Autore

Mattia Righetti

Mattia, 25 anni. Voglio scrivere per vivere ma non so vivere. Quando mi cresce la barba credo di essere Julian Edelman. Se non mi seguite su Twitter (@matiofubol) ci rimango malissimo.

Articoli correlati

13 Comments

  1. 1

    Liliana

    “quindi una persona può essere schifosamente razzista ed omofoba a patto che non manifesti ciò in pubblico?”
    Si, almeno che lo psicoreato non sia già realtà.

    Reply
  2. 2

    Carlo

    Complimenti, bellissimo articolo.
    Tra l’altro viene da pensare che il personaggio abbia danneggiato anche il tecnico, visto che determinate cessioni alla luce di quanto accaduto potrebbero trovare spiegazione.

    A questo punto è lecito pensare che alcuni giocatori abbiano piantato i piedi per non essere agli ordini di un personaggio del genere. Sono solo congetture che tali rimarranno, ma di sicuro d’ora in poi ben pochi giocatori avrebbero voluto associare il proprio nome a quello di Gruden.

    Reply
    1. 2.1

      Massimo

      Gruden è in NFL da più di 20 anni se si sommano le esperienze da allenatore e commentatore, ha avuto a che fare con centinaia e centinaia di giocatori e in tutto questo lasso di tempo mai nessuno di loro ha mai detto che Gruden fosse un razzista..

      Giudicare lo scambio di corrispondenza privata di un personaggio che ha da sempre linguaggi a dir poco “coloriti” , anche in pubblico, quindi non oso pensare in privato, è un qualcosa che maneggerei con cura prima di etichettarlo come razzista omofobo conterei fino a 100 e cercherei di farmi qualche domanda in più…

      Di 650.000 mail trovo singolare che siano uscite solo le sue e non ad esempio le risposte di coloro che interagivano con lui… ed ora che lui si è dimesso, la nfl fa sapere che non uscirà più nulla sulle indagini svolte a Washington..
      Bene ma non benissimo….

      Reply
      1. 2.1.1

        Luigi

        mi spiace per le povere ragazze di Washington ma dare del pervertito ad uno che manda video di donne in topless in chat private mi pare un po eccessivo.
        a meno che io non sia l’unico che riceve video e foto di nudo su whatsapp con cadenza giornaliera.
        idem per il “faggot” e la sua versione italiana.
        non penso proprio che Gruden sia l’unico ad usarlo come intercalare.

        chi è senza peccato scagli la prima pietra, diceva qualcuno un paio di migliaia di anni fa

        Reply
  3. 3

    Maurizio

    Brutta storia il processo alle opinioni. Non è mai finita bene.1984 non ha insegnato nulla.

    Reply
    1. 3.1

      Mattia Righetti

      Essere razzisti, sessisti, misogini e chi più ne ha più ne metta -> processo alle opinioni. 1984 non ha insegnato nulla a chi non è in grado di leggere, mi sa. 🙂

      Reply
  4. 4

    Andrea

    Come coach una pippa, ha avuto la fortuna di allenare tampa ormai pronta per vincere.

    Reply
  5. 5

    Maurizio

    Purtroppo so leggere e capire molto bene. E mi guardo intorno.

    Reply
    1. 5.1

      Tommaso Martini

      Peccato che i raiders del 2002 fossero la squadra creata e plasmata da lui. Senza Gruden Tampa Bay non avrebbe mai vinto il super bowl. E’ riuscito a tirare fuori il meglio da Brooks e Sapp, che lo ha pure difeso nella storia delle mail, se non erro.
      Dare della pippa a Gruden… contento te…
      Gruden e’ un grande coach. It’s my coach.

      Reply
    2. 5.2

      Tommaso Martini

      Esatto. Concordo. Bravo. Ti stringerei la mano, se fossi li’ con te.

      Reply
  6. 6

    angelo

    cambio in corsa … o c’è un evidente cambio di passo o tracollo totale (e sai che novità!)
    auguri a Bisaccia.

    Reply
  7. 7

    RICCARDO

    Certo che avergli fatto fare in passato anche il commentatore non è stata proprio una scelta intelligente secondo me!!!

    Reply
  8. 8

    Tommaso Martini

    Jon Gruden e’ un grandissimo allenatore. Molto meglio di macdaniels. Sapp lo difende, se non erro, e basta vedere come abbracciava Brooks nel super bowl 2002, per capire che potrebbe essere una montatura per distruggerne la carriera. Ciò detto, il giudice per ora, salvo errori, ha dato ragione a Gru contro la NFL.
    Io a un coach come Gru darei la vita.

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Huddle Magazine è pubblicato con una licenza