Esiste ancora la maledizione di Madden NFL?

Ogni anno EA Sports pubblica Madden NFL, famoso gioco di football americano.

La copertina di Madden NFL è dedicata ad un giocatore che si è messo in evidenza nella stagione precedente o dal quale ci si aspetta un’annata ricca di successi, ma a seguito di sfortunate coincidenze quel posto non è più così ambito come in passato. Nel corso degli ultimi anni il collegamento tra copertina di Madden e annata sfortunata si è, per fortuna dei prescelti, molto annacquata. La maledizione ha colpito tantissimo nei primi anni del gioco, molto meno (per fortuna) nel corso dell’ultimo decennio.

Vediamo cosa è accaduto ai protagonisti delle copertine del gioco dal 1999 ad oggi.

Pubblicità

Madden 2025: Christian McCaffrey, RB dei San Francisco 49ers è il giocatore scelto per la copertina di Madden NFL. Vedremo come andrà la sua stagione 😉

Madden 2024: la copertina è per Josh Allen, QB dei Buffalo Bills, primo giocatore della franchigia a conquistare la copertina del videogioco. Allen lancerà più di 40 TD (per il quarto anno consecutivo), la stagione si fermerà al Division Playoff contro i Chiefs.

Madden 2023: il 28 dicembre del 2021 muore John Madden e non poteva che essere dedicata a lui la copertina del videogioco che ha preso il suo nome.

Madden 2022: novità per la copertina di questa edizione, sono due i giocatori scelti: Tom Brady, QB dei Buccaneers e Patrick Mahomes, QB dei Chiefs. Per tutti e due si tratta della seconda apparizione sulla copertina di Madden NFL. Brady chiuderà la stagione con 5300 yard e 43 TD e Mahomes con 37 TD e la sconfitta nella finale AFC.

Madden 2021: il vincitore del MVP della NFL Lamar Jackson, quarterback dei Baltimore Ravens, è il protagonista della copertina. Nella stagione 2020 Lamar lancerà per 2700 yard, 26 TD e correrà per 1005 yard con due partite di playoff disputate.

Madden 2020: in questa edizione arriva Face of The Franchise, la nuova modalità storia. La panchina è per Patrick Mahomes, quarterback dei Kansas City Chiefs. La sua stagione? Salta due partite per infortunio, ma arriva la vittoria nel Super Bowl.

Madden 2019: dopo più di 10 anni il gioco torna disponibile anche per Windows. Antonio Brown, ricevitore dei Pittsburgh Steelers è l’uomo copertina. In stagione riceve 15 touchdown pass, ma i molti problemi nello spogliatoio fanno si che a fine stagione venga scambiato con i Raiders. Da quel momento giocherà solo 16 partite nella NFL girando tre squadre.

Madden 2018: questa edizione vede l’esordio del Lonhshot Mode e un nuovo motore grafico. E’ Tom Brady, quarterback dei New England Patriots il protagonista della copertina. Tom trascina i Patriots al Super Bowl LII dove si dovrà inchinare alla Philly Special nonostante più di 500 yard su passaggio.

Madden 2017: è Rob Gronkowski, tight end dei New England Patriots, il protagonista della copertina dell’edizione 2017di Madden NFL. Gronk salterà le prime quattro partite della stagione per un infortunio e chiuderà la stagione con solo sei partite da titolare.

Pubblicità

Madden 2016: anche per questa edizione EA ha dato la possibilità ai tifosi di votare per il protagonista della copertina del videogioco. Dei quattro finalisti, Beckham Jr, Gronkowski, Patrick Peterson e Antonio Brown sarà Odell Beckham Jr. a primeggiare nel voto battendo Gronkowsi in finale. Beckham salterà una partita in stagione per la rissa con Josh Norman, ma chiuderà con 1400 yard ricevute.

Madden 2015: per questa edizione EA ha promosso una consultazione online per decidere il giocatore con l’onore della copertina. Richard Sherman, defensive back dei Seattle Sehawaks, batte Cam Newton, quarterback dei Carolina Panthers, con il 56% dei voti contro il 44% e si guadagna il diritto della cover.

Madden 25: l’edizione che celebra il quarto di secolo vede in copertina Barry Sanders che batte Adrian Peterson nella votazione su internet. Il runningback dei Vikings finisce sulla copertina dell’edizione per console e festeggia con un infortunio all’anca che non gli permette di giocare le ultime partite della stagione.

Madden 2013: Calvin Johnson sembra essere l’eccezione alla regola perchè batte o eguaglia 9 record NFL nonostante la pessima stagione dei suoi Lions. A fine stagione Johnson ammette di aver giocato diverse partite con tre dita rotte.

Continua a pagina 2

1 2Pagina successiva
T.Shirt e tazze di Huddle Magazine Merchandising

Giovanni Ganci

Sports Editor si direbbe al di la dell'oceano, qui più semplicemente il coordinatore di tutta la baracca. Tifoso accanito dei San Francisco 49ers, amante del college football e al di fuori dello "sferoide prolato"© forza Boston Red Sox.

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Huddle Magazine si sostiene con gli annunci pubblicitari visualizzati sul sito. Disabilita Ad Block (o suo equivalente) per aiutarci :-)

Ovviamente non sei obbligato a farlo, chiudi pure questo messaggio e continua la lettura.