Statistiche for Dummies – Lesson n° 2

Chi segue il football americano è abituato a vedere numeri coniugati in ogni possibile maniera, ma come vengono raccolti? Chi li raccoglie? Chi li elabora e come? Per rispondere a tutte queste domande abbiamo pensato ad una piccola guida in quattro puntate a cura di un grande esperto. Buona lettura.

Nella scorsa puntata di questo viaggio nel mondo delle statistiche, abbiamo lasciato la nostra stats crew a fine partita, dopo che ha trasmesso le statistiche elaborate in tempo reale durante la gara al centro di controllo di New York, dove i dati vengono ricontrollati ed eventualmente corretti per produrre i gamebook finali da pubblicare sul sito NFL.COM.

Stats for DummiesSe il termine della partita segna la fine del lavoro per il team statistico della squadra di casa, l’iter che questi dati devono ancora seguire prima di essere resi definitivi è ancora piuttosto lungo.
Ogni mercoledì, un gruppo di rilevatori della NFL e di Elias Sports Bureau, l’agenzia newyorchese a cui la lega affida la lavorazione ufficiale delle statistiche, rivede azione per azione tutte le statistiche registrate nel weekend appena passato, correggendo eventuali errori e dirimendo possibili situazioni ambigue. Tale revisione prende tutta la giornata del mercoledì, ed in serata vengono rilasciati i dati definitivi ma ancora ufficiosi. Definitivi perché tutte le varie leghe di fantasy football recepiscono queste variazioni per modificare i conteggi delle loro partite, ma ufficiosi perché in qualsiasi momento una squadra o un giocatore possono richiedere la revisione di una particolare situazione o, ancora, possono richiedere il controllo di una correzione appena effettuata per riportare la situazione allo stato originario o per chiederne un’ulteriore elaborazione, interpretazione e modifica.

Pubblicità

C’è da dire che le correzioni, pur non essendo infrequenti, costituiscono una percentuale molto al di sotto dell’unità, riferita alla totalità delle azioni registrate, perché la qualità dei rilevatori delle varie franchigie è decisamente elevata. Solitamente si tratta di correggere situazioni che solo dopo un’accurata revisione anche con l’ausilio di filmati da diverse angolazioni trovano la loro giusta collocazione.
E’ interessante notare che ogni singola segnalazione proveniente dalle squadre o anche da un giocatore, viene accuratamente presa in carico, rivista, lavorata e commentata, fornendo al richiedente una risposta, positiva o negativa che sia, assieme alla spiegazione del perché la modifica richiesta è stata eseguita o no.

Gameday

Finita questa attività di revisione, la palla passa nuovamente al centro di controllo che invia ad ogni crew statistica, solitamente ogni venerdì mattina, l’elenco delle correzioni effettuate sulle partite del weekend passato. La nota è generale ed inviata a tutte le squadre, non per mettere alla berlina chi ha commesso un errore ma, al contrario, affinché gli errori commessi da qualcuno non vengano replicati da altri in situazioni simili.
Pur non essendo delle valutazioni vere e proprie, questi report degli errori possono rivelarsi piuttosto importanti verso fine Gennaio. Per le partite speciali quali Pro Bowl e Super Bowl, infatti, la NFL cerca di avvalersi delle crew statistiche “casalinghe”, ma è successo diverse volte che venissero convocati a supporto, o addirittura per creare una “super crew”, i migliori elementi distintisi per precisione ed efficienza durante l’anno.

Una volta terminata la stagione, NFL ed Elias Sports Bureau rivisitano un’ultima volta tutte le partite (si, anche quelle di pre-season), recepiscono le ulteriori richieste di correzione pervenute e rilasciano, solitamente verso Marzo, il book definitivo delle statistiche della stagione appena conclusa.
Vengono quindi aggiornati in maniera definitiva tutti i record stagionali e di carriera ed eventualmente corretti quelli delle prestazioni individuali nelle singole partite che sono comunque tenuti aggiornati settimana dopo settimana.

Leggendo il report finale della stagione 2013 che potete scaricare QUI, salta immediatamente all’occhio una cosa.  L’avete notata? No?
Beh, allora ve lo diciamo noi: mancano le statistiche difensive!!!

Il motivo è molto semplice: per la NFL (e la NCAA) le statistiche difensive non sono considerate ufficiali, e non entrano a far parte del libro ufficiale dei record.
E per quale motivo i difensori si vedono defraudati di uno dei pochi riconoscimenti del loro duro lavoro?
Lo scopriremo insieme nella prossima puntata.

Tutte le lezioni

Massimo Foglio

Segue il football dal 1980 e non pensa nemmeno lontanamente a smettere di farlo. Che sia giocato, guardato, parlato o raccontato poco importa: non c'è mai abbastanza football per soddisfare la sua sete. Se poi parliamo di storia e statistiche, possiamo fare nottata. Siete avvertiti.

Articoli collegati

9 Commenti

Pulsante per tornare all'inizio