Il preview di week 12 NCAA 2022

Nella NCAA questa week 12 sarà piena di scontri al vertice che emetteranno dei verdetti nelle Division che sono ancora in bilico, vedremo partite tra le nobili decadute che quest’anno hanno deluso le aspettative e squadre che vanno a caccia delle ultime vittorie per poter essere eleggibili per il Bowl season.

SE DEVE ESSERE UNA…

La partita della settimana ci porterà a Eugene dove i #12 Oregon affronterà #10 Utah alle 4.30 di notte tra sabato e domenica tra le mura amiche. Molto probabile che la vincente di questa sfida affronterà USC nel Pac12 Championship. Ricordiamo che fino al 2021 la Pac 12 era suddivisa in due division (North e South) e la vincente di ogni division si affrontavano nel Championship, da quest’anno invece sono state abolite le 2 division, avendo un girone unico con tutte e 12 le squadre, dunque al Championship ci vanno le 2 squadre con il miglior record in conference. Entrambe le squadre arrivano con lo stesso record di 6-1.
Le due squadre arrivano da 2 stati d’animo diversi. I padroni di casa arrivano dalla brutta sconfitta contro Washington per 37-34 della scorsa settimana dove i Ducks hanno pasticciato troppo e lasciato troppo spazio all’attacco di Washington. Uno scivolone che complica la scalata dei Ducks per la lotta ai playoff e staccare il biglietto per il Pac12 Championship che si giocherà al nuovissimo Allegiant Stadium di Las Vegas.
Dall’altro lato Utah arriva da 4 vittorie consecutive convincenti, tra cui quella contro USC. Cameron Rising si sta riprendendo dopo un paio di partite dove non ha brillato, Tavion Thomas sta correndo bene, la difesa resta sempre il punto di forza degli Utes.

LE ALTRE…

Si parte il mercoledì e giovedì con le sfide della MAC dove Toledo ha già staccato il biglietto per il Championship di Detroit dopo aver vinto la West Division. Nella East Division invece è una sfida a 3, con Ohio in vantaggio su Buffalo e Bowling Green.   

Pubblicità

Sabato alle 18 la  #3 Michigan ospiterà Illinois ad Ann Arbor, Michigan sembra una schiacciasassi, Illinois invece viene da 2 brutte sconfitte consecutive, con un’altra sconfitta sabato, potrebbe perdere la testa della West Division dove troviamo ben 4 squadre in testa con il record di 4-3.
#4 TCU farà visita a Waco dove affronterà Baylor, i Horned Frogs vengono da una importantissima vittoria dello scorso weekend contro Texas, staccando così il biglietto per il Big12 Championship, dall’altro lato i Bears vengono da una netta sconfitta contro Kansas State per 31-3, sconfitta che ha messo fine ai sogni di Baylor nel provare a difendere il titolo della Big12 vinto la scorsa stagione.
Tra le altre partite delle 18 troviamo un classico del Midwest come Nebraska – Wisconsin, a Lincoln troveremo già le temperature sotto lo zero.
Alle 20 #15 Kansas State se la vedrà con West Virginia, con una vittoria i Wildcats potrebbero staccare i biglietti per il Big12 Championship, i Mountaineers invece proveranno a salvare una stagione fino ad ora disastrosa in cui rischierebbero addirittura di non partecipare a nessuno Bowl di fine anno. 

Alle 21.30 #1 Georgia farà visita a Kentucky, in una partita piena di insidie per i Bulldogs, possiamo dire che questi Wildcats sono l’ultimo banco di prova in regular season, i ragazzi guidati da coach Kirby Smart sono già sicuri di giocarsi il SEC Championship contro LSU.
#2 Ohio State giocherà in trasferta contro Maryland e #11 Penn State contro Rutgers in New Jersey. Texas dovrà sperare nella sconfitta di Kansas State e sabato dovrà avere la meglio contro una spenta Kansas.
Sempre alla stessa ora avremo #9 Clemson che ospiterà Miami, una partita che in tanti davano come le due favorite in ACC, entrambe hanno deluso le aspettative, chi più chi meno. Clemson ovviamente ha subito una sola sconfitta 2 settimane fa contro Notre Dame, ma per tutta la stagione non ha mai convinto fino in fondo, vincendo sempre partite al cardiopalma, proprio la sconfitta contro gli Irish molto probabilmente ha messo fine ai sogni playoff per i ragazzi guidati da coach Dabo Swinney, dall’altra parte gli Hurricanes dopo l’arrivo di coach Mario Cristobal da Oregon, dopo una campagna di recruiting stellare che sta ancora proseguendo, dopo l’arrivo di tanti transfer importanti questa primavera, il hype è salito alle stella nel south Florida. Purtroppo i tifosi Hurricanes hanno dovuto assistere ad una brutta stagione da parte della loro squadra, però quale più grande motivazione se non sbancare la Death Valley contro la squadra che sta dominando l’ACC da ormai un decennio?
Mezz’ora più tardi avremo uno scontro tra 2 delle 4 teste di serie della Big10 West, infatti Iowa farà visita a Minnesota, molto probabilmente la sfida si deciderà tra la difesa di Iowa e il gioco sulle corse dei Golden Gophers capitanata da Mohamed Ibrahim. Attenzione anche al clima di Minneapolis dove si aspettano già -12C.

Alle 23.30 un’altra grande rivalità ci porta nella San Francisco Bay Area tra California e Stanford, siccome siamo in un anno pari la partita si giocherà al Memorial Stadium di Berkeley. Una delle più antiche rivalità che parte dal lontano 1892 e viene chiamato come The Big Game. Oltre la rivalità questa partita ha poco o nulla in palio perchè entrambe le squadre si trovano nei bassifondi della Pac12 con un record di 3-7.
Alle 1.30 di notte a Norman andrà in scena un altro episodio delle Bedlam Series, cosi viene chiamata la rivalità tra Oklahoma ed #22 Oklahoma State, partita che purtroppo scomparirà nel 2025 quando i Sooners traslocheranno nella SEC. I Cowboys hanno avuto una buona stagione, salvo poi spegnersi piano piano. Invece la prima stagione da capo allenatore dei Sooners di Brent Venables è un completo disastro, magari una vittoria nella Bedlam Series potrebbe portare un po’ di buon umore a Norman in vista della stagione 2023.
Alle 2 avremo un’altro scontro che potrà cambiare le gerarchie della Pac12, si tratta del derby di Los Angeles tra #16 UCLA e #7 USC, i due campus infatti si trovano a soli 19 km di distanza l’uno dall’altro. I Bruins arrivano a questa partita dopo la brutta sconfitta contro Arizona, però avranno un’altra opportunità per poter arrivare a giocarsi il titolo della Pac12. Dall’altro lato i Trojans arrivano da dopo 3 vittorie, ma nella partita della scorsa settimana contro Colorado si è infortunato il RB titolare Travis Dye che starà fuori fino a fine stagione, l’ex transfer da Oregon è un pezzo importantissimo nello scacchiere offensivo dei Trojans. Il vincitore di questa rivalry game si porterà a casa il Victory Bell Trophy.

UPSET ALERT

Credo che Chip Kelly dall’alto della sua esperienza potrà preparare questa partita molto bene trovando i punti deboli di questi Trojans. Con una vittoria in questo weekend i Bruins terranno accesa ancora l’opportunità di arrivare al Pac12 Championship di Las Vegas. USC viene data come favorita ma l’assenza di Travis Dye peserà nel potenziale offensivo della squadra guidata da coach Lincoln Riley.

T.Shirt e tazze di Huddle Magazine Merchandising

Oleg Bogdea

Appassionato di sport americani, tifoso delle franchigie della città di Atlanta: Falcons, Braves e Hawks. Ma sopratutto amante del college football e tifoso dei Georgia Bulldogs.

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Huddle Magazine si sostiene con gli annunci pubblicitari visualizzati sul sito. Disabilita Ad Block (o suo equivalente) per aiutarci :-)

Ovviamente non sei obbligato a farlo, chiudi pure questo messaggio e continua la lettura.